Autore Topic: CATANIA - Napoli  (Letto 8200 volte)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #30 il: 27 Marzo 2014, 04:19:30 am »
2 a 4. E cchi mi ni futta, quannu pensu o stadiu novu mi scialu da cuntintizza.


Pulvirenti....aiutatelo....non capisce più niente. Si cassariau completamente.

É da quando abbiamo intravisto la "mala annata", diciamo a ottobre, che in questo forum cerchiamo di aiutare il Presidente con analisi e buoni consigli. A dicembre, poi, certificata l'incompetenza dei nuovi collaboratori e in previsione del durissimo (per come era messo il Catania, non solo in classifica, ma con la testa dei giocatori) girone di ritorno, auspicavamo un ritorno ad una organizzazione tradizionale, quella che aveva dato i grandi risultati, con un DS capace e di esperienza, che gestisse con polso fermo la squadra e facesse una campagna acquisti adeguata alle lacune fin lì manifestate. Niente di tutto questo: si é preferito dare la colpa alla sfortuna (che ha avuto la sua parte, nessun dubbio) e continuare a far gestire i rapporti con i giocatori (che guardano alla carriera e all'ingaggio) da un procuratore "pentito" ma con ben in vista i suoi vivi interessi.

Perché il Presidente ci ha portato in questa situazione? In un'annata in cui i valori in basso erano ampiamente alla portata del Catania ci ritroviamo ultimi in classifica e con 6 punti da recuperare; ma la testa dei giocatori ormai é andata e anche l'allenatore che, sia pur con i suoi limiti tecnici, aveva dimostrato l'anno scorso di saper "tenere " la squadra, ormai mi sembre impotente. La partita di oggi ne é la dimostrazione: squadra scollata, distanze non rispettate, movimenti dei singoli scoordinati da quelli dei compagni (il portiere zmanco la palla in uscita si riesce a chiamare più)

Cchi voli fari Pulvirenti? É cummintu e aiutu nun ci nne.
« Ultima modifica: 27 Marzo 2014, 04:21:01 am da vasco »

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #31 il: 27 Marzo 2014, 08:52:36 am »
Tifo Catania da...no lasciamo perdere. Ho visto retrocessioni, hanno tentato di seppellirmi vivo...ma mai mi sono sentito come ieri... la mia squadra mi ha tradito. Il mio presidente, i miei giocatori....Il mio pubblico. Il pubblico...fischiare la squadra prima della partita, esultare ai gol degli avversari..forse saro' sbagliato..Ma non e' questo lo standard di pubblico. Non per me. Detto questo..Retrocediamo in silenzio. L'ultima cosa..Presidente lo stadio sara' pronto fra due anni..Noi saremo in A fra due anni?

umastru

  • Visitatore
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #32 il: 27 Marzo 2014, 09:16:42 am »
Tifo Catania da...no lasciamo perdere. Ho visto retrocessioni, hanno tentato di seppellirmi vivo...ma mai mi sono sentito come ieri... la mia squadra mi ha tradito. Il mio presidente, i miei giocatori....Il mio pubblico. Il pubblico...fischiare la squadra prima della partita, esultare ai gol degli avversari..forse saro' sbagliato..Ma non e' questo lo standard di pubblico. Non per me. Detto questo..Retrocediamo in silenzio. L'ultima cosa..Presidente lo stadio sara' pronto fra due anni..Noi saremo in A fra due anni?
Marco, i fischi fanno male, ma una volta erano invasioni. Io non sò cosa avrei fatto se ero allo stadio, facile che avrei fischiato anch'io all'inizio, questi per la maggior parte stanno dimostrando di avere il carattere di uno struzzo, testa nella sabbia e c.u.l.o al vento.
"U Mastru"

Offline franco-ct al nord

  • Utente
  • ****
  • Post: 688
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #33 il: 27 Marzo 2014, 09:20:51 am »
Buongiorno,
nessuna comunicazione di Maran circa le sue dimissioni?
Sta ancora riposando o sta pensando alla prossima cufinata di gol che prenderemo?
Pulvirenti....arrusbigghiti!!!!!

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #34 il: 27 Marzo 2014, 09:34:25 am »
I fischi prima dell'incontro sono inaccettabili.
La squadra è allo sbando, si sbagliano le cose più semplici e solo l'arrivo di qualche giovane e lo sbracamento del Napoli (che secondo me non ha voluto infierire su una squadra "amica" (stile Fiorentina) ) ci hanno consentito di non toccare il fondo.
Che dire: nonostante abbia difeso Maran in ogni occasione credo che adesso debba andare via, Persistendo con il 532 (perchè di questo si tratta) per "prima non prenderle" ha decretato la debacle di un Catania che anche ieri, a sprazzi e specialmente nel secondo tempo, ha dimostrato vitalità e voglia di uscire dalla palude.
In ogni caso siamo a -6 dalla salvezza; io ancora ci credo.

Andujar: con queste prove si è giocato il mondiale quindi è inutile insistere su di lui. Puntiamo su Frison e come finisce si racconta.
Maran: fossi in lui mi dimetterei ma tant'è. Quali sono le alternative a lui? Il "messia del management" è meglio che si fermi ad Eboli; altri nomi? io non ne vedo allenatori liberi e che in questo momento sappiano dare la scossa giusta a dei giocatori che oramai sono demotivati e già stanno programmando il futuro lontano da Catania.


Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #35 il: 27 Marzo 2014, 10:56:47 am »
Mandare via Maran........e poi? Chi é capace di individuare lo Zenga o il Mihajlovic di turno e soprattutto chi lo supporterá nella gestione di un gruppo di giocatori che adesso, consapevolmente o incosciamente, sta pensando a come si svilupperá la propria carriera e a quale sará l'ingaggio fra tre mesi?

Maran é l'allenatore degli ottimi pareggi contro l'Inter (in crisi, daccordo, ma pur sempre fuori casa) e contro il magnifico Parma del ds Leonardi, dell'allenatore Donadoni e del presidente Ghirardi che aveva fatto un inizio di campionato peggiore del Catania; é l'allenatore della vittoria contro la Lazio. Maran commette i suoi errori, ma il problema del Catania é altrove e solo cambiando Maran non si risolverá un bel niente.
« Ultima modifica: 27 Marzo 2014, 10:58:32 am da vasco »

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #36 il: 27 Marzo 2014, 11:02:41 am »
Cosa commentare? non ne ho voglia , e poi avete detto tutto voi. Nella mente ancora sconvolta, solo un dato mi balza in maniera nitida. Che avevamo un ces so di portiere era gia' ampiamente acclarato, ma che sapesse fare anche la donzelletta che vien dalla campagna in sul calar del sole e' un inedito del vasto repertorio fantozziano do putteri di l'Aggintina  >:(
Sul terzo gol ha sfarfalleggiato... gli mancava il retino. Sugli altri primi due gol ci ha messo anche il suo marchio di fabbrica: " a 'mpracata".
Su Maran sorvoliamo, anche lui ha dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, di avere grandi doti di  stratega con la mossa di mettere Bellusci a sinistra e Monzon a vagare per il campo indifferente di quello che accadeva in difesa: su quella fascia Callejon l'ha fatta da padrone seminando il panico e costruendo i presupposti per la vittoria.....cettu su avevumu 'mputteri ....
Ultima annotazione sul pubblico che si sente di serie A ma che invece e' da lega pro: mi dissocio fortemente da questo tipo di contestazione prima e durante la partita....ognuno e' libero di manifestare la propria passione a modo proprio ma quantomeno si devono rispettare tempi e modi....
Fozza Catania 
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #37 il: 27 Marzo 2014, 12:55:35 pm »
Un po' di contestazione ci sta, ma dopo la gara non prima.

