Autore Topic: ...na succiurutu nenti!!!...  (Letto 3707 volte)

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1930
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #15 il: 30 Marzo 2016, 05:10:04 pm »
D'accordo con Marco Tullio e Vasco sulla loro interpretazione dei fatti che hanno coinvolto il Catania l'estate scorsa, ma anche d'accordo con Gaspare e quant'altri dicono che il Catania è stato punito eccessivamente se non impropriamente.
Il quadro della situazione che mi sono fatto già da un pezzo e che tutto ciò che è successo al Catania negli ultimi tre anni è figlio della situazione imprenditoriale/finanziaria do beddu cocciu mappassotu. A partire dall'ingresso di Cosentino in seno al Calcio Catania 1946, l'idiota utile come è stato soprannominato da qualcuno, utile per firmare bilanci fasulli che un Lo Monaco o un Gasparin, o chiunque altro, non avrebbero mai firmato, per continuare con la storiella altrettanto fasulla delle pallottole spedite all'infame di Malpasso buona solo per farsi mettere il telefono sotto controllo dalla polizia per poi quindi farsi beccare volutamente con le mani nel sacco a giocare con i treni, e per poi confessare rapidamente e dissolutamente buttando la croce addosso alla società, ai suoi tifosi e ad un'intera città. Il perché ha fatto tutto questo ancora non riesco proprio a spiegarmelo, ma al Pulvirenti sciocco e ingenuo io non ci ho mai creduto. Ha fatto tutto volutamente e premeditatamente, e nuauttri semu cca a piangerne le conseguenze.
La giustizia sportiva è imperfetta in quanto non prevede che certi presidenti, a un certo punto, si giocano e si vendono l'integrità e la dignità di società sportive e tifoserie integerrime come la nostra, utilizzando cinicamente e crudelmente le loro proprietà per i loro loschi affari che nulla hanno a che fare con lo sport.
Il Catania lo scorso anno si è salvato lecitamente sul campo e non doveva essere né retrocesso né penalizzato. Pulvirenti invece doveva essere radiato a vita, rinchiuso in galera e mandato a spaccare pietre in qualche sciara malpassota.
Caro Davide e cari tutti,
Tante volte, anzi tantissime volte ho pensato per filo e per segno quello che dici adesso...preciso preciso non una parola in piu' non una parola in meno...e ogni volta mi fermo davanti ad una semplice domanda: Perche'?
Perche' puo' essere utile e a chi puo' essere utile il Catania in legapro?
Puo' essere utile e perche' al capostazione?

Quando il capostazione ha confessato era venuta fuori la notizia da fonti ufficiali che era stato apprezzato il fatto che aveva collaborato e resi noti fatti rilevanti...quali fatti? Che fine hanno fatto?

Sapremo mai la verita' su questa storia? Perche' certamente non e' quella che sappiamo.

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #16 il: 30 Marzo 2016, 06:31:39 pm »
D'accordo con Marco Tullio e Vasco sulla loro interpretazione dei fatti che hanno coinvolto il Catania l'estate scorsa, ma anche d'accordo con Gaspare e quant'altri dicono che il Catania è stato punito eccessivamente se non impropriamente.
Il quadro della situazione che mi sono fatto già da un pezzo e che tutto ciò che è successo al Catania negli ultimi tre anni è figlio della situazione imprenditoriale/finanziaria do beddu cocciu mappassotu. A partire dall'ingresso di Cosentino in seno al Calcio Catania 1946, l'idiota utile come è stato soprannominato da qualcuno, utile per firmare bilanci fasulli che un Lo Monaco o un Gasparin, o chiunque altro, non avrebbero mai firmato, per continuare con la storiella altrettanto fasulla delle pallottole spedite all'infame di Malpasso buona solo per farsi mettere il telefono sotto controllo dalla polizia per poi quindi farsi beccare volutamente con le mani nel sacco a giocare con i treni, e per poi confessare rapidamente e dissolutamente buttando la croce addosso alla società, ai suoi tifosi e ad un'intera città. Il perché ha fatto tutto questo ancora non riesco proprio a spiegarmelo, ma al Pulvirenti sciocco e ingenuo io non ci ho mai creduto. Ha fatto tutto volutamente e premeditatamente, e nuauttri semu cca a piangerne le conseguenze.
La giustizia sportiva è imperfetta in quanto non prevede che certi presidenti, a un certo punto, si giocano e si vendono l'integrità e la dignità di società sportive e tifoserie integerrime come la nostra, utilizzando cinicamente e crudelmente le loro proprietà per i loro loschi affari che nulla hanno a che fare con lo sport.
Il Catania lo scorso anno si è salvato lecitamente sul campo e non doveva essere né retrocesso né penalizzato. Pulvirenti invece doveva essere radiato a vita, rinchiuso in galera e mandato a spaccare pietre in qualche sciara malpassota.
Caro Davide e cari tutti,
Tante volte, anzi tantissime volte ho pensato per filo e per segno quello che dici adesso...preciso preciso non una parola in piu' non una parola in meno...e ogni volta mi fermo davanti ad una semplice domanda: Perche'?
Perche' puo' essere utile e a chi puo' essere utile il Catania in legapro?
Puo' essere utile e perche' al capostazione?

