Autore Topic: Verso Verona Palermo.  (Letto 3447 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4909
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Verso Verona Palermo.
« il: 08 Gennaio 2016, 03:28:47 pm »
Qualche tempo fa zampa disse: "rischio retrocessione? Ma avete visto Carpi, Frosinone e Verona?" Bene, quest’ultima la vedremo da vicino tra due giorni. Leggo sul web che qualcuno considera la gara di domenica prossima come facile, nel senso che siccome l’ambiente veronese  ritiene ormai la retrocessione una evenienza inevitabile, parte dei giocatori avrebbero già mollato. Io temo invece che quelli che hanno già mollato è proprio la nostra squadra. I nostri giocatori, oltre ai tifosi, si sono resi conto che la qualità di questo assemblaggio è davvero troppo modesta. Bastano 15/20 minuti di gara e si capisce già che non potrà esserci competizione. Lo hanno capito anche i tifosi che domenica scorsa non erano neanche in 10 mila allo stadio (incredibile vedere gli spalti così deserti contro la Fiorentina) e tra questi 10 mila nessuno covava speranze di fare punti, tanto che si è assistito al tracollo rosanero con silenzioso fatalismo. Manco a farlo apposta ci pensava Ilicic con la sua classe e le sue giocate di fino, testimonianza di un glorioso passato ormai morto e sepolto, piccola icona in pantaloncini, a rimarcare quanta distanza intercorre tra ciò che si permetteva di essere il Palermo di ieri (era il periodo in cui c’era un direttore sportivo serio che quanto meno dava l’aspetto di una società normale) e il Palermo di oggi gestito da un despota ormai senza alcun freno e senza la presenza di personaggi “scomodi” come Perinetti o Sabatini (e vi ricordate di Panucci che lo mando a quel paese dopo appena qualche mese, oltre a  Ceravolo e Cardinaletti svaniti nel nulla?) che costituivano un ostacolo ai suoi folli e deliranti propositi. Quindi: i nostri giocatori l’hanno capito, i tifosi l’hanno capito, quasi certamente l’hanno anche capito tutto quello stuolo di lecchini e portaborse al seguito della squadra (non abbiamo un AD, non c’è un direttore sportivo però abbiamo un executive manager, un direttore operativo, un direttore amministrativo, segretari vari, team manager, osservatori, responsabili sanitari, ecce cc, tutta gente che deve guadagnarsi il pane e si guarderebbe bene dal manifestare pubblicamente la propria opinione ma sicuramente anche loro hanno capito che questa rosa ed in queste condizioni non ha dove andare, l’aveva capito anche Iachini lo scorso agosto e lo aveva spiattellato in faccia al suo presidente ma era riuscito comunque ad andare avanti lo stesso, forte di promesse che dovevano essere mantenute ma non lo sono state affatto, l’ha sicuramente capito anche Ballardini che non sarà Guardiola o Murinho ma non ci vuole certo essere delle cime per comprendere i limiti del Palermo di oggi. Su Ballardini conservo un ottimo ricordo, il Palermo di 6 anni fa giocava davvero bene e divertiva, almeno in casa, ma da uno che ha un conto in banca a 6 zeri, uno che non ha bisogno di alzarsi la mattina per bruscarsi pane, mi aspetto che prima di tutto anteponga la sua dignità di persona alle bizzarrie di un folle. Ma perchè non si dimette? Ma con quale dignità siederà domenica prossima in panchina?
Insomma che il Palermo di quest’anno non è cosa  l’hanno capito un po’ tutti tranne chi di dovere che a quanto pare ha difficoltà a trarre esperienza dagli eventi passati. Il Dybala di oggi sarà certamente un futuro candidato al pallone d’oro, eppure siamo riusciti a retrocedere pur avendolo tra le nostre file. Perché il Dybala di tre anni fa si doveva ancora fare. Come si devono ancora fare i giocatori che abbiamo oggi in rosa. Ma come si può mai sperare di mettere a confronto una squadra assolutamente priva di esperienza tranne due o tre (parlo di Sorrentino, di Vazques e… poi chi altro?) contro una di giocatori espertissimi come la viola e pretendere di fare risultato? Che si possa andare alla ricerca di quei giocatori che dovranno costituire le future plusvalenze posso anche capirlo. Ma metterle tutte assieme e sperare che quadrino da subito è da demenza senile.
Allenatore: chi dei due? Francamente non mi pongo il problema, se posti nelle condizioni di lavorare bene, l’uno vale l’altro. Per Zampa l’allenatore migliore è quello che rompa meno i coglìoni, parli poco, non protesti, ubbidisca. Ma non è un problema di allenatore il nostro, qui ci vorrà rifondare una rosa che ha fin troppo lacune, senza però far ricorso all’Aertega di turno. E prima ancora di rifondare la rosa occorre un direttore sportivo serio che abbia voce in capitolo (con Zampa? Impossibile!): Ma, molto più verosimile, ci vorrebbe una proprietà nuova. Il suo modo di fare, il suo trattare le maestranze e i vari professionisti  come se fossero i magazzinieri di un centro commerciale non è affatto tollerabile: prima o poi la mandano a cagare, come già fatto tante volte in passato. Il suo infischiarsene prepotentemente che dietro una squadra di calcio c’è una città intera ed una tifoseria che soffre non può essere più accettato. Piuttosto  che fare la serie A con una rosa così ridicola e impotente, meglio una o due categorie sotto, anche perché la squadra che oggi Zampa ci ha offerto è adeguata per quelle categorie lì, quindi andiamo a giocarcela dove ci compete. Peccato perché Palermo ha le potenzialità per mantenere una dignitosa salvezza nel massimo campionato. Ma oggi spero innanzitutto che Palermo e i palermitani la smettano di farsi prendere per i fondelli da un lestofante simile. Ormai non c’è più tempo da perdere, non c’è più nulla da scoprire. O fa le cose per bene o se ne va. Occupare lo stadio, occupare Boccadifalco ma mèrda in faccia mai più.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8822
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #1 il: 08 Gennaio 2016, 08:56:15 pm »
Sono anni che scriviamo le stesse sacrosante cose, ormai mi sono rassegnato e come Turiddu aspetto solo che si compia il nostro destino, che in questo momento è quello di sparire dal calcio per l'ennesima volta. Come ho scritto oggi su FB Zamparini ha già messo le mani avanti: quando me ne sono andato da Venezia ho lasciato una società senza un debito e sono spariti in quattro anni... Peccato che si sia scordato di dire che oltre che senza un debito li ha lasciati pure senza un giocatore in serie B e il fallimento in queste condizioni era la fine più logica.

