Autore Topic: Forse nel calcio d'oggi è OT  (Letto 3147 volte)

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Forse nel calcio d'oggi è OT
« il: 05 Ottobre 2014, 08:43:10 pm »
la dura vita del portiere:
Distruggere i colpi di genio. Splendida intervista di Malcom Pagani a quella bella persona di Dino Zoff. Oggi sul Fatto.
Cercatela è bellissima.
"U mastru"

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2446
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Forse nel calcio d'oggi è OT
« Risposta #1 il: 05 Ottobre 2014, 09:40:33 pm »
Mastru grazie per la segnalazione, é veramente un'intervista bellissima e a tratti commovente. In due parole, poi descrive il passaggio di un'epoca, dal calcio vero al calcio champagne, dalla sostanza alla vacua spettacolarizzazione.
Zoff venne cacciato pur avendo vinto coppa uefa e coppa italia, per andare incontro ad un'avventure che non avrebbe portato a nulla. Una storia che mi ricorda qualcosa..........

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Forse nel calcio d'oggi è OT
« Risposta #2 il: 05 Ottobre 2014, 10:23:45 pm »

Zoff venne cacciato pur avendo vinto coppa uefa e coppa italia...

...con una delle Juventus più scadenti della storia: Galia, Pasquale Bruno,  Nicolò Napoli, Zavarov, De Agostini, Aleinikov erano titolari fissi.   Gli unici "fuoriclasse" per così dire erano Tacconi, Marocchi, Rui Barros, Totò Schillaci.
Tornando al senatore Zoff, resta anche per il sottoscritto un mito, un uomo d'altri tempi per spessore umano e coerenza. Memorabili le sue dimissioni del 2000 dopo le critiche del cavaliere.
ciao ;-)
« Ultima modifica: 05 Ottobre 2014, 10:28:07 pm da cantarutti72 »
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "