Autore Topic: Nuova proprietà Calcio Catania  (Letto 71812 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #60 il: 31 Agosto 2015, 11:50:42 am »
La mia fonte è il buon senso. Sopravvivere in Lega Pro è molto difficile come si vede dal numero di squadre che anche quest'anno mancano all'appello. Pulvirenti è al capolinea come imprenditore, a meno che non intacchi il suo tesoretto messo da parte per l'eventuale latitanza.

La WJ non è fallita, ma non vola più, che perf i passeggeri è lo stesso. E comunque il processo va avanti e le accuse peggiorano, tanto che il concordato potrebbe decadere con ovvie conseguenze. A mio avviso scapperà appena le cose dovessero mettersi male al punto da fargli rischaire il carcere.

Pulvirenti poi ha detto che non è stato facile sborsare i tre milioni per l'iscrizione alla B. Il messaggio è chiaro.
Quindi mi auguro con tutto il cuore che ceda la società al più presto, altrimenti è faciel imamginare che finiremo come la Reggina.

...ma guarda Bua...al di là della veridicità sulle presunte difficoltà dichiarate dal Capostazione...stiamo dicendo la medesima cosa: non è più in condizioni di garantire un futuro al Catania...al massimo il presente...solo che a differenza tua non credo che se non avviene la cessione societaria entro questa stagione, faremo la fine della Reggina...
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #61 il: 31 Agosto 2015, 12:10:29 pm »
Sulla cessione della Società non ci sono dubbi. Questo è il punto fermo a cui si  arriverà.
È il tempo di mezzo quello su cui non concordiamo. Ora è chiaro che in una situazione come quella in cui si trovava il Catania il 30 giugno, non era facile oggettivamente tirar fuori 3 mln di euro. Quali prospettive c'erano? Si parlava di radiazione a addio.

Non sto dando alcun merito a Pulvirenti, ma sto facendo notare che ha fatto quello che si doveva. Cambiando radicalmente il suo modo di comportarsi da due anni a quel momento. Andava cacciato Gasparin? Andava messo nelle mani di un incapace? Andavano illusi i tifosi con i nomi eclatanti di giocatori finiti o sopravvalutati, ma egualmente in grado di generare aspettative (e quote bet)?.....ecc. ecc.

Ora il Catania è in mano a quelli che in maniera ingenerosa vengono definiti i suoi "scagnozzi", i quali stanno operando come dirigenti "veri" quali effettivamente sono.  Se Pitino sconta il suo passato atletista, su  Bonanno non si esagera se si dice che il Catania dei bei tempi è stato anche una sua creatura oltre che del deus Lo Monaco. Così come Milazzo è stato un fedele impiegato del Catania, prima che di Pulvirenti. È questo il tempo di mezzo, non Pulvirenti, e penso che a loro una possibilità vada data. Altrimenti avremmo messo la mano sulla testa di chi sta affogando e sta provando a stare a galla e a raggiungere la riva. E se anche alla fine dovesse accadere ciò che paventa Bua, io non vorrei anticipare i tempi o peggio ancora essere concausa.

« Ultima modifica: 31 Agosto 2015, 12:25:18 pm da vasco »

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5531
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #62 il: 04 Settembre 2015, 11:59:56 am »
Riprendo il discorso che avevo incrociato nel topic sull'organico 2015-'16.
A Catanista, tale Vittorio Galigani di TuttoLegaPro, penso solo omonimo del nostro DS del 1993-'94, quest'ultimo peraltro coinvolto marginalmente nelle ultime vicende di calcioscommesse, dice senza mezzi termini che secondo lui c'è un patto fra LM e Pulvirenti per mero interesse economico, e lo dimostrerebbe il fatto che al Catania stanno lavorando due uomini di fiducia dell'ex AD.
La riporto giusto come un'altra voce, che potrebbe spiegare perché il patron ha interessde a non cedere (valore di TdG):

http://www.cataniaunafede.com/index.php/news/rassegna-stampa-radio/23433-vittorio-galigani-ipotesi-lo-monaco

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #63 il: 04 Settembre 2015, 12:49:39 pm »
Riprendo il discorso che avevo incrociato nel topic sull'organico 2015-'16.
A Catanista, tale Vittorio Galigani di TuttoLegaPro, penso solo omonimo del nostro DS del 1993-'94, quest'ultimo peraltro coinvolto marginalmente nelle ultime vicende di calcioscommesse, dice senza mezzi termini che secondo lui c'è un patto fra LM e Pulvirenti per mero interesse economico, e lo dimostrerebbe il fatto che al Catania stanno lavorando due uomini di fiducia dell'ex AD.
La riporto giusto come un'altra voce, che potrebbe spiegare perché il patron ha interessde a non cedere (valore di TdG):

http://www.cataniaunafede.com/index.php/news/rassegna-stampa-radio/23433-vittorio-galigani-ipotesi-lo-monaco

...ha una sua logica, senza dubbio...anche solo per il fatto, che per interessi economici di un certo livello nel calcio moderno si è disposti pure a baciarsi con la lingua dopo essersi presi a bastonate...però anche io sapevo che Ferringno aveva litigato di brutto con Lo Monaco...ma so pure che il nostro ex A.D. aspettava proprio la caduta del suo ex datore di lavoro per rientrare in quella che lui considera la sua creatura, TdG...  8-)

...boooooohhhhhh!!! ...
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #64 il: 04 Settembre 2015, 07:15:42 pm »
Ora il Catania è in mano a quelli che in maniera ingenerosa vengono definiti i suoi "scagnozzi", i quali stanno operando come dirigenti "veri" quali effettivamente sono.  Se Pitino sconta il suo passato atletista, su  Bonanno non si esagera se si dice che il Catania dei bei tempi è stato anche una sua creatura oltre che del deus Lo Monaco. Così come Milazzo è stato un fedele impiegato del Catania, prima che di Pulvirenti. È questo il tempo di mezzo, non Pulvirenti, e penso che a loro una possibilità vada data. Altrimenti avremmo messo la mano sulla testa di chi sta affogando e sta provando a stare a galla e a raggiungere la riva. E se anche alla fine dovesse accadere ciò che paventa Bua, io non vorrei anticipare i tempi o peggio ancora essere concausa.

Vasco sono io quello che ha definito "scagnozzi" i vari Milazzo, Bonanno e compagnia bella, più che altro per indicare che il loro datore di lavoro, colui dal quale prendono ordini e busta paga, è sempre l'infame malpassoto. Ma convengo sul fatto che la parola che ho usato è piuttosto pesante.
Tu li hai definiti dei "dirigenti veri", e io mi auguro di rivederli all'opera in seno alla nuova proprietà che spero rilevi quanto più presto possibile la società dalle mani impure di chi ha infangato il buon nome della città, della tifoseria e della squadra (anche se a dir la verità preferirei che la nuova proprietà porti con sé gente completamente nuova per tutti i ruoli dirigenziali e non, così da dare un nettissimo taglio con il nostro recente passato alquanto lugubre e infamante).

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #65 il: 05 Settembre 2015, 01:55:15 am »
Davide, voglio chiarire che io rispetto il modo di vedere e il giudizio degli altri. Ho usato il termine "ingeneroso" soprattutto per un motivo personale, perchxc io accolgo con favore tutto ciò che non si chiama Pulvirenti. Solo chi e tifoso appassionato del Catania può comprendere la reazione di ribrezzo e di rifiuto che provo solo a sentirne il nome o ascoltarne la voce nelle varie interviste.
E per combattere questo malessere ho deciso di cancellarlo, di fare finta che non c'é, che non esiste, mentre al contrario tutto ciò che mi riporta al Catania serve a superare lo choc de 23 giugno. Ora se i tre dirigenti vanno giudicati bene o male lo capiremo subito, dal campowkmmaà(ma lo stiamo già capendo dalla campagna acquisti): se sarà una squadra da "scommesse" in continuità con gli ultimi due anni o se sarà una squadra da competizione sportiva, dove si può vincere o perdere, ma sempre con grande rispetto per lo sport

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #66 il: 05 Settembre 2015, 12:31:18 pm »
È di oggi la notizia che il Genoa dopo una lunga trattativa (si parla di due anni), sta per cambiare proprietà essendo oggetto di interesse da parte di un gruppo americano. Nell'articolo si sottolinea la lunghezza della trattativa, in seguito ad un'attenta ed approfondita analisi dei bilanci societari.