Nel festival della menzogna che è stata l'intervista odierna rilasciata alla Gazzetta, ha ripetuto il mantra dei 100 milioni usciti per il Palermo (molti meno, ampiamente recuperati come visibilità e indotto, vedi il Conca D'Oro e comunque immessi fino al 2006, dopo di che nemmeno un solo euro è uscito dalle sue tasche), ha ripetuto che i soldi di Dybala (ma ha scordato Belotti, Viviano, Munoz, Barreto, Rigoni, etc.) sono serviti per sanare il bilancio, non ha nemmeno minimamente pensato di spiegare perché abbia preso due settimane fa un giocatore, Arteaga, lo abbia declassificato a "non rinforzo" dopo sette giorni e lo abbia preso in giro dicendo che era venuto a vederlo "correre male", appena venerdì scorso.

A cosa servono tutti questi acquisti di Arteaga, Simon, Labrin, Anzelmo se non a farci pensare male sui giochetti di bilancio? E il 1996 centravanti ungherese di cui non ricordo nemmeno il nome, 3 gol in 18 partite in quella champions league che notoriamente è il campionato ungherese, pagato, dice lui, 5 milioni?

E perché non spiegare perché i Viviani, i Sensi, i Trotta, i Defrel ormai ci ridono in faccia e vanno a Sassuolo o a Frosinone?

Mi arrendo, fossi cronista sportivo gli farei la guerra, ma non lo sono. A Palermo non si ripeterà la storia di Venezia, nel senso che non ci sarà più alcun travaso di giocatori da un club ad un altro, semplicemente appena scenderemo di serie sarà caduta libera fino alla mancata iscrizione.

Non vedo l'ora.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #2 il: 08 Gennaio 2016, 09:36:01 pm »
Sono anni che scriviamo le stesse sacrosante cose, ormai mi sono rassegnato e come Turiddu aspetto solo che si compia il nostro destino, che in questo momento è quello di sparire dal calcio per l'ennesima volta. Come ho scritto oggi su FB Zamparini ha già messo le mani avanti: quando me ne sono andato da Venezia ho lasciato una società senza un debito e sono spariti in quattro anni... Peccato che si sia scordato di dire che oltre che senza un debito li ha lasciati pure senza un giocatore in serie B e il fallimento in queste condizioni era la fine più logica.
Aggiungi anche che i veneziani lo prendevano a sputi in faccia, altro che aver fatto del bene..

Nel festival della menzogna che è stata l'intervista odierna rilasciata alla Gazzetta, ha ripetuto il mantra dei 100 milioni usciti per il Palermo (molti meno, ampiamente recuperati come visibilità e indotto, vedi il Conca D'Oro e comunque immessi fino al 2006, dopo di che nemmeno un solo euro è uscito dalle sue tasche), ha ripetuto che i soldi di Dybala (ma ha scordato Belotti, Viviano, Munoz, Barreto, Rigoni, etc.) sono serviti per sanare il bilancio, non ha nemmeno minimamente pensato di spiegare perché abbia preso due settimane fa un giocatore, Arteaga, lo abbia declassificato a "non rinforzo" dopo sette giorni e lo abbia preso in giro dicendo che era venuto a vederlo "correre male", appena venerdì scorso.
Stessa fine faranno Cristante e l'ungherese di cui parli tu: evidentemente, a Zamparini piace darsi martellate nei coglioni.

A cosa servono tutti questi acquisti di Arteaga, Simon, Labrin, Anzelmo se non a farci pensare male sui giochetti di bilancio? E il 1996 centravanti ungherese di cui non ricordo nemmeno il nome, 3 gol in 18 partite in quella champions league che notoriamente è il campionato ungherese, pagato, dice lui, 5 milioni?
Sì, ok, 5 milioni per Balogh: curnutu cu ci criri.
Te l'ho detto, Zamparini si diverte a castrarsi: evidentemente è stanco della moglie...

E perché non spiegare perché i Viviani, i Sensi, i Trotta, i Defrel ormai ci ridono in faccia e vanno a Sassuolo o a Frosinone?
Ma se ci ha riso in faccia pure un giocatore della Lega Pro, che ti meravigli?

Mi arrendo, fossi cronista sportivo gli farei la guerra, ma non lo sono. A Palermo non si ripeterà la storia di Venezia, nel senso che non ci sarà più alcun travaso di giocatori da un club ad un altro, semplicemente appena scenderemo di serie sarà caduta libera fino alla mancata iscrizione.
E chi dovrebbe essere quel giornalista? Morello? Oppure Di Marco? Bah!

Non vedo l'ora.
Anche io sono stufo...

