Autore Topic: Sassuolo-Catania  (Letto 9814 volte)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #45 il: 17 Marzo 2014, 09:11:28 pm »
 .....la partita in pillole : Catania in svantaggio,2-1 per il Sassuolo, escono Keko e Barrientos al 70', lo spagnolo si affretta ad uscire dal campo mentre il Calcio di kakka esce passeggiando....se c'era Baldini al posto di Maran na pirata 'ndo culu non c'ha luvava nuddu....
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #46 il: 17 Marzo 2014, 09:37:57 pm »
Il Catania perde a Reggio Emilia contro il Sassuolo per 3-1 la partita più importante della stagione, e torna a casa con le ossa a pezzi, il morale sotto i tacchi, e più di un piede e tre quarti in Serie B. Il Catania finisce per perdere l’incontro che non poteva e non doveva perdere, come del resto tante altre partite importanti in questo campionato, e piomba nuovamente all’ultimissimo posto in classifica a quattro punti dalla quota salvezza.

La partita di Reggio Emilia ha assunto uno scenario grottesco per come è pervenuta, con un secondo tempo semplicemente assurdo da parte dei rossazzurri, forse la peggiore frazione di partita dell’intera storia del Catania 1946. Un secondo tempo surreale dove di fronte all’arrembante Sassuolo il Catania sembrava stesse giocando una partita di fine stagione piuttosto che uno spareggio per la salvezza. Los comentadores bastardos del solito canale spagnolo dove vedo le partite del Catania non facevano altro che prenderci in giro per come stavamo giocando in campo, e a tifare apertamente e sfacciatamente per il gioco divertente e sbarazzino del Sassuolo, contestando anche quel poco di buono che avevamo fatto ieri (il gol di Bergessio che continuavano a dire che fosse in fuorigioco). Non mi sono mai vergognato e incazzato così tanto in vita mia.

La partita di ieri era iniziata in modo abbastanza vivace da una parte e dall’altra con il Sassuolo che è andato al tiro tre volte e con l’insolitamente pimpante Keko che ha colpito il palo esterno della porta neroverde. La partita si è poi assestata a centrocampo, ma il Catania alla mezz’ora è riuscito ad andare in gol con Bergessio su errata applicazione della tattica del fuorigioco del Sassuolo. Subito dopo il vantaggio rossazzurro sono venuti due cambi che si sono poi rivelati decisivi nel corso del secondo tempo con Alvarez e Gazzola che hanno rilevato i terzini destri delle loro rispettive squadre.

Con il Catania in vantaggio all’intervallo ho dato una sbirciata alla classifica provvisoria della Serie A, e mi sono alquanto rinfrancato a vedere il Catania a un solo punto dal Bologna quart'ultimo in classifica. Ma il Catania durante l'intervallo è semplicemente rimasto negli spogliatoi e non è mai sceso in campo a disputare il secondo tempo. Perché le oscenità che si sono viste durante la seconda frazione di gioco da parte del Catania mettono in evidenza due cose: o che i rossazzurri credevano di aver già vinto la partita dopo soli 45’ di gioco, o a sti iucaturi non ci ni futti na beata mminghia da so squattra.

Con il solo ingresso di Zaza al posto dello sconclusionato Brighi, il bravo Di Francesco, che ci aveva già ampiamente guadagnato con il cambio dell’ex rossazzurro Gazzola (tre misere presenze in maglia rossazzurra, e unu de tezzini chiù scassi da storia do Catania) al posto dello spaesato Mendes, ha mandato all’assalto la sua squadra con un iper-offensivo 4-2-4. Il Catania si è sciolto come neve al sole, ed è stato assolutamente disarmante osservare come due soli centrocampisti neroverdi (il bravo Missiroli, ca nda facci assumigghia a du malusangusu di Ibrahimovic, e lo sconosciuto Magnanelli) hanno schiantato i nostri tre di centrocampo che non sono riusciti ad approfittare né della superiorità numerica né della loro ipotetica migliore qualità tecnica.

