Autore Topic: Palermo - Cesena, ovvero come distruggere tutto  (Letto 3440 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo - Cesena, ovvero come distruggere tutto
« Risposta #15 il: 13 Dicembre 2011, 06:02:49 pm »
Una cosa però vorrei dirla. In città c'è troppa disaffezione, troppo distaccamento e ci sono troppi tifosi che ne hanno le palle piene di Zamparini, o per lo meno del suo modo di fare e di gestire non solo il Palermo ma anche i suoi rapporti con i suoi stessi sottoposti. Anche sul web, basta farsi un giro sui vari muri per rendersi conto di che aria tira. Allo stadio poi a volte sembra di essere a teatro, non c'è più quel senso di trasporto, di apprensione, di sana disperazione quando la squadra va in difficoltà. Sembra di essere avvolti in un fatalismo irreale, roba d'altri tempi. C'è un malcontento diffuso che cova giorno dopo giorno. Non v'è dubbio che Zamparini quest'anno ha tirato troppo la corda con la sua linea verde. Spero che trovi il tempo di provvedere, prima che la situazione tracimi. Critica, anche aspra, severa, si può anche accettare. Ma certi atteggiamenti e certe posizioni intransigenti, spazientati e distruttivi, assolutamente no! Perchè ci si rivolterebbero contro. E questo, il tifoso rosanero fa fatica a capirlo.

Sergio, siamo discretamente d'accordo. Una domanda sola ti faccio: perchè tutto ciò avviene oggi e non è avvenuto quattro o due o un anno fa? Forse perchè negli ultimi tempi Zamparini ha veramente tirato troppo la corda? Io, nel mio piccolo, credo di essere un buon rappresentante di questo momento storico: Zamparini, dal punto di vista calcistico, era per me intoccabile. Pur riconoscendogli troppe esagerazioni e troppe interviste fuori luogo, gli aspetti positivi per me erano di gran lunga superiori a quelli negativi. Oggi non la penso più così, almeno limitatamente a questi ultimi mesi.

Per quanto riguarda la squadra ed il suo momento, la mia teoria è semplice e nemmeno inedita: tecnicamente siamo inferiori allo scorso anno, a centrocampo c'è una mancanza di qualità mai vista prima, in attacco non c'è un solo attaccante in forma, chiaro poi che tutto diventa difficile. E adesso iniziano anche a venire al pettine i nodi di un 2011 gestito da Zamparini in maniera vergognosa.

Questa squadra è stata demolita nel morale e nel gruppo almeno tre volte da fine maggio a inizio settembre, tre allenatori, preparazione atletica iniziata in una maniera e con un allenatore (per l'Europa League), proseguita in un'altra maniera con lo stesso allenatore e senza tre-quattro pezzi da novanta (Cassani, Sirigu, Nocerino, Bovo), ripresa una terza volta con un nuovo allenatore e tanti nuovi giocatori (Tzorvas, Silvestre, Barreto, Della Rocca, Alvares, Lores, Aguirregaray). Nel frattempo ci sono stati i soliti malumori di Miccoli, quelli nuovi di Bacinovic e Alvares, la signorile e silenziosa scontentezza di Mantovani e la depressione di Ilicic. E oltre ai due allenatori è andato via anche il nuovissimo DS.

Ora, se il calcio fosse playstation, toglieremmo a Mangia il joypad e l'affideremmo a me o a mio figlio e forse potremmo vincere pure lo scudetto, basterebbe settare i giocatori con le frecce di rendimento rosse e tutte in su. Purtroppo il calcio è fatto da tante componenti e indubbiamente fra queste c'è l'allenatore, ma certi mix, come quelli appena elencati, sarebbero indigesti pure a Guardiola, Lippi o Mourinho.

Tecnicamente, fino a quando non ci sarà una conduzione societaria più equilibrata, c'è ben poco da discutere, secondo me. E come questa squadra non è da retrocessione, è pure vero che è ancora al quinto posto perchè gioca nel campionato più scandaloso della storia del calcio italiano. Non ci sono altre spiegazioni.

Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo - Cesena, ovvero come distruggere tutto
« Risposta #16 il: 13 Dicembre 2011, 09:24:33 pm »
Concordo con entrambi....poco da dire ........dal punto di vista calcistico ora i nodi verranno al pettine.....il Palermo si riposizionerà piano piano nella classifica che gli compete.....tra la fine della colonna sinistra e l'inizio della destra.....anche se dico ATTENZIONE....il centrocampo del Cesena ne vale 3 di quello del Palermo eppure è la giù!!!

Io caro Sergio temo che in questo campionato.....mi potrei accalorare solo se la mia squadra rischiasse veramente la retrocessione .....per il resto non vale neanche la pena!!!

Mi siddio!!!

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo - Cesena, ovvero come distruggere tutto
« Risposta #17 il: 13 Dicembre 2011, 11:01:46 pm »
Ottimo primo tempo Palermo Siena 1 a 2 a fine primo tempo.......vorrei vomitare!!!
Se la fida a fare 2 cambi ora?