Offline MALATO PO CATANIA

  • Utente
  • ****
  • Post: 941
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #38 il: 27 Marzo 2014, 01:50:25 pm »
La contestazione ci sta...prima, dopo e durante, se è fatta così. Penso che il pubblico di Catania sia uno dei più civili e maturi d'Europa... Anni fa s'assisteva a spettacoli di tutt'altra fattura, tipo invasioni solitarie, sassaiole, raid negli spogliatoi, ecc. Oggi s'ironizza sugli errori arbitrali, si fischia, si applaude..:che serva d'esempio!

La gente fischia con ragione! Quando il Presidente dichiara che questa squadra può battere chiunque...fischiare è veramente il minimo.
Qualcuno ha dissentito, ma per me il campionato è finito a Reggio Emilia...
Questi, quest'anno, hanno sempre giocato per se stessi, non di certo per la maglia o per la città: chi per il mondiale; chi per per un contratto altrove; chi per finire la carriera nel modo migliore... Qualche anno fa avevamo giocatori molto più scarsi, ma eravamo SQUADRA e raggiungevamo gli obiettivi. Ricordo ancora lo spareggio di Bologna e la partita in casa con la Roma...Non si possono fare accostamenti con la situazione attuale nonostante il gap con il quart'ultimo posto è molto esiguo e le squadre invischiate sono molto più scarse.
Presidente per favore, ammetta la disfatta e chieda scusa a tutti.
Non parli di mercato, di tattiche, di allenatori....prenda atto del fatto che lei non ha competenza alcuna.
Sono sicuro che con la passione e la voglia di vincere che si ritrova, torneremo più grandi di prima. Io credo che lei farà lo stadio, come credo che lei soffra più noi, ma per favore....non si lasci vincere dalla presunzione!!

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1960
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #39 il: 27 Marzo 2014, 02:18:40 pm »
Posso capire la contestazione durante e dopo...prima no.
Non posso essere dello stesso avviso di chi ha fischiato prima, quelli hanno fischiato il Catania e non quel giocatore o quel dirigente o il presidente...ma la maglia, i nostri colori.

Poi una nota tecnica...pigghiamula a ririri...ma Maran quando a Coverciano hanno spiegato come si affronta una squadra disposta con il 4231...chi era a casa ca frevi???
A Reggio quando all'inizio del secondo tempo Di Francesco sull'orlo della disperazione cambio' modulo inserendo un attaccante per un centrocampista rivolto' la partita come un calzino e ni fici tri puppetta da vinti minuti...Ieri stesso modulo ma dall'inizio...4 puppetta da menzura...

Certo poi noi abbiamo il problema di quello che sta nella porta (chiamarlo portiere mi pare decisamente troppo)...ma pare che Frison non sia disponibile...ma Ficara com'e'?

Dai...vinciamo a Udine (una volta, mi pare quasi una vita fa, accadde che una vittoria a Udine ci rilancio' nella corsa salvezza alla grande) ...e poi in casa con il Toro ed e' fatta...a spisa!!!

Fozza Catania


Offline THOR

  • Utente
  • *****
  • Post: 1331
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #40 il: 27 Marzo 2014, 08:19:50 pm »
..GAME OVER..

La festa è finita, gli amici se ne vanno, gli attori non hanno recitato e il pubblico pagante rimane gabbato!!
Il grande Manovratore tace adesso, dopo avere sparso al vento parole inutili, infondate, su possibili vittorie della svolta, su terreni e stadi..
Era una regia già scritta, un copione preparato ma in molti lo capiranno solo quando le porte del Teatro Massimino si chiuderanno.

Rissoso e permaloso come un allievo ignorante all'oscuro della materia che invece dovrebbe conoscere a memoria; una grande delusione un nuovo affronto alla città e ai Catanesi che lottano e sperano di migliorasi e migliorarla questa città.

Dalle ultime file pochi coraggiosi trovano ancora la forza di chiamarlo per nome:- BUFFONE!!!..

