Autore Topic: Auguri al "Pata"  (Letto 4274 volte)

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 813
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Auguri al "Pata"
« il: 09 Aprile 2015, 02:06:52 pm »
Oggi Lucas Castro compie 26 anni. L’età in cui un calciatore entra nel pieno della maturità personale e professionale.
Alcuni, tra gli amici del Forum, non sembrano apprezzare il suo modo di proporsi in campo. Ed anche il sottoscritto ha criticato alcune sue prestazioni di inizio stagione. Diciamo però la verità: mai avremmo potuto immaginare che qualcuno lo facesse giocare con un’ernia inguinale, per giunta bilaterale.
Agilità, dribbling, elevazione, estro tutto argentino, sono le sue innegabili doti.
E’ vero: a volte eccede nel dribbling, con l’effetto di scompaginare insieme avversari e compagni. Credo però si possa dire che un calciatore come Castro, se inserito in un contesto di gioco favorevole e in un ambiente propizio, non possa che essere prezioso in qualsiasi squadra.
Tanti auguri al nostro “Pata”.
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #1 il: 09 Aprile 2015, 04:09:26 pm »
Secondo me non ha avuto un allenatore  capace di migliorargli i fondamentali...ha qualita' di dribbling e velocita' non supportate,pero', dalla giusta tecnica di base....comunque lo aspettiamo
Auguri di cuore, buon compleanno...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #2 il: 10 Aprile 2015, 02:48:13 am »
L'esordio di Lucas Castro avvenne nell'agosto del 2012 all'Olimpico. La partita Roma-Catania finì 2-2. La Roma pareggiò all'ultimo minuto e in pieno recupero il Pata, da poco subentrato, con un'azione personale colpì la traversa. Su quella emozionante partita avrei qualcosa da dire: già in quell'occasione si capì chi era il Pata Castro, perché c'era Antenucci libero nell'area piccola, con un assist si vinceva in casa della Roma, per la soddisfazione di tutti, in particolare mia e di qualcun altro, invece fu traversa; in secondo luogo, bisogna sottolineare la personalità del giocatore, che appena entrato in campo fu protagonista (mentre altri hanno bisogno del tempo necessario per ambientarsi e bla bla bla).

Per quanto mi riguarda, sono stato uno dei primi ad apprezzarlo, per poi cambiare idea; e senza tutti i torti. Lo chiamavo “Cavallo Pazzo”, perché lo è.

Ho cambiato idea perché dopo la prima ottima stagione, che portò alcuni importanti club a interessarsi del suo cartellino, forse per presunzione, anziché migliorare, ha fatto dei regressi. Già lo scorso anno aveva portato alle estreme conseguenze quell'egoismo che era facilmente percettibile sin dalla prima partita e che induceva Bergessio a fargli dei “cazziatoni” in campo.

Gli direi solo due cose, se potessi: evita di essere egoista, passa la palla al compagno smarcato, perché la tua virtù è quella di guadagnare metri e fare superiorità numerica, ma se non passi la palla al compagno piazzato bene, tutto quello che fai diventa fumo; non fare polemiche con gli arbitri per questioni banali, rimani concentrato e non avere quell'atteggiamento spocchioso che irrita sia gli arbitri sia i compagni di squadra. In sintesi, impara ad essere concreto. Non è facile, ma è la soluzione per diventare un buon giocatore, anziché rimanere un incompiuto fumoso “spacchiellassa” che non serve a niente.

Insomma, gli basta poco per essere un buon giocatore. E mi farebbe molto piacere, perché in questo momento è l'unico giocatore imprevedibile di questa rosa. Ma anche perché abbiamo dei bei ricordi di un Catania che fece bene e di cui lui è uno dei pochi rimasti.

Dipende solo da te.

Buon compleanno, Pata.
« Ultima modifica: 10 Aprile 2015, 02:57:26 am da Nelson »
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1960
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #3 il: 10 Aprile 2015, 07:41:49 am »
L'esordio di Lucas Castro avvenne nell'agosto del 2012 all'Olimpico. La partita Roma-Catania finì 2-2. La Roma pareggiò all'ultimo minuto e in pieno recupero il Pata, da poco subentrato, con un'azione personale colpì la traversa. Su quella emozionante partita avrei qualcosa da dire: già in quell'occasione si capì chi era il Pata Castro, perché c'era Antenucci libero nell'area piccola, con un assist si vinceva in casa della Roma, per la soddisfazione di tutti, in particolare mia e di qualcun altro, invece fu traversa; in secondo luogo, bisogna sottolineare la personalità del giocatore, che appena entrato in campo fu protagonista (mentre altri hanno bisogno del tempo necessario per ambientarsi e bla bla bla).

Per quanto mi riguarda, sono stato uno dei primi ad apprezzarlo, per poi cambiare idea; e senza tutti i torti. Lo chiamavo “Cavallo Pazzo”, perché lo è.

Ho cambiato idea perché dopo la prima ottima stagione, che portò alcuni importanti club a interessarsi del suo cartellino, forse per presunzione, anziché migliorare, ha fatto dei regressi. Già lo scorso anno aveva portato alle estreme conseguenze quell'egoismo che era facilmente percettibile sin dalla prima partita e che induceva Bergessio a fargli dei “cazziatoni” in campo.