Ciao

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4909
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #3 il: 08 Gennaio 2016, 11:11:19 pm »
Meritevole di menzione i titoli di presentazione del match di domenica prossima a Verona apparsi sui quotidiani di oggi: "c'è il fantasma di Iachini che farà ombra a Ballardini almeno sin quando non arriveranno i risultati sportivi".  Ora si è detto in questi giorni che la squadra, questo gruppo in specie, era strettamente legata a Iachini. Con alcuni di loro c'è anche un legame che va al di la del calcio. Ci sono stati alcuni che si sono letteralemnte rivoltati alla notizia dell'esonero di Iachini. Tre sono stati allontanati. Su Vazques si è fatto finta di non sentire quello che ha detto. E c'è qualche giocatore che con i metodi e le idee di Ballardini non riesce a conviverci ed aspetta il nuovo ribaltone come l'operaio aspetta ogni mese il giorno 27. Ora se il ritorno di Iachini passa attraverso i risultati (che quindi dovranno essere negativi) cosa dobbiamo aspettarci noi tifosi dalle prossime gare? Questo vecchio rimbambito si è proprio bevuto il cervello. La cosa più drammatica è che cerca investitori ma lui non vuol mettersi da parte. Non vuol mollare l'osso. Credo oggi più che mai il tifoso rosanero debba passare a qualche iniziativa. E quella sbandierata su FB da totò Rambo la trovo alquanto risibile, quasi che i mali del Palermo abbiano origine dalla disgregazione della curva. La curva va ricompattata si ma per condurre il pazzo alla ragione. Perchè la maglia rosanero non è merce accatastata in magazzino che anche in caso di deperimento si possa dire: "ma si, che me ne fòtte?",  la nostra maglia è espressione della città, di una tifoseria, rappresenta storia, tradizione e sentimenti che appartengono solo a noi e dobbiamo far si che venga trattata con accuratezza, passione e amore,  rispettata sempre, ovunque e da chiunque.  Quindi il ricompattamento della curva deve avere come primo ordine del giorno il ritorno alla programmazione. La squadra deve ritornare ad essere competitiva. Se dobbiamo affrontare la serie A con una rosa di livello serie B o livello lega pro, allora è meglio scendere di categoria, almeno ci si diverte. Perchè sfido chiunque a dirsi soddisfatto di stare in serie A se poi le figure che facciamo sono come quelle di questo campionato.
« Ultima modifica: 08 Gennaio 2016, 11:20:23 pm da Sergio »
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2419
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #4 il: 09 Gennaio 2016, 07:51:35 pm »
io nemmeno commento più il prepartita !!

Vediamo cosa succede domani e poi vedremo !!

Intanto il Carpi si avvicina !!
 >:( >:( >:(

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4909
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #5 il: 09 Gennaio 2016, 08:05:27 pm »
LETTERA DI UN VENEZIANO TIFOSO DEL PALERMO A ZAMPARINI