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #41 il: 28 Marzo 2014, 03:53:56 am »
Il Catania frana malamente in casa contro il Napoli perdendo per 4-2 nell’ultimo confronto infrasettimanale del campionato e vede scomparire quasi del tutto le ultime residue speranze di permanenza in Serie A. Oramai solamente la matematica consente ai rossazzurri di rimanere aggrappati alla massima serie che vede il Catania sempre in ultima posizione ma con ben sei punti da recuperare sul Bologna quart’ultimo in classifica.

Il Catania ha perso la partita a causa di un primo tempo assolutamente allucinante in cui, tra gli errori di impostazione della squadra da parte dell’allenatore Maran e le minghiate individuali del portiere Andujar, il Napoli con il minimo sforzo si è ritrovato all’intervallo in vantaggio per 4-0. Dopo la trasferta di Reggio Emilia avevo detto che il secondo tempo contro il Sassuolo era stato la peggiore frazione di partita della storia del Catania. I rossazzurri hanno impiegato appena dieci giorni per stabilire un nuovo record negativo, con il primo tempo di ieri sera contro il Napoli a costituire adesso la peggiore frazione di partita della storia del Catania.

La partita era iniziata già male ancora prima del fischio d'inizio, con la contestazione a priori della tifoseria rossazzurra contro la loro squadra. I giocatori del Catania sono stati contestati prima, durante e dopo la gara, con gli epiteti e i cori di raggiro provenienti dagli spalti che hanno raggiunto il loro apice durante il disastroso primo tempo, e che hanno avuto un facile obbiettivo in Andujar, autore di una prestazione da terza categoria. Io personalmente mi dissocio dai cori che hanno avuto luogo prima e durante la gara, ma concordo con la contestazione a fine partita. I fischi prima e durante la gara sicuramente hanno turbato i nostri giocatori che già avevano il loro bel da fare a spurugghiarici i nummera do schema di Maran e a 'ssupparisi i minghiati do putteri.

Per contrastare il 4-2-3-1 del Napoli, l’allenatore rossazzurro ha schierato il Catania con il 3-5-2, probabilmente lo schema di gioco meno indicato per affrontare la squadra di Benitez. Quando i nostri difensori centrali esterni si allargavano per contrastare le ali napoletane, Legrottaglie, che giocava al centro, si ritrovava solo nell’uno contro uno con Zapata, unu ca 'n Serie A ancora n’ava signatu mancu na vota, e Fratello Nicola è andato in tilt. Quando invece erano i nostri esterni di centrocampo a marcare Callejon e Insigne, eravamo in inferiorità numerica a centrocampo.

Poi non solo Maran ha affrontato il Napoli con uno schema di gioco sbagliato, ma lo ha fatto schierando anche diversi giocatori fuori ruolo e fuori posizione. Non ho assolutamente capito perché il trentino ha schierato il mancino Gyomber come centrale destro e il destro Bellusci come centrale sinistro. E poi ancora Keko centravanti e Barrientos seconda punta! Ma chi caddu ci centrunu sti rui a iucari nda sti ruoli?
 
Ma la vera disgrazia del Catania ieri sera porta il nome e cognome di Mariano Andujar, che con la sua performance contro i partenopei ha stabilito la prestazione più scarsa di un portiere in serie A. Ogni tiru era gol. Ma comu si fa poi a scinniri ‘n campu co putteri do Napuli a difenniri a nostra porta, contru a squattra ca ci pava u stipendiu? Io non voglio essere troppu malapinsanti come alcuni tifosi rossazzurri che hanno accusato Andujar di essersi venduto la partita al Napoli, e preferisco pensare che il nostro portiere è scarso, ma accussì scassu ca macari Pantanelli fussi chiù megghiu di iddu nda stu mumentu.

Poi, dulcis in fundo, il Catania continua ad essere perseguitato da una sfortuna allucinante, e per tutta la prima frazione di gioco tutti i rimpalli più assurdi e immaginabili si tramutavano in palle gol e assist per la squadra partenopea, mentre dall’altra parte del campo tutti i tiri del Catania trovavano sempre un ostacolo a fermarli.

Il primo tempo è stato una tortura di una crudeltà incredibile per i tifosi rossazzurri. Dopo che un tiro di Keko a porta vuota si è andato a stampare sulla testa del difensore partenopeo Fernandez, il Napoli è passato in vantaggio con Zapata su uno svarione collettivo della difesa rossazzurra. Sotto di un gol il Catania ha avuto due grosse occasioni per pareggiare, ma prima Keko ha colpito la traversa con un tiro a giro (con Monzon e Peruzzi che sulla ribattuta non sono riusciti a ribadire in rete), poi Barrientos ha sparato alle stelle da due passi dalla linea di porta.

Poi svarione dopo svarione della disarmante difesa rossazzurra, il Napoli ha segnato in rapida successione altre tre reti, con il Catania assolutamente inerme ca s’assuppava da gran mala cumpassa, e con il pubblico che ha iniziato a contestare la squadra ancora più pesantemente e a beccare Andujar ad ogni intervento del portiere rossazzurro, rittu o sbagghiatu. Più gol incassava più la squadra rossazzurra spariva dal campo e non riusciva neanche ad avvicinarsi più dalle parti di Reina, malgrado una difesa partenopea che faceva anch'essa acqua da tutte le parti.

Durante l’intervallo Maran ha finalmente modificato lo schema di gioco passando al più logico ed efficace 4-3-3, anche se a dire il vero mi aspettavo di vedere Leto, piuttosto che Petkovic, nel ruolo di nuovo centravanti. In ogni caso, complice il calo di concentrazione e di tensione agonistica da parte del Napoli, il Catania ha iniziato a giochicchiare e a prendere in mano il comando delle operazioni a centrocampo. Durante la ripresa i rossazzurri sono andati a segno con Monzon e Gyomber (entrambi al primo gol in Serie A) e sono riusciti a dimezzare lo svantaggio.

Ma alla fine è arrivata l’ennesima sconfitta che fa malissimo al morale e soprattutto alla classifica dei rossazzurri, e con la contestazione verso squadra e società che ha raggiunto il suo apice dopo il fischio finale. La Serie B è adesso vicinissima, e solo un vero e proprio miracolo può salvarci dalla retrocessione nella serie cadetta.

La mia impressione sui giocatori scesi in campo ieri è la seguente:

Andujar:      La peggiore prestazione di un portiere che io abbia mai visto in quarant'anni che seguo il calcio. Colpevole in diversa misura su tutti i gol subiti dal Catania, soprattutto sul secondo e sul terzo, acchiappau gol nda tutti i maneri possibili. È mancato in tutti i fondamentali e non ha mai dato sicurezza ai compagni di reparto. Onestamente mi aspettavo che Maran lo lasciasse negli spogliatoi durante l‘intervallo e facesse esordire in Serie A il giovane Ficara. Da panchinare fino alla fine della stagione. Anzi è megghiu ca si ni va a Napuli già di ora. Voto 0

Gyomber:    Il giovane slovacco ha giocato da centrale destro nella sgangherata difesa a tre voluta da Maran nel primo tempo; poi nella ripresa ha giocato da centrale sinistro nella ridisegnata difesa a quattro. È stato il meno peggio della difesa, e raramente il Napoli ha sfondato dalle sue parti. Nel secondo tempo ha respinto tutti gli attacchi partenopei e ha pure trovato lo stacco vincente per il suo primo gol in Serie A. Una delle poche note liete della partita di ieri. Voto 6

