Autore Topic: Vedo, prevedo...  (Letto 2112 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8818
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« il: 26 Luglio 2006, 07:05:06 pm »
...il futuro e mi dice che queste saranno le tendenze estate-autunno in campo politico-social-giudiziario:

1) Alla camera di conciliazione del CONI abbondanti sconti di pena per tutte, nell'estremo tentativo di scongiurare i ricorsi al TAR.

2) Fiorentina, Juventus e Lazio ricorreranno lo stesso al TAR per rendere nullo il processo sportivo e riottenere la riammissione come se niente fosse al campionato di serie A.

3) Ci riusciranno ed i campionati avranno inizio. Nel frattempo Rossi sarà già stato fatto fuori da Petrucci, con soddisfazione di mezzo mondo politico, si farà un nuovo processo sportivo durante il campionato, magari dopo avere cambiato le regole sulla responsabilità oggettiva ed alla fine nessuno pagherà per illecito, ma cederà solo qualche punto, se ininfluente in classifica, per giustificare la mancanza di lealtà sportiva.

Questo quadro molto simile all'Apocalisse di San Giovanni sarebbe inverosimile in qualunque stato civile, quindi possibilissimo nel nostro.

Prepariamoci a qualsiasi cosa, da ieri nulla sarà più come prima, perchè che comandano loro e che noi siamo il nulla ce l'hanno sbattuto nella faccia ed impresso a colpi di mazza di baseball.




"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline ZANCLE

  • Utente
  • ***
  • Post: 162
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« Risposta #1 il: 27 Luglio 2006, 12:52:44 pm »
CIAO TEMPLARE,

IN VERITA' QUESTO PUO' ACCADERE

1)AL CONI Cosa può succedere alla Cca? Poco, anzi niente per quel che riguarda la conciliazione. Perchè per «conciliare» bisogna essere in due, e la Federcalcio del professor Guido Rossi, in parte scottata dalle sentenze a sconto della Corte federale, non sembra disposta a sedersi intorno a un tavolo con i belligeranti Cobolli Gigli, Lotito e Della Valle (il Milan ha già annunciato di rinunciare a ulteriori ricorsi). Qualcosa può invece accadere sul fronte dell’arbitrato, cioè della Juve retrocessa con penalizzazione. Lì, uno sconticino sullo sconto, qualche altro punto in meno dei 17 stabiliti in B dalla Corte federale, può anche arrivare.( GAZZETTA.IT ).

2)TRIBUNALE AMMINISTRATIVO E passiamo al Tar del Lazio. Il cui presidente Pasquale De Lise, autosospesosi dalla presidenza della Corte federale, si è da ieri autosospeso anche da qualsiasi tipo di dichiarazione («Ora la palla è passata al Tar e dobbiamo custodirla tacendo»), dopo averne dispensate in quantità quando il dibattito verteva su Tar-sì e Tar-no. De Lise, per lunghi anni l’uomo delle regole nella Federcalcio di Franco Carraro, ha spesso sottolineato in questi ultimi giorni come fosse per il Tar-sì, fornendo un prezioso quanto certo involontario assist a tutti i possibili ricorrenti. Ora che preferisce il silenzio, può essere utile rammentare quello che il Tar potrebbe o non potrebbe fare. Due ipotesi di partenza:
1) Il Tar dichiara inammissibili i ricorsi e si chiude lì.
2) Il Tar dichiara ammissibili i ricorsi.
Questa seconda ipotesi produce tre possibili varianti:
a) Il Tar dice che il processo alla Caf era viziato da irregolarità procedurali e che è tutto da rifare, ma questa è una possibilità che nelle ultime ore, specie dopo la sentenza della Corte federale, ha perso molto appeal.
b) Il Tar apre il fascicolo nel merito e concede alle società ricorrenti la sospensiva.
c) Il Tar apre il fascicolo nel merito e non concede la sospensiva.

3)SOSPENSIVA La sospensiva è quella cosa che fa la differenza. Con la sospensiva decadono momentaneamente le sanzioni in attesa di un giudizio nel merito che verrà dato successivamente. In teoria, per intenderci, con la sospensiva la Juve resterebbe addirittura in A. Ma è per l’appunto teoria. La sospensiva in realtà non ci sarà («Il Tar non la darà mai, ammesso e non concesso che ritenga ammissibili i ricorsi», dice chi se ne intende) e il Tar si prenderà tutto il suo tempo (mesi) per stabilire se quelle penalizzazioni sono congrue o meno. Nel frattempo partono campionati e coppe. E quel che resta in ballo sono solo eventuali (improbabili) cause civili di risarcimento danni.