Presidente

non scrivo "caro" perchè questo aggettivo e lei non potete andare nella stessa frase per quanto mi riguarda. Sono schietto, sincero non suono il violino. Le scrivo dal Veneto perchè sono veneziano, non siciliano, palermitano o di Mondello: sono un "polentone" come lei che vive fra la nebbia della pianura Padana.
Ma capisco di calcio e tifo Palermo. Sì, ha capito bene, tifo Palermo.
Sinceramente. Mi sono avvicinato al Palermo, al suo primo Palermo, quello della Serie B con Toni e Zauli (giocatore sontuoso, il mio preferito), a quella macchina da guerra che incantava per gioco, passione e progetto tecnico: una squadra che seminava entusiasmo e raccoglieva complimenti, anche da qui, anche da Venezia. Da amante del calcio mi innamorai letteralmente di quel Palermo, di quel gioco e piano piano mi innamorai di quei colori, del rosa e del nero e senza accorgermene non ero più solo uno spettatore appassionato: ero diventato un tifoso, un tifoso del Palermo.
Pazzesco vero? Che ci azzecca un veneziano col Palermo? Invece eccomi qui, ancora qui a tifare Palermo, o meglio, a tifare quello che ne è rimasto e cioè il rosa ed il nero.
Sì "Presidente" perchè forse quella squadra non si chiama nemmeno più Palermo, sarebbe più consono parlare di "Zamparinese", di "Mercatone Z". Se lo ricorda il suo Mercatone "Presidente"? Ecco il Palermo è diventato una succursale, una specie di ipermercato all’ingrosso per le squadre che hanno un minimo di progettualità e voglia di far combaciare la realtà sportiva con quella economico-finanziaria, anche un Frosinone, un Carpi ci danno lezioni sotto ogni aspetto perchè col poco che hanno a disposizione provano a fare calcio, provano a salvarsi, provano quando lei invece ha ridimensionato il Palermo (che a suo dire non vede suoi investimenti da almeno quattro o cinque anni) ad una squadra di bassa classifica nonostante incassi dalle cessioni che un Frosinone, un’Atalanta, un Chievo forse riescono a metter insieme in anni.
Capisco che voglia abbassare i costi di gestione visto che le epurazioni di Rigoni e Maresca vanno lette in questo senso, visto che Sorrentino non rinnoverà (a proposito, ci risparmia il teatrino? Grazie), visto che nonostante i quaranta milioni, a spanne, guadagnati dal Palermo in estate ci ritroviamo a latitare in una Serie A che per qualità è un torneo in cui è più difficile fare male e retrocedere che far una dignitosa figura.
Ho scritto “Palermo” in grassetto perchè lei è solo l’intestatario del Palermo, non è un Presidente, un investitore: lei è quello che ha portato Palermo nel calcio che conta e che riporta Palermo nel dimenticatoio da cui l’ha preso. Era riuscito a creare entusiasmo, tifosi, ora sta creando disaffezione, lontananza. Ma d’altronde il centro commerciale l’ha fatto, giusto “Presidente”? Si perchè se oggi il Palermo lotta con le squadre di Lega Pro e Serie B per acquisire calciatori, se oggi dobbiamo fare cessioni da trenta milioni di euro ogni anno per “sopravvivere” (come dice lei) visto che un Chievo non le fa, un’Atalanta non le fa, se oggi tifiamo una squadra che esonera un allenatore alle sei del pomeriggio, ne chiama uno alle sette, lo esonera alle sette e mezza e richiama il primo alle otto lo dobbiamo a lei. E’ lei che ci permette di poterci vantare di tutto ciò e c’è d’andarne fieri, vero “Presidente”?