È bastato appena un quarto d’ora al Sassuolo per ribaltare il risultato, lanciando assalto dopo assalto contro l’inerme squadra rossazzurra, con i quattro uomini di difesa del Catania che hanno sbandato paurosamente contro i quattro attaccanti neroverdi, e con il buon Maran in panchina cha ha osservato impassibile a tale massacro, senza apportare il minimo cambiamento a una situazione in campo che peggiorava di minuto in minuto.

Invece niente. Disastro e vergogna assoluta con una squadra, quella rossazzurra, che non ha lottato minimamente contro gli scatenati emiliani. Nemmeno un briciolo di grinta e di dignità da parte dei nostri giocatori. Mai una palla buttata in tribuna, mai una perdita di tempo, mai una cattiveria in campo. Alla fine il Catania è uscito dal campo con due soli giocatori ammoniti al cospetto dei cinque cartellini gialli sventolati in faccia ai giocatori del Sassuolo. Ma si gioca così uno scontro salvezza? Accussì dopu ca ni ficiumu sbintari di Guarente contru u Chievo e di Motta contru u Genoa, ora ni ficiumu sbintari macari di Gazzola. Mi è venuto in mente il ricordo di quel Genoa-Siena di due anni fa, quando i tifosi del Grifone imposero ai propri indegni giocatori di togliersi di dosso la gloriosa maglia della loro squadra. Onestamente mi sono sentito allo stesso modo, e avrei voluto che tutti i nostri giocatori si sfilassero la maglia della nostra squadra e uscissero dal campo a testa bassa.
 
Prima della partita avevo detto che chi perdeva quest'incontro sarebbe retrocesso al 99,99% perché il contraccolpo psicologico di questa sconfitta sarebbe stato troppo forte da superare. Rimango sempre della stessa idea e anche io a questo punto penso che il nostro Catania è quasi in Serie B. Ma c’è ancora quello 0,01% che si chiama certezza matematica che ci tiene aggrappati a questa benedetta Serie A. In fondo la quota salvezza è ancora a quattro punti di distanza grazie alle altre squadre del gruppetto che lotta per non retrocedere che continuano a perdere colpi in coda. In fondo io sono sempre convinto che la nostra squadra è la più forte delle cinque in coda alla classifica, e se solo i nostri giocatori volessero, ci potremmo salvare tranquillamente. Io sono convinto che la nostra squadra, se finalmente iniziasse a giocare a pallone sul serio, sarebbe in grado di battere anche l’invincibile Rubentus di quest’anno. Se solo lo volessero.

La mia impressione sui giocatori scesi in campo ieri è la seguente:

Andujar:      A quannu a quannu u citofunu aggentinu ava iucatu bonu, ci pinsanu i so cumpagni di squattra a sdurubari o Catania. Belle parate sia nel primo che nel secondo tempo che hanno evitato che la partita si tramutasse in una goleada. Sempri ‘n rinviu sbagghiatu l’appi a fari, ma ammenu stavota non fici dannu comu a tutti l’autri voti. Incolpevole sui tre gol del Sassuolo, due dei quali subiti con tiri a bruciapelo dagli attaccanti neroverdi lasciati soli a pochi centimetri dalla linea di porta. Voto 6,5

Peruzzi:       Il pendolino rossazzurro ha giocato solo 33’ ed è stato sostituito dopo aver dato segni di eccessivo nervosismo e dopo che era già stato ammonito. Maran, memore di quanto successe a Genova con Bellusci, ha deciso di "espellere" Peruzzi prima che lo facesse l’arbitro. Nella mezz’ora in cui è stato in campo ha avuto vita durissima contro un Floro Flores versione Champion's League. Ammenu nu savvamu pa prossima pattita e iddu savvau a facci di du schifu di secunnu tempu. Voto 5

Legrottaglie: La gloriosa carriera di Fratello Nicola finisce ingloriosamente nel modesto stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia. È veramente arrivato il momento di appendere le scarpette al chiodo. Nel primo tempo ha in qualche modo tenuto botta, con l’aiuto di Bellusci, sull’evanescente Floccari. Nel secondo tempo è stato semplicemente travolto nell’uno contro uno contro Zaza, ed è stato assolutamente patetico quando è stato saltato come un birillo da Sansone in occasione del terzo gol neroverde. Grazie per tutto quello che ci hai dato Fratello Nicola, ma è veramente arrivata l’ora di smettere. Voto 3