Legrottaglie: Fratello Nicola stavolta è stato schierato nell’unico ruolo che la sua avanzata età oramai gli consente di giocare, cioè centrale di mezzo della difesa a tre, ma i risultati sono stati gli stessi della partita di Reggio Emilia. Un suo goffo tentativo di rinvio ha dato origine all’azione del primo gol. Sul secondo gol è stato colpito dal pallone rinviato alla viva il parroco da Andujar, generando l’assist vincente per Callejon. Poi per tutto il primo tempo Legrottaglie è stato sempre in affanno e in apprensione contro Zapata il quale doveva spesso affrontare in azioni uno contro uno che Fratello Nicola oramai non è più in grado di sostenere. Giustamente è stato sostituito durante l’intervallo e speriamu ca nde spogliatoi accuminciau a scriviri i moduli di l'INPS. Voto 3

Bellusci:        Maran lo ha fatto giocare prima da centrale sinistro nella difesa a tre del primo tempo, poi nella ripresa lo ha schierato come centrale destro nella difesa a quattro. Iddu ca già di ciriveddu n’avi picca, Maran cu tutti sti canciamenti u fici cunfunniri ancora chiossai. Sicuramente il peggiore dei difensori centrali impiegati da Maran, è dal suo lato che il Napoli ha sfondato più spesso. Il quarto gol poi è tutto sulla sua coscienza in quanto ha lasciato solo Zapata per andare a raddoppiare su Callejon sul quale c’era già Legrottaglie in marcatura. È andato un po meglio nella ripresa, ma deve ringraziare soprattutto Gyomber che si è preso sulle spalle la difesa del Catania. Voto 3

Peruzzi:        Il pendolino rossazzurro ha giocato come esterno destro di centrocampo nel primo tempo, e come terzino destro nella ripresa. Durante la prima frazione si è lanciato spesso in attacco, cercando di supportare quanto più possible i suoi compagni in avanti, ma lasciando ampie voragini dietro sulla sua fascia. Poteva fare molto meglio del fiacco colpo di testa finito tra le braccia di Reina in occasione del tiro di Keko ribattuto dalla traversa. Nel secondo tempo ha limitato le discese nella metà campo avversaria fino ad essere stato sostituito nel finale per il riacutizzarsi di un malanno al costato. Voto 5

Izco:            Mariano ha giocato da interno destro di centrocampo per quasi tutta la partita per poi passare al ruolo di terzino destro nel finale quando è uscito Peruzzi. Nel primo tempo Mariano non è stato in grado di arginare l'ondata partenopea che si è abbattuta sul Catania. Nel secondo tempo il capitano si è un po’ ripreso e ha dato il suo contributo, anche se non ha mai raggiunto i livelli a cui ci ha abituato in passato. Nel finale è parso alquanto stanco e si è limitato a presidiare la fascia nel suo nuovo ruolo di terzino destro. Voto 5

Lodi:             Altra prova incolore del regista del Catania che nel primo tempo è rimasto semplicemente a guardare il Napoli mentre i partenopei segnavano un gol dopo l’altro. Hamsik lo ha sbeffeggiato più volte andando a impostare il gioco della sua squadra e a fornire assist per i suoi compagni. Nella ripresa Lodi ha provato a prendere in mano le redini del gioco, e ha smistato una gran quantità di palloni, anche se alla fine non ha mai trovato il guizzo o la giocata vincente. Voto 5

Rinaudo:       Il Fito à stato letteralmente travolto dal centrocampo partenopeo, con due dei quattro gol del Napoli che hanno avuto origine dalla sua zona di campo (il primo e il terzo), soprattutto a causa delle sbavature dei suoi compagni di squadra che si sono persi i rispettivi uomini da controllare. Comunque anche se Rinaudo non ha brillato, non era certamente lui che doveva rimanere negli spogliatoi durante l’intervallo. Voto 5