Riporto questa notizia perchè è emblematica di come vanno le cose nelle cessioni di società sportive, quando l'aquirente è serio e vuole vederci chiaro su cosa lo aspetta. Ciò dovrebbe avvenire a maggior ragione con il Catania, patrimonializzato con la struttura di TdG e con un vincolo del tribunale fallimentare che lo esporrebbe a revocatoria nel caso in cui i valori non fossero congrui.


In pratica dobbiamo avere pazienza e aspettare perché  acquistare il Catania non sarà come prendere un mazzo di lattughe al mercato.
« Ultima modifica: 05 Settembre 2015, 12:33:36 pm da vasco »

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #67 il: 05 Settembre 2015, 01:45:01 pm »
In pratica dobbiamo avere pazienza e aspettare perché  acquistare il Catania non sarà come prendere un mazzo di lattughe al mercato.

Infatti. Lo dico da un po' di tempo. E questo non significa che ci accolliamo volentieri l'attuale proprietà  ;-). Tutt'altro...
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5531
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #68 il: 05 Settembre 2015, 02:15:35 pm »
In pratica dobbiamo avere pazienza e aspettare perché  acquistare il Catania non sarà come prendere un mazzo di lattughe al mercato.

Infatti. Lo dico da un po' di tempo. E questo non significa che ci accolliamo volentieri l'attuale proprietà  ;-). Tutt'altro...

Senz'altro. Aggiungo che però ceh lòa nostra situazione è ancora più complessa dal momento che veniamo da due retrocessioni consecutive chre rischiano di farci collassare.

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #69 il: 05 Settembre 2015, 02:23:24 pm »
In pratica dobbiamo avere pazienza e aspettare perché  acquistare il Catania non sarà come prendere un mazzo di lattughe al mercato.

Infatti. Lo dico da un po' di tempo. E questo non significa che ci accolliamo volentieri l'attuale proprietà  ;-). Tutt'altro...

Senz'altro. Aggiungo che però ceh lòa nostra situazione è ancora più complessa dal momento che veniamo da due retrocessioni consecutive chre rischiano di farci collassare.

Indubbiamente, Bua.
Anche io la vedo così.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #70 il: 05 Settembre 2015, 05:57:49 pm »
Carusi, questo tipo di trattative avvengono sempre in gran segreto, non aspettiamoci di seguirla passo, passo in diretta. Un giorno, quando la trattativa sarà conclusa, si presenterà un signore un signore che ci dirà: "Eccomi sono il nuovo proprietario del Catania ......", oppure: "Volevo comprare il Catania, ma ....."

Noi non possiamo fare altro che aspettare e sperare che, nel frattempo, la situazione non precipiti.  :^(
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #71 il: 05 Settembre 2015, 07:50:53 pm »
Il 23 giugno non avrei pensato che il Catania potesse rimanere fra i professionisti, quindi la situazione di ora mi sembra addirittura rosea. Sarò troppo ottimista ma io ritango che siamo si in una situazione difficile, ma non disperata, con la concreta possibilità di mantenere la categoria nell'attesa del necessario cambio di proprietà.


Quanto dureranno le trattative e se ci saranno trattative al momento é un fatto fuori dalla nostra conoscenza, anche se, credo, qualcosa trapelerà in quanto siamo nella terra in cui, a differenza di quanto comunemente si crede, nessuno sa farsi i cchiffari sòin maniera assoluta. Ci saranno sempre dei bene informati che spareranno m.chiate e persone che faranno sapere.....

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5531
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #72 il: 17 Settembre 2015, 12:58:37 pm »
Il 23 giugno non avrei pensato che il Catania potesse rimanere fra i professionisti, quindi la situazione di ora mi sembra addirittura rosea. Sarò troppo ottimista ma io ritango che siamo si in una situazione difficile, ma non disperata, con la concreta possibilità di mantenere la categoria nell'attesa del necessario cambio di proprietà.