Bellusci:        I cosi su dui: o ioca arraggiatu e si fa ittari fori, o ioca addummisciutu e fa na gran cacata di pattita. Sarà ca ci resunu cincu gocci di Valium prima da pattita, ma a Reggio Emilia ha giocato un Bellusci al cloroformio. In ogni caso è pur sempre stato il meno peggio della difesa nel disastroso secondo tempo del Catania contro il Sassuolo. Voto 5

Biraghi:        Ndo primu tempu iucau Biraghi; ndo secunnu tempu invece iucau Mbriaghi. Discreta prima frazione del ragazzo lombardo che è riuscito a dialogare egregiamente con il compagno di fascia Keko. Nel secondo tempo è stato letteralmente ubriacato nell’uno contro uno da Sansone che gli sfuggiva da tutte le parti e che è riuscito nel finale a chiudere la partita con un bel gol in diagonale. Peccato perché nel primo tempo mi aveva fatto sperare tanto. Voto 4

Izco:            Ma chi ci sta succirennu o nostru capitanu? Ma aieri trasiu ‘n campu? No picchì nda novanta minuti u 'ntisi muntuatu dui o tri voti sulu. Un fantasma in campo, anche quando i rossazzurri erano in superiorità numerica nella zona nevralgica del campo. Zero assoluto in quanto ad apporto alla causa rossazzurra. E poi n’autra cosa. Capisciu ca è ‘n tipo affruntuliddu, ma iddu è u capitanu! Sa fari sentiri ‘n campu, ha ittari uci fotti, l’ha vanniari e so cumpagni di squattra! Anche un carneade scarsone come il capitano neroverde Magnanelli ci fici chiù cumpassa e u fici stari cu du peri intra na scappa. Un voto in meno in quanto capitano della squadra che è affondato con tutta la nave rossazzurra. Voto 2

Lodi:             Pessima prova del regista del Catania culminata con la palla persa al limite dell’area rossazzurra da cui è scaturito il terzo gol del Sassuolo. Ma per tutta la partita Lodi non si è visto per niente, non riuscendo a imporre il suo maggiore tasso tecnico e lasciando la squadra a fari spenti. Ora capisciu picchì u Genoa nu tunnau cu tutta a so zita catanisi. Voto 3,5

Rinaudo:       Il meno peggio del centrocampo rossazzurro. Ha dovuto supplire alle mancanze dei suoi due compagni di reparto, e nel secondo tempo ha dovuto correre da tutte le parti del campo per chiudere tutte le falle che si aprivano a centrocampo. Però malgrado il grande impegno, non è stato il solito Rinaudo al quale ci eravamo abituati. E ha pure fatto un fallo da rigore inutile sull'imprendibile Missiroli. Menu mali ca l’abbittru non si n’accuggiu. Voto 5

Barrientos:    L’inutilità fatta persona, anzi giocatore di calcio. Quando gioca come ieri è solamente dannoso per la sua squadra. E dire che aveva di fronte Longhi, uno dei terzini più scarsi della Serie A. Semplicemente non pervenuto. Nient'altro da aggiungere. Andava sostituito molto ma molto prima del 71 minuto. Voto 3

Bergessio:     Il nostro centravanti continua a segnare e ha festeggiato la centesima presenza in campionato con il Catania con un gol di ottima fattura rannucci n’autra collera a Pegolo (sei gol segnati dal Toro Lavandina al portiere neroverde). Però dopu u gol non si visti chiù, spariu do campu, anzi aristau nde spogliatoi cu tutti l’autri so cumpagni di squattra. Voto 5

Keko:           Il piccolo spagnolo ha giocato il miglior primo tempo da quand'è a Catania. Come previsto il suo passo breve ha messo in seria difficoltà lo spilungone Mendes, e con un’azione personale ha colpito un palo a inizio partita. L’ingresso in campo di Gazzola ha cambiato le carte in tavola, e malgrado gli scarsi mezzi tecnici dell’ex terzino rossazzurro, Keko non è più riuscito a rendersi pericoloso. Però non doveva essere lui ad uscire al 71’. Voto 5,5