Monzon:        Il laterale argentino ha giocato come esterno sinistro di centrocampo nel primo tempo, e come terzino sinistro nella ripresa. Sia nell’uno che nell’altro ruolo Monzon ha giocato l'intera partita votato all’attacco con risultati alterni. Nel primo tempo la sua fascia era la corsia preferenziale dove i giocatori partenopei si infilavano per costruire le loro palle gol, con Monzon che lasciava ampie praterie alle sue spalle, indebolendo ancora di più il lato sinistro della nostra difesa dove Bellusci già faceva acqua da tutte le parti. Nella ripresa, con il Napoli che è calato d’intensità, Monzon ha continuato a portarsi in avanti fino a trovare pure lui il suo primo gol in Serie A. Voto 5,5

Barrientos:    Schierato ancora una volta come seconda punta da Maran, il Pitu ha fatto capire ancora una volta che di giocare in quella posizione propriu non ci cala. Ha avuto anche l’occasione per pareggiare la partita, ma ha calciato alle stelle da due passi dalla linea di porta. Nel secondo tempo è sembrato più a suo agio giostrando tra le linee partendo dalla sua solita posizione di esterno d’attacco, per poi finire per giocare da centrocampista puro negli ultimi minuti di partita. In ogni caso anche nel secondo tempo Barrientos non ha brillato particolarmente, rallentando troppo il gioco del Catania con quei suoi dribbling ca non cunchiurunu nenti, e non rendendosi mai pericoloso sottoporta. Voto 5

Keko:       Il piccolo spagnolo si è calato ancora una volta nel ruolo di prima punta, e stavolta ha giocato una partita davvero gagliarda al cospetto dei giganti della difesa partenopea. Poteva sicuramente fare meglio che centrare la testa di Fernandez con Reina fuori dai pali, e portare il Catania in vantaggio prima che si aprisse la diga della difesa rossazzurra di fronte alla valanga partenopea. Poteva anche pareggiare con uno splendido tiro a giro, ma la traversa gli ha negato la gioia del suo primo gol in campionato. Nel secondo tempo ha giocato da esterno sinistro d’attacco e prima ha fatto letteralmente impazzire Henrique, poi ha impegnato severamente Reveillere. Ottimi spunti e traversoni dalla sua fascia che però non hanno mai trovato compagni pronti a centro area. Il migliore in campo del Catania contro il Napoli. Voto 6,5

Petkovic:    Entrato ad inizio ripresa nel ruolo di prima punta nel ridisegnato 4-3-3 di Maran, finammenti capii picchì u fanu stari assittatu sempri ‘n panchina. Avrà toccato sì e no due-tre palloni, non incidendo minimamente sull’economia della partita. Voto 4

Plasil:          Entrato anche lui ad inizio ripresa, ha giocato da interno sinistro di centrocampo, ed è riuscito a dare la scossa alla sua squadra che ci si aspettava con la sua quantità e qualità. Tantissima corsa e diverse conclusioni verso la porta del Napoli, su una delle quali è scaturito il primo gol del Catania. Ah su putissi tunnari a essiri u iucaturi di inizio staggione. Voto 6,5

Fedato:       Solo sette minuti in campo al posto di Peruzzi, e si è messo in mostra solo per un tiro a due all’ora ca mancu cia fici a cattigghiari o putteri do Napuli. Senza voto

Maran:         Sta sconfitta è tutta da so! Ma chi spacchiu di squattra mannau ‘n campu? Se c’era uno schema che non doveva adottare contro il Napoli era proprio il 3-5-2. E poi perché così tanti giocatori fuori ruolo? La pochezza dell’allenatore trentino sta venendo a galla tutta in una volta. Contro il Napoli, così come contro il Sassuolo, ha completamente sbagliato a leggere la partita, e a picca a picca macari iddu sta affunnannu o Catania. A questo punto devo dire che dopo tutto aveva ragione Pulvirenti quando lo ha licenziato dopo la sconfitta di Cagliari. Su sulu avissa pigghiatu n’allenatore bonu o postu di du beccamottu di De Canio. Voto 0

Doppia partita casalinga contro Rubentus e Napoli, zero punti conquistati. Chiamatimi pazzu, ma ancora iu ci criru. Ancora ni putemu savvari. Fino a quando la matematica non ci condannerà con certezza, io continuerò a credere e a sperare nella salvezza. Domenica il Catania gioca a Udine. Viremu chi amu a fari.