Non le chiedo perchè il Palermo venga rifiutato da Viviani, da Defrel, da Gnahorè, da Araujo, da Calleri. Non le chiedo “dove sono i dodici milioni di euro che doveva spendere per l’attaccante in estate?”. Non le chiedo nemmeno dove sono i soldi della cessione di Paulo Dybala. Non le chiedo nemmeno perchè sta smobilitando la squadra. Non le chiedo perchè vuole far retrocedere il Palermo e Palermo.
Sa perchè non glielo chiedo? Perchè sono veneziano e la conosco bene, benissimo. Perchè ricordo i ritornelli dello stadio che voleva fare nella Città lagunare, perchè ricordo i proclami della “squadra più forte di sempre”, perchè so che per lei il calcio è un passepartout per mercanteggiare un investimento: una chiave per inserirsi nel tessuto sociale di una realtà cittadina come lo era il veneziano allora, come lo era ed è Palermo oggi.
Vuole retrocedere? Bene, si retroceda perchè la sua squadra è scarsa, priva di contenuti tecnici, professionali e soprattutto umani: un’accozzaglia di ragazzini pescati chissà dove senza criterio da sedicenti agenti che giocano a fare i Raiola dell’Est il tutto inserito in tessuto dirigenziale di signorsì che col calcio c’entrano quanto lei e l’etica. Non le nascondo l’invidia, da persona che di calcio ne capisce, per progetti tecnici che si basano sullo scouting di qualità, sugli investimenti oculati, sulla voglia di fare sport, di fare calcio.
Sì “Presidente” perchè a lei non si chiede lo Scudetto, la Champions o l’Europa League anche se lei s’è sempre riempito la bocca con questa parole, a lei non le si chiedono Messi o Ronaldo, si chiede, anzi, personalmente esigo, che il Palermo faccia il Palermo, che il Palermo reciti un ruolo consono alle sue possibilità economiche. Perchè non valiamo meno di un Chievo, di un Carpi o di un’Atalanta, o meglio, non è possibile lottare per non retrocedere (e retrocedere) con dieci volte le finanze di Frosinone e Carpi. C’è qualcosa che non torna e non serve essere un economista per capirlo.
Lei dirà “Tu non esigi un bel niente”. Tre anni fa disse ad un tifoso “Palermo ed i palermitani non avranno mai i soldi che ho investito”. Io invece esigo perchè sono una goccia in quel mare che si chiama “bacino d’utenza” che le permette di guadagnare 40 milioni di euro in diritti TV ogni anno, anche miei. Esigo perchè sono un abbonato alla pay-tv e perchè nel Palermo lei usa anche i miei soldi. Esigo perchè credo che nella vita, nel lavoro, nei rapporti ci voglia dignità, dignità anche nel tifare, dignità nel chiederle la cortesia di dire, chiaro e tondo “Voglio retrocedere e disfarmi del Palermo”, dignità nel chiederle di smettere di parlare d’investitori, del fatto che ha dato mandato a società, agenti o supereroi, di trovare acquirenti, soci da far entrare nel Palermo, dignità nel chiedere al Palermo di fare il Palermo. Non chiedo a lei d’investire soldi suoi, chiedo al Palermo di recitare la sua parte in maniera consona a quelle che sono le sue potenzialità.
Non le chiedo altro perchè se le chiedessi di comportarsi in proporzione a quanto lei ha avuto da Palermo e dai palermitani le chiederei veramente Messi o Ronaldo e lei non potrà mai restituire quanto Palermo le ha dato.