Alvarez:       Comu Finiu stavota finiu appiddaveru di iucari co Catania. In campo dal 33’ del primo tempo, è stato letteralmente travolto da Floro Flores nella sua zona di campo. Mai visto il nostro mastino di fascia così in difficoltà. Stavolta è sembrato proprio che Alvarez tirasse indietro la gamba. Non è che Alvarez, in scadenza di contratto a giugno, stia già pensando alla prossima squadra con cui firmare? Voto 3

Leto:            Stavolta il suo tardivo ingresso in campo non ha cambiato l’inerzia della partita. Entrato in campo piuttosto nervoso si è subito beccato un cartellino giallo insieme al difensore centrale emiliano Ariaudo, e poi non si visti chiù mancu iddu. Ma picchì ha trasiri sempri quannu stamu già piddennu p’abbissari u dannu fattu di l’autri? Voto 5

Fedato:         Entrato in campo insieme a Leto quando era ormai troppo tardi, ha provato un paio di dribbling e ha effettuato un tiro telefonato verso la porta emiliana. Poi nenti chiù macari iddu. Voto 5

Maran:           Stavolta il tecnico trentino ha toppato di brutto. È partito con l’assetto di squadra giusto, ma poi, con i cambi che ha fatto, e quelli che avrebbe dovuto effettuare ma non ha fatto, il Catania è peggiorato con il passare dei minuti. La mossa dell’Alvarez moscio di ieri al posto del combattivo, anche se nervoso, Peruzzi non ha pagato. Nella ripresa il Catania è letteralmente rimasto negli spogliatoi. È la responsabilità dell’allenatore mantenere la tensione e la concentrazione della squadra alta. Invece il Catania nel secondo tempo è entrato in campo con l’encefalogramma piatto. Maran non ha controbattuto alla mossa tattica del bravo Di Francesco che ha schierato quattro attaccanti nella ripresa, lasciando giocatori come Alvarez e Legrottaglie in balia dell’uno contro uno contro gli scatenati avanti neroverdi. Gyomber al posto dell’inutile Barrientos sarebbe stata la mossa giusta ad inizio ripresa, passando alla difesa a cinque e tentando qualche sortita in contropiede. Infine Maran ha impiegato, e quindi sprecato, ben dieci minuti dopo il gol del vantaggio degli emiliani prima di fare entrare Leto e Fedato, sbagliando inoltre a fare uscire il pimpante Keko. E ora comu n’amu a savvari Rolando? Voto 3

La notizia di questa mattina è che il Catania va in ritiro a Ragusa fino a sabato. Oramai le speranze di salvezza sono ridotte al lumicino, ma se c’è ancora un modo per potersi salvare è quello di finirla di usare sempre la carota e di distribuire baci e abbracci a questi mercenari viziati qualsiasi cosa facciano, sia che vincano o che perdano. Basta con le scuse e con le giustificazioni. È ora di finirla con questa storia degli infortuni infiniti e della sfortuna perenne (capito presidente?)! Il Catania è ultimo in classifica perché i nostri giocatori non hanno voglia di giocare a calcio. D’ora in poi solo bastone con questa gentaglia che sta facendo sprofondare la nostra amata squadra in Serie B. E se sarà Serie B, che li si forzi a rimanere a Catania anche in caso di retrocessione. Del resto stanno tutti ampiamente dimostrando di essere giocatori di Serie B, quindi sarebbe solamente giusto che tutti giocassero in Serie B l'anno prossimo se portano la nostra squadra nella serie cadetta. Altro che ritiro fino a sabato. Ritiro fino alla fine del campionato!

Il presidente nel corso della sua ultima conferenza stampa ha detto che la salvezza del Catania passa da una vittoria importante. E quale vittoria sarebbe più importante che quella contro i ladroni d’Italia, che così tanto ci hanno bistrattato negli ultimi anni, e che non vedono l’ora, soprattutto il loro presidente monociglio, di mettere l’ultimo chiodo nella bara del Catania? Non dovrebbe bastare solo questo per fare scendere i nostri giocatori in campo cu l’occhi arraggiati?

Sempri
FOZZA CATANIA
« Ultima modifica: 17 Marzo 2014, 10:06:54 pm da Davide da Miami »

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 813
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #47 il: 19 Marzo 2014, 01:08:53 pm »
Ciao Davide, ancora una volta complimenti e grazie per riuscire, anche in questa situazione ormai drammatica, a strapparmi più di un "amaro" sorriso.