3) SOSPENSIVA La sospensiva è quella cosa che fa la differenza. Con la sospensiva decadono momentaneamente le sanzioni in attesa di un giudizio nel merito che verrà dato successivamente. In teoria, per intenderci, con la sospensiva la Juve resterebbe addirittura in A. Ma è per l’appunto teoria. La sospensiva in realtà non ci sarà («Il Tar non la darà mai, ammesso e non concesso che ritenga ammissibili i ricorsi», dice chi se ne intende) e il Tar si prenderà tutto il suo tempo (mesi) per stabilire se quelle penalizzazioni sono congrue o meno. Nel frattempo partono campionati e coppe. E quel che resta in ballo sono solo eventuali (improbabili) cause civili di risarcimento danni.

Caro templare non e' che i giudici del tar si possono inventare le sentenze
saremo anche un paese foll, ma non esageriamo

ciao

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8818
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« Risposta #2 il: 27 Luglio 2006, 01:01:42 pm »
Citazione da: "ZANCLE"
CIAO TEMPLARE,

IN VERITA' QUESTO PUO' ACCADERE

1)AL CONI Cosa può succedere alla Cca? Poco, anzi niente per quel che riguarda la conciliazione. Perchè per «conciliare» bisogna essere in due, e la Federcalcio del professor Guido Rossi, in parte scottata dalle sentenze a sconto della Corte federale, non sembra disposta a sedersi intorno a un tavolo con i belligeranti Cobolli Gigli, Lotito e Della Valle (il Milan ha già annunciato di rinunciare a ulteriori ricorsi). Qualcosa può invece accadere sul fronte dell’arbitrato, cioè della Juve retrocessa con penalizzazione. Lì, uno sconticino sullo sconto, qualche altro punto in meno dei 17 stabiliti in B dalla Corte federale, può anche arrivare.( GAZZETTA.IT ).

2)TRIBUNALE AMMINISTRATIVO E passiamo al Tar del Lazio. Il cui presidente Pasquale De Lise, autosospesosi dalla presidenza della Corte federale, si è da ieri autosospeso anche da qualsiasi tipo di dichiarazione («Ora la palla è passata al Tar e dobbiamo custodirla tacendo»), dopo averne dispensate in quantità quando il dibattito verteva su Tar-sì e Tar-no. De Lise, per lunghi anni l’uomo delle regole nella Federcalcio di Franco Carraro, ha spesso sottolineato in questi ultimi giorni come fosse per il Tar-sì, fornendo un prezioso quanto certo involontario assist a tutti i possibili ricorrenti. Ora che preferisce il silenzio, può essere utile rammentare quello che il Tar potrebbe o non potrebbe fare. Due ipotesi di partenza:
1) Il Tar dichiara inammissibili i ricorsi e si chiude lì.
2) Il Tar dichiara ammissibili i ricorsi.
Questa seconda ipotesi produce tre possibili varianti:
a) Il Tar dice che il processo alla Caf era viziato da irregolarità procedurali e che è tutto da rifare, ma questa è una possibilità che nelle ultime ore, specie dopo la sentenza della Corte federale, ha perso molto appeal.
b) Il Tar apre il fascicolo nel merito e concede alle società ricorrenti la sospensiva.
c) Il Tar apre il fascicolo nel merito e non concede la sospensiva.

3)SOSPENSIVA La sospensiva è quella cosa che fa la differenza. Con la sospensiva decadono momentaneamente le sanzioni in attesa di un giudizio nel merito che verrà dato successivamente. In teoria, per intenderci, con la sospensiva la Juve resterebbe addirittura in A. Ma è per l’appunto teoria. La sospensiva in realtà non ci sarà («Il Tar non la darà mai, ammesso e non concesso che ritenga ammissibili i ricorsi», dice chi se ne intende) e il Tar si prenderà tutto il suo tempo (mesi) per stabilire se quelle penalizzazioni sono congrue o meno. Nel frattempo partono campionati e coppe. E quel che resta in ballo sono solo eventuali (improbabili) cause civili di risarcimento danni.

3) SOSPENSIVA La sospensiva è quella cosa che fa la differenza. Con la sospensiva decadono momentaneamente le sanzioni in attesa di un giudizio nel merito che verrà dato successivamente. In teoria, per intenderci, con la sospensiva la Juve resterebbe addirittura in A. Ma è per l’appunto teoria. La sospensiva in realtà non ci sarà («Il Tar non la darà mai, ammesso e non concesso che ritenga ammissibili i ricorsi», dice chi se ne intende) e il Tar si prenderà tutto il suo tempo (mesi) per stabilire se quelle penalizzazioni sono congrue o meno. Nel frattempo partono campionati e coppe. E quel che resta in ballo sono solo eventuali (improbabili) cause civili di risarcimento danni.