Chiedo troppo?

Francesco da Venezia



Da tifosirosanero.it
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #6 il: 10 Gennaio 2016, 09:53:59 am »
Ma, vista la situazione che si è venuta a creare nello spogliatoio grazie all'onnipotente (Ballardini e Sorrentino sono venuti quasi alle mani http://www.mediagol.it/palermo/palermo-sorrentino-e-ballardini-ai-ferri-corti-scintille-nel-ritiro-rosanero-e-portiere-in-dubbio-contro-il-verona/ ), la gara in oggetto, per me, è dal risultato scontato: una sconfitta.
Anche perchè, con un allenatore delegittimato dall'onnipotente, con giocatori, io quali auspicando il ritorno di Iachini, remeranno contro, quale altro risultato sarebbe possibile?
Il problema è che, con questo andazzo di spogliatoio, con l'onnipotente che continua imperterrito a portare giovani sconosciuti a Palermo, fregandosene dei risultati, con un allenatore, Ballardini, delegittimato e con un altro, Iachini, che, prima di tornare vuole delle garanzie, si va diritti diritti in B!
Ma questo non importa all'onnipotente, il quale non perderà occasione per accusare i tifosi per lasciare il Palermo, dando loro la colpa e dicendo che non meritano nulla.
In ogni caso, io da tifoso farei una protesta civile quanto eclatante allo stadio contro l'onnipotente e, se fossi in Ballardini, mi dimetterei.
Ma capisco che, questa ultima ipotesi, non sarà realizzabile perchè i soldi piacciono a tutti e Ballardini non è che fosse cercato da chissà quante società...

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8822
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #7 il: 10 Gennaio 2016, 11:51:44 am »
Scusami Alex, ma di cosa ti stupisci? Non serviva essere chissà quale intenditore di tattiche o genio della panchina per capire che separare Iachini e questo gruppo, per di più dopo una vittoria fondamentale in chiave salvezza come quella col Chievo, avrebbe avuto lo stesso effetto dirompente di un ordigno termonucleare su un peschereccio di Mazara del Vallo.