Una considerazione:
Rinaudo:   .... E ha pure fatto un fallo da rigore inutile sull'imprendibile Missiroli. Menu mali ca l’abbittru non si n’accuggiu. Voto 5

Per me l’arbitro si n’accuggìu benissimo e ha chiuso un occhio, come in precedenza aveva già chiuso un occhio e mezzo sui ripetuti, inutili, evidentissimi falli commessi da un Peruzzi già ammonito. Ecco: questa sconfitta fa ancora più male se pensiamo che, per una volta almeno, avevamo trovato un arbitro benevolo nei nostri confronti.

Ma guardiamo avanti: ruminica ca veni, vogghiu viriri a Conte cui capiddi scumpigghiati daa ràggia..
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #48 il: 19 Marzo 2014, 07:49:22 pm »
Ciao Davide, ancora una volta complimenti e grazie per riuscire, anche in questa situazione ormai drammatica, a strapparmi più di un "amaro" sorriso.

Una considerazione:
Rinaudo:   .... E ha pure fatto un fallo da rigore inutile sull'imprendibile Missiroli. Menu mali ca l’abbittru non si n’accuggiu. Voto 5

Per me l’arbitro si n’accuggìu benissimo e ha chiuso un occhio, come in precedenza aveva già chiuso un occhio e mezzo sui ripetuti, inutili, evidentissimi falli commessi da un Peruzzi già ammonito. Ecco: questa sconfitta fa ancora più male se pensiamo che, per una volta almeno, avevamo trovato un arbitro benevolo nei nostri confronti.

Ma guardiamo avanti: ruminica ca veni, vogghiu viriri a Conte cui capiddi scumpigghiati daa ràggia..

Ciao Bonfanti, e chi amu a fari? Ariremu pi non chianciri.
Meno male che l'arbitro non ha ammonito pure Rinaudo, altrimenti il nostro centrocampista sarebbe stato squalificato per domenica.
Macari iu vulissi avviriri a Conte, e macari o monogigghiu, arraggiatu e triulusu comu fa sempri quannu peddi i pattiti.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #49 il: 20 Marzo 2014, 02:16:06 am »
Prima di archiviare definitivamente la sciagurata visti al Mapei Stadium, alcune piccole notazioni.
Su La Sicilia leggo ripetutamente la stucchevole storiella di tifosi in lacrime all'uscita dallo stadio, io alla fine ho girato in lungo ed in largo il nostro settore e tutte queste lacrime non le ho viste. Ho visto un infinito scoramento e tante facce attonite che guardavano il campo ormai vuoto. Le stesse facce che avevo già visto ai primi di maggio 2006, a pochi chilometri di distanza, quando eravamo stati rimontati nel secondo tempo da un Modena ridotto in dieci e, a tre giornate dalla fine, il Torino si era fatto sotto.
Nonostante tutto da apprezzare, a fine partita il gesto di scusa rivolto da Andujar nei nostri confronti e gli applausi a noi indirizzati di Lodi e Bergessio.

FORZA CATANIA! SEMPRE.

Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Catanisazzu

  • Utente
  • *****
  • Post: 1243
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #50 il: 20 Marzo 2014, 05:44:42 am »
Aldo, ad onor del vero, a fine partita hanno inquadrato alcuni in tribuna che piangevano davvero.
Forse erano in un altro settore?
Ce ne erano diversi sparsi per le tribune, anche uno, con la sciarpa rossazzurra, proprio dietro Di Francesco...
#STAMUAVVULANNU!

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Sassuolo-Catania
« Risposta #51 il: 20 Marzo 2014, 04:56:41 pm »
Catanisazzu, io ho raccontato quello che ho visto nel settore ospiti, chiaramente, non so cosa è successo da altre parti, a quanto capisco in tribuna, intendevo solo sottolineare quale, a mia sensazione, era lo stato d'animo predominante tra i tifosi presenti.
Spero in futuro di poter raccontarvi di lacrime, ma di gioia come quelle viste, anche in questo caso a pochi chilometri da qui, nel maggio 2007.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