Caro templare non e' che i giudici del tar si possono inventare le sentenze
saremo anche un paese foll, ma non esageriamo

ciao


Apprezzo la chiarezza con cui hai spiegato le cose. La mia era chiaramente una provocazione, ma quando un presidente di Tar dichiara che le leggi, in particolare la 280/2003, sono fatte per essere interpretate, ai miei occhi ogni cosa diventa possibile.

Senza entrare più nel merito di quanto successe nel 2003, ma tu credi che Tar di Catania e Tar Lazio avrebbero adottato provvedimenti uguali? Io ho i miei forti dubbi. Per carità, ognuno ha o avrebbe interpretato carte e leggi in maniera ineccepibile, ma ho come l'impressione che sarebbero state interpretazioni differenti...

In Italia mi aspetto comunque di tutto, da parte di chiunque.

Ciao!



"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5507
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Vedo, prevedo...
« Risposta #3 il: 27 Luglio 2006, 01:07:12 pm »
Citazione da: "Templare"

[CUT]Senza entrare più nel merito di quanto successe nel 2003, ma tu credi che Tar di Catania e Tar Lazio avrebbero adottato provvedimenti uguali? Io ho i miei forti dubbi.
"

Penso di sì, visto l'abnorme vizio di forma da cui nacque il caso.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8818
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« Risposta #4 il: 27 Luglio 2006, 01:34:18 pm »
Citazione da: "bua"
Citazione da: "Templare"

[***]Senza entrare più nel merito di quanto successe nel 2003, ma tu credi che Tar di Catania e Tar Lazio avrebbero adottato provvedimenti uguali? Io ho i miei forti dubbi.
"

Penso di sì, visto l'abnorme vizio di forma da cui nacque il caso.


Io invece dico che il TAR Lazio, molto vicino alla Figc ed in particolar modo a Carraro, avrebbe lasciato tutto per come era, per come faceva più comodo e come del resto ha fatto quasi sempre. Quella sezione del TAR é sempre stato il braccio giudiziario di Carraro.

Sbaglierò, purtroppo non ci sarà mai controprova, in un senso o nell'altro.

Ciao!



"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Claudio rosanero

  • Utente
  • ***
  • Post: 295
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
...
« Risposta #5 il: 27 Luglio 2006, 02:40:52 pm »
1° grado,2°grado,TAR,CONI....."TANTO RUMORE PER NIENTE"!!!!!!!!!!!!
alla fine vinceranno.

Offline Fein

  • Utente
  • ***
  • Post: 144
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« Risposta #6 il: 27 Luglio 2006, 03:04:34 pm »
Citazione da: "Templare"
Citazione da: "bua"
Citazione da: "Templare"

[***]Senza entrare più nel merito di quanto successe nel 2003, ma tu credi che Tar di Catania e Tar Lazio avrebbero adottato provvedimenti uguali? Io ho i miei forti dubbi.
"

Penso di sì, visto l'abnorme vizio di forma da cui nacque il caso.


Io invece dico che il TAR Lazio, molto vicino alla Figc ed in particolar modo a Carraro, avrebbe lasciato tutto per come era, per come faceva più comodo e come del resto ha fatto quasi sempre. Quella sezione del TAR é sempre stato il braccio giudiziario di Carraro.

Sbaglierò, purtroppo non ci sarà mai controprova, in un senso o nell'altro.

Ciao!



"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"







Difatti il senso della legge del 2003 era proprio questo.
Quello di convogliare tutte le possibili controversie al Tar Lazio in modo che non ci potesse più essere lo Zingales di turno a rompere le uova nel paniere ed ogni cosa potesse essere sistemata come la si voleva.Anzi come richiedeva sua maestà Carraro,il quale sul suo libro paga ha tantissima gente..
Guarda caso,i membri della Corte Federale sono gli unici componenti giudicanti che non sono stati cambiati,a differenza della nuova Caf di Ruperto questi qua appartengono ancora a quel giro e s'è visto.
Io oramai non mi stupirei neanche se la Juve tornasse in A a furor di popolo e venisse imposto a tutte le altre società di chiedergli scusa pubblicamente e di pagargli le spese processuali.
E aggiungo il carico:


"Il presidente della Corte Federale Sandulli: "Calciopoli non esiste"
27.07.2006 13.23 di Alessio Calfapietra articolo letto 292 volte
Abbiamo scherzato. Per oltre tre mesi siamo andati dietro a cose che forse appartenevano solo alla nostra fantasia. Lo afferma Sandulli, a capo della Corte Federale che ha drasticamente ridotto in appello le pene alle squadre implicate. Rivolgendosi a "Il Romanista", il noto esperto di procedura civile rivela una verità tanto semplice quanto choccante: "Non ci sono illeciti. Era tutto regolare. Il campionato 2004/2005 non è stato falsato. L'unico dubbio è Lecce-Parma. La Juve protesta? Mi stupisco. Abbiamo confermato la sentenza Caf". Piccolo commento in chiusa. Forse i bianconeri hanno titolo per lagnarsi: perchè, se non c'era alcun sistema, sono stati spediti in B? "

Con queste premesse, aspettiamoci di tutto.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8818
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vedo, prevedo...
« Risposta #7 il: 27 Luglio 2006, 04:54:14 pm »
Bene, alla luce delle dichiarazioni di Serio e Sandulli e considerato che non più tardi di qualche giorno fa il ministro Melandri ed il premier Prodi si erano espressi contro qualsiasi tipo di amnistia calcistica, dicendo anzi che i colpevoli dovevano pagare seriamente, mi aspetto che Prodi intervenga e dica qualcosa di convincente.

Mi rendo conto però che chiedere qualcosa di convincente ad un tizio che nella democristianità ci ha vissuto e mangiato per decenni, al punto da dimenticare completamente di essere stato cacciato qualche anno fa da quelli che oggi sono di nuovo i suoi alleati, sarebbe pretendere un pò troppo.

Nessuna amnistia! Contrordine compagni! Amnistia, ma senza pronunciare la parola. E Mastella ride, detta condizioni per l'indulto (quello serio) e ci mette dentro pure i corrotti. Peccato, per poco ci faceva entrare pure gli usurai...

Povera Italia!



"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2358
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
NON FATE L'ABBONAMENTO ALLE PAY-TV!
« Risposta #8 il: 27 Luglio 2006, 06:08:17 pm »
E' inutile lametarsi se poi diamo i soldi a questo branco di ladri e truffaldini facendo in massa l'abbonamento alle pay-tv.
Templare, purtroppo credo le la previsone da te annunciata, non sia del tutto infondata, anzi.
La cosa non mi meraviglia e credo che l'unica cosa che possiamo fare è quella di disdire gli abbonamenti e non farli affatto... è dura, lo so, ma solo così hanno un senso le nostre lamentele.
Io le partite le vedo solo allo stadio, quando posso, e purtroppo non sempre posso...
salutamu.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8818
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: NON FATE L'ABBONAMENTO ALLE PAY-TV!
« Risposta #9 il: 28 Luglio 2006, 10:46:49 am »
Citazione da: "turiddu"
E' inutile lametarsi se poi diamo i soldi a questo branco di ladri e truffaldini facendo in massa l'abbonamento alle pay-tv.
Templare, purtroppo credo le la previsone da te annunciata, non sia del tutto infondata, anzi.
La cosa non mi meraviglia e credo che l'unica cosa che possiamo fare è quella di disdire gli abbonamenti e non farli affatto... è dura, lo so, ma solo così hanno un senso le nostre lamentele.
Io le partite le vedo solo allo stadio, quando posso, e purtroppo non sempre posso...
salutamu.


Lo faccio io, lo fai tu e poi non lo fa più nessuno. Non si va da nessuna parte Turiddu, per un semplice motivo: al primo minuto di campionato il 90% della gente interessata al calcio si scorderà tutto e rimarremo soltanto in pochi intimi a dannarci l'anima.

E questo lo sanno bene anche quei signori della CF, che fino a ieri hanno fatto una figura ridicola, con il carrarese (non per cittadinanza) Sandulli che dichiara solennemente l'unanimità delle decisioni e Serio che invece lo smentisce, beccandosi oggi l'allontanamento dalla Corte e l'impossibilità di partecipare alla stesura delle motivazioni.

In uno stato serio (scusa il gioco di parole), qualcuno sentirebbe il bisogno di farsi spiegare un pò come sono andate le cose. Ha ragione Zamparini che dichiara che le intercettazioni sarebbero state più utili dentro l'aula di consiglio della Corte che per le telefonate dei nostri illustri compatrioti.

Rimarrà poi sempre la curiosità su chi ha legato le mani ai magistrati prima di Torino e poi di Napoli. Per cose molto meno gravi e molto più inquinate dalle fughe di notizie ho visto gente prelevata all'alba a casa, interrogata dopo una settimana di isolamento e molto, molto, molto loquace. Che siano veramente tutti innocenti ed i folli siamo noi e quei magistrati? Sto incominciando a crederlo.

Ciao!



"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.