Poteva mettere Mourinho o Oronzo Canà al posto suo, non sarebbe cambiato nulla, Bastava semplicemente avere memoria e sapere che calcio giocato e Winning Eleven sono due discipline separate.

Sai che ti dico? Sono contento, perchè la sta facendo talmente sporca che difficilmente stavolta potrà passare in cavalleria. L'Italia gli ride dietro (e di riflesso purtroppo irride anche i nostri colori), anche la stampa locale inizia ad interrogarsi in diretta televisiva (una rivoluzione copernicana nell'orticello dell'ignavia e della modesta sopravvivenza professionale), l'esito ultimo stagionale è la retrocessione, per me inevitabile, a seguire la cancellazione del nome Palermo dalla mappa dei campionati professionistici.

Lo diciamo da anni, Cassandre più o meno inascoltate (io personalmente ho fatto una guerra scrivendo in continuazione di cifre e comportamenti sui blog di grido e nelle caselle email delle trasmissioni che andavano in onda il lunedì post partita, avessero mai accennato a qualcosa...), probabilmente è arrivato il momento in cui si compie il nostro destino.

Oggi uno fisso, qualunque altro risultato sarebbe da ufficio inchieste. Pazienza.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #8 il: 10 Gennaio 2016, 12:00:54 pm »
Sì Templare, è tutto giusto quello che tu scrivi, però, a che mi ricordi, non si era mai visto un presidente delegittimare il suo allenatore davanti i suoi giocatori.
E, per di più, una volta delegittimato, tanto per non farsi mancare nulla, lo riconferma.
Ma mi vuoi spiegare con quale stato d'animo possano giocare gli 11 in campo?
Ripeto, io, al posto di Ballardini mi sarei dimesso.
L'unica cosa che spero è che i giocatori si ricordino di essere professionisti e di dare tutto per il mestiere che fanno e per il quale vengono pagati.
Ma capisco che questa è utopia.
Comunque, per finire, spero che l'onnipotente se ne vada il prima possibile, prima di continuare a fare danni alla squadra ed all'immagine del Palermo e di Palermo.

Ciao
« Ultima modifica: 10 Gennaio 2016, 12:03:56 pm da alex10103 »

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2360
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #9 il: 10 Gennaio 2016, 01:46:17 pm »
1 fisso. Sul resto non perdo più nemmeno tempo a commentare. 
B,C, eccellenza, qualunque cosa, ma liberi.
ZAMPARINI VATTENE!!!!


Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2419
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #10 il: 10 Gennaio 2016, 04:54:54 pm »
La bella statuina di Ballardini a bordo campo, mi fa pensare che stasera ci saranno novitá in vista.
 8-) 8-)

Che poi a pensarci bene con zamparini tanta novitá non é !!?
 :$ :$

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2419
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #11 il: 10 Gennaio 2016, 06:15:22 pm »
Partitaccia !!!

Adesso vediamo cosa succederà, ma di certo Ballardini se dovesse essere confermato è meglio che fa l'allenatore o si dimetta !!

Che casino !!!!

Saluti
Enzo

 
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2360
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #12 il: 10 Gennaio 2016, 06:15:45 pm »
Il pubblico di Verona avrebbe meritato di vincere.

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2419
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #13 il: 10 Gennaio 2016, 06:28:46 pm »
Il pubblico di Verona avrebbe meritato di vincere.

Se è per questo, anche la squadra !!

30 tiri in porta !!!!
 8-) 8-) 8-) 8-) 8-)

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2360
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Verso Verona Palermo.
« Risposta #14 il: 10 Gennaio 2016, 06:32:04 pm »
Il pubblico di Verona avrebbe meritato di vincere.

Se è per questo, anche la squadra !!

30 tiri in porta !!!!
 8-) 8-) 8-) 8-) 8-)

Saluti
Enzo
verissimo