Sempri
FOZZA CATANIA
« Ultima modifica: 28 Marzo 2014, 04:24:33 am da Davide da Miami »

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #42 il: 28 Marzo 2014, 01:03:07 pm »
Tifo Catania da...no lasciamo perdere. Ho visto retrocessioni, hanno tentato di seppellirmi vivo...ma mai mi sono sentito come ieri... la mia squadra mi ha tradito. Il mio presidente, i miei giocatori....Il mio pubblico. Il pubblico...fischiare la squadra prima della partita, esultare ai gol degli avversari..forse saro' sbagliato..Ma non e' questo lo standard di pubblico. Non per me. Detto questo..Retrocediamo in silenzio. L'ultima cosa..Presidente lo stadio sara' pronto fra due anni..Noi saremo in A fra due anni?
Il pubblico è stata la classica ciliegina sulla torta, perché della mediocrità degli altri sapevamo già tutto, ci mancava solo il pubblico, tranquilli è arrivato anche lui ..... Che pena.
Io come te, la MIA squadra non la fischierò mai, non è nel mio stile, io la MIA squadra la inciterò sempre, al limite, resterò basito in silenzio.
È quando una squadra si trova in difficoltà che ha bisogno dei suoi tifosi ed i tifosi veramente tali, li troverà sempre al suo fianco. È adesso che si fa la conta, non a Tricase o a Ganci a seguito di una squadra vincente. Io non sono stato ne nel l'uno, ne nell'atro posto, ma sono orgoglioso di essere stato a Cesena nel maggio del 1987!

FORZA CATANIA! SEMPRE.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 388
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #43 il: 28 Marzo 2014, 02:01:29 pm »
Allora, vediamo.
Non mi appassionano tanto i discorsi in materia di soldi e strategie societarie, di cui tutti noi sappiamo ben poco, però al tempo stesso non darei troppa enfasi alla storia dei fischi.
Ci possono stare, d’altra parte abbiamo assistito a una trentina di spettacoli pietosi e tutti, in qualche modo, abbiamo impegnato qualcosa di nostro, oltre al fegato, chi con un abbonamento, chi con una trasferta e chi pagando il satellitare, comunque posticipando altri impegni personali.
Mi preoccuperei di più se dovessimo assistere a tentativi di invasione ripetuti o peggio, come nell’84.
E’ evidente da questo punto di vista che l’ambiente è diventato più maturo, anche dopo i fattacci di 8 anni fa, e secondo me pronto alla massima serie.
D’altra parte, pensate a quello che è accaduto qui a Roma, con i laziali schierati contro Lotito, o addirittura ad esultare per i gol subiti dall’Inter un paio di anni fa. E loro stanno in serie A quasi da sempre.
Mi dispiace per l’attacco diretto al Presidente, ma anche lui ha commesso troppi errori.
Tra l’altro, la pervicacia nel difendere l’indifendibile e non correggere squadra e tecnico a gennaio è parsa talmente ottusa da far nascere qualche legittimo sospetto su possibili problemi economici.
Purtroppo, come ha scritto qualcuno altro, ne sapremo di più solo a bocce ferme.
Lo stadio sarebbe una gran cosa, se realizzato, qualcosa che può cambiare la storia di un club, pensate a come è rinata la Rube da quando ha lo stadio di proprietà. Non lo baratto con la A, ma non ci sputo certo sopra.
Infine, l’ultima cosa che ci resta per concludere degnamente questa stagione è prendercela tra di noi tifosi.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Napoli
« Risposta #44 il: 28 Marzo 2014, 04:16:59 pm »
Infine, l’ultima cosa che ci resta per concludere degnamente questa stagione è prendercela tra di noi tifosi.[/font][/i]
Sta già succedendo.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