Quando il capostazione ha confessato era venuta fuori la notizia da fonti ufficiali che era stato apprezzato il fatto che aveva collaborato e resi noti fatti rilevanti...quali fatti? Che fine hanno fatto?

Sapremo mai la verita' su questa storia? Perche' certamente non e' quella che sappiamo.

Caro Giovanni il perché purtroppo non te lo so spiegare, perché non lo so neppure io, ma certamente non credo alla storiella di Pulvirenti che non sapeva, o non pensava, o che non gli passava nemmeno per l'anticamera del cervello, che il suo telefono fosse sotto il controllo della polizia.
Come hai detto tu, la verità non è quella che sappiamo, e non è nemmeno quella che ci raccontano. C'è un solo modo per venire a capo della verità: legare Pulvirenti all'elefante di piazza Duomo, metterlo sotto tortura e strappargli la vera verità dalla bocca. Come dicono alcuni in questo forum, nel caso la verità saltasse fuori, tutto il baraccone del calcio, il bel giocattolo manipolato da un pugno di malfattori senza scrupoli, cadrebbe rumorosamente giù, ma almeno noi tifosi rossazzurri potremo ritrovare la pace e la serenità perdute da tempo.

Offline Peppenappa

  • Utente
  • ***
  • Post: 187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #17 il: 31 Marzo 2016, 02:01:26 pm »
Gaspare finalmente  =D>
Ovviamente gli quoto anche i puntini di sospensione.
Nelson  =D> Vogliamo parlare anche di quelli che si professano tifosi rossazzurri, ma farneticano come potrebbe fare un palermitano, con fangate tipo: da "fonte certa" Pulvirenti scommetteva e comprava partite ben prima dell'anno scorso, ad iniziare da Catania - Albinoleffe, che è valsa la promozione in A, ma nessuno - poverini- li ha mai ascoltati quando già ai tempi lo denunciavano? O di quelli che "ad Acireale avevano ragione, dovremmo chiedergli scusa"? O "Pulvirenti il miglior presidente della storia del Catania"? Ridicoli, incuranti del loro autolesionismo con quell'aria arrogante e presuntuosa di detentori della morale e della verità.
Gaspare rimani
Ciao
Giuseppe Napoli

 

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1930
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #18 il: 31 Marzo 2016, 02:40:51 pm »
D'accordo con Marco Tullio e Vasco sulla loro interpretazione dei fatti che hanno coinvolto il Catania l'estate scorsa, ma anche d'accordo con Gaspare e quant'altri dicono che il Catania è stato punito eccessivamente se non impropriamente.
Il quadro della situazione che mi sono fatto già da un pezzo e che tutto ciò che è successo al Catania negli ultimi tre anni è figlio della situazione imprenditoriale/finanziaria do beddu cocciu mappassotu. A partire dall'ingresso di Cosentino in seno al Calcio Catania 1946, l'idiota utile come è stato soprannominato da qualcuno, utile per firmare bilanci fasulli che un Lo Monaco o un Gasparin, o chiunque altro, non avrebbero mai firmato, per continuare con la storiella altrettanto fasulla delle pallottole spedite all'infame di Malpasso buona solo per farsi mettere il telefono sotto controllo dalla polizia per poi quindi farsi beccare volutamente con le mani nel sacco a giocare con i treni, e per poi confessare rapidamente e dissolutamente buttando la croce addosso alla società, ai suoi tifosi e ad un'intera città. Il perché ha fatto tutto questo ancora non riesco proprio a spiegarmelo, ma al Pulvirenti sciocco e ingenuo io non ci ho mai creduto. Ha fatto tutto volutamente e premeditatamente, e nuauttri semu cca a piangerne le conseguenze.
La giustizia sportiva è imperfetta in quanto non prevede che certi presidenti, a un certo punto, si giocano e si vendono l'integrità e la dignità di società sportive e tifoserie integerrime come la nostra, utilizzando cinicamente e crudelmente le loro proprietà per i loro loschi affari che nulla hanno a che fare con lo sport.
Il Catania lo scorso anno si è salvato lecitamente sul campo e non doveva essere né retrocesso né penalizzato. Pulvirenti invece doveva essere radiato a vita, rinchiuso in galera e mandato a spaccare pietre in qualche sciara malpassota.
Caro Davide e cari tutti,
Tante volte, anzi tantissime volte ho pensato per filo e per segno quello che dici adesso...preciso preciso non una parola in piu' non una parola in meno...e ogni volta mi fermo davanti ad una semplice domanda: Perche'?
Perche' puo' essere utile e a chi puo' essere utile il Catania in legapro?
Puo' essere utile e perche' al capostazione?

Quando il capostazione ha confessato era venuta fuori la notizia da fonti ufficiali che era stato apprezzato il fatto che aveva collaborato e resi noti fatti rilevanti...quali fatti? Che fine hanno fatto?

Sapremo mai la verita' su questa storia? Perche' certamente non e' quella che sappiamo.

Caro Giovanni il perché purtroppo non te lo so spiegare, perché non lo so neppure io, ma certamente non credo alla storiella di Pulvirenti che non sapeva, o non pensava, o che non gli passava nemmeno per l'anticamera del cervello, che il suo telefono fosse sotto il controllo della polizia.
Come hai detto tu, la verità non è quella che sappiamo, e non è nemmeno quella che ci raccontano. C'è un solo modo per venire a capo della verità: legare Pulvirenti all'elefante di piazza Duomo, metterlo sotto tortura e strappargli la vera verità dalla bocca. Come dicono alcuni in questo forum, nel caso la verità saltasse fuori, tutto il baraccone del calcio, il bel giocattolo manipolato da un pugno di malfattori senza scrupoli, cadrebbe rumorosamente giù, ma almeno noi tifosi rossazzurri potremo ritrovare la pace e la serenità perdute da tempo.
Caro Davide...e proprio in virtu' di cio' che dici e che io ho evidenziato che io non ho perso nessuna serenita' e pace...certo sono inbufalito per i risultati che sono davanti agli occhi di tutti...ma non mi sento come tifoso della mia squadra moralmente inferiore a nessuno...proprio nessuno.
...e quindi Fozza Catania

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #19 il: 31 Marzo 2016, 04:14:30 pm »
Caro Davide...e proprio in virtu' di cio' che dici e che io ho evidenziato che io non ho perso nessuna serenita' e pace...certo sono inbufalito per i risultati che sono davanti agli occhi di tutti...ma non mi sento come tifoso della mia squadra moralmente inferiore a nessuno...proprio nessuno.
...e quindi Fozza Catania

Beh Giovanni neanch'io mi sento inferiore a nessuno...ma proprio nessuno! Anzi mi sento superiore a molti dei tifosi delle strisciate i quali pur di vincere qualche coppetta o tricolore preferiscono tifare per squadre che non rappresentano le loro città di provenienza e, ancora peggio, quando le loro amate strisciate giocano contro le squadre delle loro città, tifano contro le loro stesse radici.
Quando parlavo di pace e serenità perdute mi riferivo al fatto che fino a tre anni fa eravamo beatamente nella massima serie, mentre adesso buttiamo lacrime e sangue in serie C senza ancora sapere o poter capire perché e percome. Ecco...sapere o poter capire il perché e percome restituirebbe, almeno a me, non so ad altri, un minimo di pace dell'animo.   

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #20 il: 03 Aprile 2016, 10:56:15 am »
Buongiorno
Il tentato illecito si punisce come l'illecito

Ma la pena accessoria,penalizzazione,non doveva essere irrogata.

Tutto qua.


Non sono nemmeno d'accordo con il "a me interessa solo se il Catania e' pulito"

Perche' cose simili si fanno in gruppo,oggi non tocca ad un mio giocatore domani si.Ed anche se il proprietario non fa cose simili venire a conoscenze che calciatori della mia squadra hanno alterato risultati mi fara' sempre restare con il dubbio.

E' non ci diamo  meriti

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:...na succiurutu nenti!!!...
« Risposta #21 il: 04 Aprile 2016, 06:10:35 pm »
Casorezzo (MI), 4 Aprile 2016
Gentili amici,
dimenticavo di esprimere il mio sollievo per Prina, l'allenatore della Virtus Entella nella scorsa stagione, esonerato dopo tre sconfitte consecutive, il quale affermò che le cinque vittorie consecutive del Catania furono la causa del suo allontanamento, perché la situazione dei Liguri si era fatta critica proprio per i progressi in classifica dei rossazzurri: ora che sappiamo che la combine fu solo tentata, spero che anche lui si senta sollevato e prenda atto che il suo esonero fu frutto esclusivamente dei risultati scadenti della sua squadra. Peraltro, aggiunse che, in occasione della partita vinta 2-0 a nostro danno, aveva visto gli avversari, cioè noi, molto male, come a dire che solo, comprando cinque gare, i nostri avrebbero potuto risalire la china, dimenticando, naturalmente, le cinque pappine dell'andata. Povero Prina, senza panchina, ma, suppongo, ancora a carico dell'Entella. Cordialmente,
Marco Tullio Messina
Nuovo Catania, nuovo nome