Gli direi solo due cose, se potessi: evita di essere egoista, passa la palla al compagno smarcato, perché la tua virtù è quella di guadagnare metri e fare superiorità numerica, ma se non passi la palla al compagno piazzato bene, tutto quello che fai diventa fumo; non fare polemiche con gli arbitri per questioni banali, rimani concentrato e non avere quell'atteggiamento spocchioso che irrita sia gli arbitri sia i compagni di squadra. In sintesi, impara ad essere concreto. Non è facile, ma è la soluzione per diventare un buon giocatore, anziché rimanere un incompiuto fumoso “spacchiellassa” che non serve a niente.

Insomma, gli basta poco per essere un buon giocatore. E mi farebbe molto piacere, perché in questo momento è l'unico giocatore imprevedibile di questa rosa. Ma anche perché abbiamo dei bei ricordi di un Catania che fece bene e di cui lui è uno dei pochi rimasti.

Dipende solo da te.

Buon compleanno, Pata.
=D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #4 il: 11 Aprile 2015, 12:15:20 am »
...comunque vada resterà nella storia quel gol di Lucas del 27 gennaio 2013 che a due minuti dal termine valse la vittoria contro la Fiorentina dell'ex Montella. Un incredibile stacco in elevazione che, come dissi già in qualche precedente topic, mi ricordò, forse più per l'atmosfera ed i tempi in cui è maturato, la rete di Barozzi contro il Bologna nel maggio del 1983. In entrambe le occasioni "si ni calau u stadiu".
Pata è malinconico vederlo in campo perchè incarna il traumatico passaggio tra i fasti di due anni fa ed il tragicomico andazzo delle ultime due stagioni. Un giocatore inesploso, anzi, imploso come i tanti sudamericani rossazzurri divenuti improvvisamente una ciurma senza capitano...Leto e Monzon sarebbero divenuti ben altra cosa col vecchio assetto dirigenziale. Vargas, Martinez, Silvestre, Gomez, Barrientos, Bergessio...se fossero arrivati in piena era Cosentiniana...sarebbero stati NON PERVENUTI... >:( >:( >:( >:( >:(
Fozza CataniA
« Ultima modifica: 11 Aprile 2015, 12:18:18 am da cantarutti72 »
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #5 il: 11 Aprile 2015, 08:50:52 am »
...comunque vada resterà nella storia quel gol di Lucas del 27 gennaio 2013 che a due minuti dal termine valse la vittoria contro la Fiorentina dell'ex Montella. Un incredibile stacco in elevazione che, come dissi già in qualche precedente topic, mi ricordò, forse più per l'atmosfera ed i tempi in cui è maturato, la rete di Barozzi contro il Bologna nel maggio del 1983. In entrambe le occasioni "si ni calau u stadiu".
Pata è malinconico vederlo in campo perchè incarna il traumatico passaggio tra i fasti di due anni fa ed il tragicomico andazzo delle ultime due stagioni. Un giocatore inesploso, anzi, imploso come i tanti sudamericani rossazzurri divenuti improvvisamente una ciurma senza capitano...Leto e Monzon sarebbero divenuti ben altra cosa col vecchio assetto dirigenziale. Vargas, Martinez, Silvestre, Gomez, Barrientos, Bergessio...se fossero arrivati in piena era Cosentiniana...sarebbero stati NON PERVENUTI... >:( >:( >:( >:( >:(
Fozza CataniA
=D>  =D> =D>
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline franco-ct al nord

  • Utente
  • ****
  • Post: 688
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #6 il: 11 Aprile 2015, 05:55:43 pm »
Facciamogli gli auguri anche la settimana prossima...

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #7 il: 11 Aprile 2015, 08:02:32 pm »
Facciamogli gli auguri anche la settimana prossima...




 =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #8 il: 12 Aprile 2015, 03:49:52 am »
Bene, Pata.

Ma adesso da te mi aspetto anche la capacità di fare l'ultimo passaggio.

Un assist a Latina?
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #9 il: 12 Aprile 2015, 12:07:19 pm »
Bene, Pata.

Ma adesso da te mi aspetto anche la capacità di fare l'ultimo passaggio.

Un assist a Latina?
...difficile e'....mi faceva notare Catanisazzu che Castro opta sempre per le scelte sbagliate...quando deve scaricare in porta fa il passaggio cogliendo di sorpresa il compagno ,viceversa, quando deve appoggiare, tira in porta..
comunque sia, ieri e' stato il migliore in campo...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Auguri al "Pata"
« Risposta #10 il: 12 Aprile 2015, 02:50:45 pm »
Bene, Pata.

Ma adesso da te mi aspetto anche la capacità di fare l'ultimo passaggio.

Un assist a Latina?
...difficile e'....mi faceva notare Catanisazzu che Castro opta sempre per le scelte sbagliate...quando deve scaricare in porta fa il passaggio cogliendo di sorpresa il compagno ,viceversa, quando deve appoggiare, tira in porta..
comunque sia, ieri e' stato il migliore in campo...
Non è che ha dovuto impegnarsi troppo, giochiamo in B, nella B italiana. Nel paese dei cechi, lo strabico è re. ::)
"U Mastru"