Quanto dureranno le trattative e se ci saranno trattative al momento é un fatto fuori dalla nostra conoscenza, anche se, credo, qualcosa trapelerà in quanto siamo nella terra in cui, a differenza di quanto comunemente si crede, nessuno sa farsi i cchiffari sòin maniera assoluta. Ci saranno sempre dei bene informati che spareranno m.chiate e persone che faranno sapere.....

Qualcosa comincia a trapelare: il gruppo Avelar si è detto pronto a cominciare la trattativa in quanto ha fornito i documenti richiesti, dal Catania hanno risposto che sono in attesa di ricevere la stima dell'asset dagli incaricati. Non avrei nulla da ridire su quest'ultima osservazione se non fosse che non precisano quando arriverà questa stima.

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #73 il: 17 Settembre 2015, 02:49:43 pm »
Il 23 giugno non avrei pensato che il Catania potesse rimanere fra i professionisti, quindi la situazione di ora mi sembra addirittura rosea. Sarò troppo ottimista ma io ritango che siamo si in una situazione difficile, ma non disperata, con la concreta possibilità di mantenere la categoria nell'attesa del necessario cambio di proprietà.


Quanto dureranno le trattative e se ci saranno trattative al momento é un fatto fuori dalla nostra conoscenza, anche se, credo, qualcosa trapelerà in quanto siamo nella terra in cui, a differenza di quanto comunemente si crede, nessuno sa farsi i cchiffari sòin maniera assoluta. Ci saranno sempre dei bene informati che spareranno m.chiate e persone che faranno sapere.....

Qualcosa comincia a trapelare: il gruppo Avelar si è detto pronto a cominciare la trattativa in quanto ha fornito i documenti richiesti, dal Catania hanno risposto che sono in attesa di ricevere la stima dell'asset dagli incaricati. Non avrei nulla da ridire su quest'ultima osservazione se non fosse che non precisano quando arriverà questa stima.

E secondo me una società che avesse la seria intenzione di cedere, e che da quasi due mesi ha annunciato pubblicamente per bocca del suo esponente di maggioranza la messa in vendita del club, avrebbe calcolato la stima dell'oggetto della vendita già da parecchio tempo.
Viremu comu finisci.
« Ultima modifica: 17 Settembre 2015, 02:51:33 pm da Davide da Miami »

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5531
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Nuova proprietà Calcio Catania
« Risposta #74 il: 17 Settembre 2015, 03:03:24 pm »
Il 23 giugno non avrei pensato che il Catania potesse rimanere fra i professionisti, quindi la situazione di ora mi sembra addirittura rosea. Sarò troppo ottimista ma io ritango che siamo si in una situazione difficile, ma non disperata, con la concreta possibilità di mantenere la categoria nell'attesa del necessario cambio di proprietà.


Quanto dureranno le trattative e se ci saranno trattative al momento é un fatto fuori dalla nostra conoscenza, anche se, credo, qualcosa trapelerà in quanto siamo nella terra in cui, a differenza di quanto comunemente si crede, nessuno sa farsi i cchiffari sòin maniera assoluta. Ci saranno sempre dei bene informati che spareranno m.chiate e persone che faranno sapere.....

Qualcosa comincia a trapelare: il gruppo Avelar si è detto pronto a cominciare la trattativa in quanto ha fornito i documenti richiesti, dal Catania hanno risposto che sono in attesa di ricevere la stima dell'asset dagli incaricati. Non avrei nulla da ridire su quest'ultima osservazione se non fosse che non precisano quando arriverà questa stima.

E secondo me una società che avesse la seria intenzione di cedere, e che da quasi due mesi ha annunciato pubblicamente per bocca del suo esponente di maggioranza la messa in vendita del club, avrebbe calcolato la stima dell'oggetto della vendita già da parecchio tempo.
Viremu comu finisci.

Infatti se bluffano si sputtaneranno da soli, perché non potranno inventarsi scuse all'infinito.