Autore Topic: Un uomo, un perché  (Letto 1109 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8815
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Un uomo, un perché
« il: 19 Marzo 2013, 03:23:31 pm »
Il presidente dell´AIA Marcello Nicchi, intervistato nel corso della trasmissione Rai "Novanta Minuti", è tornato sulle decisioni dell´arbitro Peruzzo in Milan-Palermo, che hanno fatto arrabbiare non poco la società rosanero. "Il fallo di mani di Zapata? Si parla di chiara occasione da gol quando un giocatore ha il pieno controllo della palla – ha spiegato il numero uno degli arbitri, come riporta "Palermonews.it" -, il rosso nel caso di Zapata era eccessivo. Zamparini ha parlato di favoritismi? Gli risponderà il Milan, non è compito mio. Ma nessuno va in campo per favorire o sfavorire nessuno".

Fonte: http://www.mediagol.it/articolo.asp?idNotizia=229551#ixzz2NzWcqIZc


Mi sorge un dubbio: Ma in un passaggio interrotto da un fallo di mano il giocatore come può mai avere il pieno controllo della palla se questa nemmeno gli può arrivare?

Di conseguenza, secondo l'illuminatissimo Nicchi, è necessario che siano presenti due palloni in campo e nella stessa azione. Non fa una grinza.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1947
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #1 il: 19 Marzo 2013, 03:41:18 pm »
Il presidente dell´AIA Marcello Nicchi, intervistato nel corso della trasmissione Rai "Novanta Minuti", è tornato sulle decisioni dell´arbitro Peruzzo in Milan-Palermo, che hanno fatto arrabbiare non poco la società rosanero. "Il fallo di mani di Zapata? Si parla di chiara occasione da gol quando un giocatore ha il pieno controllo della palla – ha spiegato il numero uno degli arbitri, come riporta "Palermonews.it" -, il rosso nel caso di Zapata era eccessivo. Zamparini ha parlato di favoritismi? Gli risponderà il Milan, non è compito mio. Ma nessuno va in campo per favorire o sfavorire nessuno".

Fonte: http://www.mediagol.it/articolo.asp?idNotizia=229551#ixzz2NzWcqIZc


Mi sorge un dubbio: Ma in un passaggio interrotto da un fallo di mano il giocatore come può mai avere il pieno controllo della palla se questa nemmeno gli può arrivare?

Di conseguenza, secondo l'illuminatissimo Nicchi, è necessario che siano presenti due palloni in campo e nella stessa azione. Non fa una grinza.

Trascurando solo per un attimo la questione ultimo uomo/chiara occasione da gol...a me pare sconcertante il resto dell'affermazione relativamente alla questione favoritismi. Come fa Nicchi ad affermare " Gli rispondera' il Milan" ...e' completamente fuori di testa...e' lui il capo degli arbitri!!!
Se gli arbitri sono accusati di favoritismi tocca a lui ribattere!!!

Comunque questo caso (torno al non cartellino rosso...e per quello che vale il mio punto di vista sarebbe stato invece sacrosanto) sara' sicuramente smentito e ribaltato alla prima occasione in cui la situazione sara' a parti invertite...dobbiamo solo aspettare e ridere di quello che diranno...ridere per non piangere.

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #2 il: 19 Marzo 2013, 06:11:04 pm »
Un altro esempio di autorevolezza che per giustificare i propri misfatti cade nel ridicolo.
Mi auguro che mentre affermava queste sciocchezze, per la troppa foga nel leccare le terga del galliani di turno, non abbia bagnato i microfoni...

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #3 il: 19 Marzo 2013, 09:59:16 pm »
ho visto la partita milan-palermo in tv e per l'ennesima volta
in questo campionato ho assistito ad un delitto perfetto.
ennesimo rigore a favore del milan assegnato con molta
generosità e non altrettanto fiscalità riscontrata nell'occasione
dove zapata prende la palla con la mano.
il palermo è parso essere la vittima sacrificale di turno per
questo milan che alla fine del campionato vedrete riusciranno
a farlo arrivare al secondo posto.
dopo i misfatti di genoa dove non sono stati assegnati due rigori
ai padroni di casa ed il rigore generosamente concesso ai rossoneri
a tempo scaduto contro l'udinese anche domenica scorsa l'obiettivo
è stato conseguito.
la cosa più assurda è che il tutto passa quasi inosservato.
oggi, questo è il campionato di serie A.
da quando è andato via collina la classe arbitrale è questa.
 
« Ultima modifica: 19 Marzo 2013, 10:07:42 pm da LUIS »

Offline Angelo67

  • Utente
  • **
  • Post: 53
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #4 il: 20 Marzo 2013, 12:15:30 am »
Assurdo

Leggete qui cosa dice il regolamento:

http://www.figc.it/it/97/3820/Norme.shtml

regola 12 - pag.149

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2354
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #5 il: 20 Marzo 2013, 09:00:14 am »
io abbili stò cercando di non farmene più, ormai sono nella fase dello scoglionamento più totale.
Mio figlio si è messo a giocare a basket, sono le uniche partite che vedo con piacere.

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Un uomo, un perché
« Risposta #6 il: 20 Marzo 2013, 11:06:38 am »
..e cosa dire della spinta di Aquilani ai danni di Granquist, in Fiorentina-Genoa? A viristi 8|? Talmente forte 'du spintuni che Granquist a sua volta travolge il portiere! Aquilani ovviamente segna indisturbato, con l’arbitro e il giudice di porta a due passi! Un’altra vergogna che potrebbe costare cara anche a nuavuci per le qualificazioni Uefa.  VERGOGNA!!
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare