Autore Topic: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.  (Letto 1766 volte)

umastru

  • Visitatore
Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« il: 04 Settembre 2010, 11:08:42 pm »
Ciao a tutti, ammugghiata la prima, e finito il mercato, mi è venuta voglia di dire la mia.
A me personalmente, il mercato del Catania non mi ha deluso ne esaltato. Come al solito il Vate ha fatto i suoi movimenti lasciando che gli altri parlassero a vanvera. Secondo me, sperava di sfoltire di più la rosa: Non c'è riuscito, pacienza, ci riproverà a Gennaio.
Ma  in linea di massima ha centrato i suoi obbiettivi: una plusvalenza coi fiocchi, che serve a mettere a posto il bilancio e continuare nella crescita del centro, e degli aquisti mirati. Certo non sono i nomi di Milan e Roma,ma noi siamo il Catania, e questa è la nostra forza, o debolezza, possiamo puntare solo su scommesse.
Ma ricordiamoci che questa politica ha permesso nel momento del bisogno a Lo Monaco di andare a prendere Maxi Lopez con i soldi in bocca.
Passiamo ai tifosi; Per me Catania e i Catanesi non si meritano la serie A. Crisi o non crisi un bacino di utenza che ad essere scarsi è di 700.000 persone non può dare solo 8.000 abbonamenti, non esiste.
Ma si sa u catanisi è spertu,
E non parlatemi di prezzi in una  provincia dove per apparire si spendono migliaia di euro in capi di vestiario.
Di sicuro la società non è amata ne dalla politica, ne da una certa imprenditoria, che vede la programmazione e i relativi risultati di questa come fumo negli occhi. Perchè non fà che evidenziare giorno dopo giorno la loro mediocrità e inadeguatezza. Sono tutti lì come avvoltoi ad aspettare un passo falso. Vedi alla voce consigliere l'anno scorso
Tornando al calcio, devo dire che la rosa tecnicamente (per la fascia di appartenza) mi sembra più che valida, certo si aspetta sempre di vincere qualche scommessa, ma con questi incassi, e questo appeal televisivo, questa è l'unica strada percorribile.
Abbiamo il solito handicap dell'allenatore nuovo, ma torniamo al discorso di prima, arrivano dei signor nessuno, si valorizzano, e poi scappano. Questo oltretutto gioca in maniera pure diversa, onde per cui un minimo di tempo bisogna darlo a lui e alla squadra.
Ma voglio ribadire un mio preciso pensiero: Spero che il Catania quest'anno mi regali il sogno di vederlo nella colonna sinistra della classifica, e secondo me ne ha le potenzialità. Ma datosi che la palla è tonda e capricciosa, nella malagurata ipotesi "nzama u signuri" di una retrocessione, io a questa società che mi ha regalato tanti anni di serie A non potro che dire grazie. Anche perche con le solide fondamenta create da il duo Pulvi e Vate penso che non ci metterebbe molto a risalire.
Ariciao.
"U Mastru"
P.S. dopo aver visto Montolivo e Pepe in Nazionale, mi domando come si fà a non prendere in considerazione gente come Biagianti e il vecchietto Mascara. Ah ma giocano a catania. ::) ::)
 

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3908
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #1 il: 05 Settembre 2010, 05:00:47 pm »
Per me invece il mercato, come dovrebbe essersi già capito  :-)), è stato deludente, perchè, sostanzialmente non c'è stato. Non si è potenziata la squadra (Gomez x Martinez), non si è sfoltita la rosa. Si è fatta una grossa plusvalenze che a me, come tifoso lascia assolutamente indifferente, se non contrario, perchè ne avrei preferito una minore ed un potenziamento della squadra.

Argomento tifosi.  Gli 8.000 abbonamenti sono pochi? Potrei anche convenirne, anche se Catania è una città storicamente refrattaria all'abbonamento. La domanda però è cosa ha fatto il Catania per incentivarne il numero? Non può reggere in eterno l'assioma io ti faccio vedere la serie A, tu ti devi abbonare. Può valere per i primi anni, poi, fisiologicamente, i tifosi restano, gli spettatori, che rassegniamoci sono la maggior parte, si rarefanno e si siedono davanti al televisore, presentandosi poi puntuali per le partitissime o per altre situazioni particolari. In questa situazione se vuoi mantenere alto il numero degli abbonamenti devi fare qualcosa per attirare la gente. Inoltre secondo me si deve uscire dall'equivoco, se l'obiettivo della società è avere uno stadio tutto di abbonati, deve conseguenzialmente adottare una politica dei prezzi, completamente diversa. Non si può pretendere lo stadio tutto di abbonati e contestualmente avere gli abbonamenti più cari d'Italia, come avviene puntualmente, almeno per i settori popolari, da cinque anni a questa parte (a questo proposito sarebbe interessante avere la percentuali dei rinnovi rispetto all'intero numero di abbonati).

Settimo anno di gestione societaria, ottavo allenatore, forse non è la strada migliore per perseguire un progetto di miglioramento costante.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #2 il: 05 Settembre 2010, 06:25:57 pm »
Il mercato si e' chiuso da una settimana circa.
E lo spunto del Mastro mi da il destro per consumare anche le mie riflessioni.
Allora cominciamo dal mercato. Aldo e' stato "tranchant" in merito. Ma io onestamente avevo posto i miei personali paletti all'inizio della sessione estiva.

Che erano sostanzialmente due:

-Mantenimento dei Big;

-Sfoltimento della rosa;

Sul primo punto sono rimasto soddisfatto, sul secondo meno.
Darei sostanzialmente un sei al mercato, visto che mantenere Lopez e Biagianti e' per una piccola realta' quale Catania una grossa impresa.

Veniamo alla provocazione del Mastru in merito ai pochi abbonati.
Qui, spiacente non sono d'accordo caro Mastru.
Come non e' bello fare i conti in sacchetta alla societa', non lo e' farlo neppure ai cristiani...
Io con i miei soldini faccio quel che voglio..
Se mi va di abbonarmi mi abbono..Se mi va di vestire firmato dalle scarpe alle mutande piuttosto che tifare Mascara & C..Saro' pur libero di scegliere.
Ma una societa' che mira a uno stadio di abbonati si comporta in maniera differente da questa.
Abbassa i prezzi e li adegua al resto della A, soprattutto nei settori popolari.
Propone abbonamenti mirati alle famiglie, magari con sconti congrui.
E..last..but not least i propri abbonati, certe volte, non SEMPRE, li fa sognare.

E per farli sognare Mastru, dopo 5 anni di A, non basta Gomez soltanto.
Te lo dice uno che si e' abbonato il 20 Luglio e che domani ritirera' la sua brava tesserina del tifoso.

Sul bacino di utenza da 700000 Mastro..Ti prego.
Per anni, quelli bui, siamo stati a baloccarci su questo PRODIGIOSO bacino di utenza.
No Mastro..Non esiste alcun bacino di utenza..Chisti semu.
Io ringrazio questa dirigenza per la A e per la permanenza...
Ma io per il Catania lassu sordi a cuntari..

A Catania, Mastro, come me per il Catania ce ne siamo 5-6000..
Non di piu'. Per gli altri, ci vogliono gli incentivi..Se lo vogliano capire bene, altrimenti..8000 su giusti.

Con affetto.

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #3 il: 05 Settembre 2010, 06:26:09 pm »
Ciao a tutti, ammugghiata la prima, e finito il mercato, mi è venuta voglia di dire la mia.
A me personalmente, il mercato del Catania non mi ha deluso ne esaltato. Come al solito il Vate ha fatto i suoi movimenti lasciando che gli altri parlassero a vanvera. Secondo me, sperava di sfoltire di più la rosa: Non c'è riuscito, pacienza, ci riproverà a Gennaio.
Ma  in linea di massima ha centrato i suoi obbiettivi: una plusvalenza coi fiocchi, che serve a mettere a posto il bilancio e continuare nella crescita del centro, e degli aquisti mirati. Certo non sono i nomi di Milan e Roma,ma noi siamo il Catania, e questa è la nostra forza, o debolezza, possiamo puntare solo su scommesse.
Ma ricordiamoci che questa politica ha permesso nel momento del bisogno a Lo Monaco di andare a prendere Maxi Lopez con i soldi in bocca.
Passiamo ai tifosi; Per me Catania e i Catanesi non si meritano la serie A. Crisi o non crisi un bacino di utenza che ad essere scarsi è di 700.000 persone non può dare solo 8.000 abbonamenti, non esiste.
Ma si sa u catanisi è spertu,
E non parlatemi di prezzi in una  provincia dove per apparire si spendono migliaia di euro in capi di vestiario.
Di sicuro la società non è amata ne dalla politica, ne da una certa imprenditoria, che vede la programmazione e i relativi risultati di questa come fumo negli occhi. Perchè non fà che evidenziare giorno dopo giorno la loro mediocrità e inadeguatezza. Sono tutti lì come avvoltoi ad aspettare un passo falso. Vedi alla voce consigliere l'anno scorso
Tornando al calcio, devo dire che la rosa tecnicamente (per la fascia di appartenza) mi sembra più che valida, certo si aspetta sempre di vincere qualche scommessa, ma con questi incassi, e questo appeal televisivo, questa è l'unica strada percorribile.
Abbiamo il solito handicap dell'allenatore nuovo, ma torniamo al discorso di prima, arrivano dei signor nessuno, si valorizzano, e poi scappano. Questo oltretutto gioca in maniera pure diversa, onde per cui un minimo di tempo bisogna darlo a lui e alla squadra.
Ma voglio ribadire un mio preciso pensiero: Spero che il Catania quest'anno mi regali il sogno di vederlo nella colonna sinistra della classifica, e secondo me ne ha le potenzialità. Ma datosi che la palla è tonda e capricciosa, nella malagurata ipotesi "nzama u signuri" di una retrocessione, io a questa società che mi ha regalato tanti anni di serie A non potro che dire grazie. Anche perche con le solide fondamenta create da il duo Pulvi e Vate penso che non ci metterebbe molto a risalire.
Ariciao.
"U Mastru"
P.S. dopo aver visto Montolivo e Pepe in Nazionale, mi domando come si fà a non prendere in considerazione gente come Biagianti e il vecchietto Mascara. Ah ma giocano a catania. ::) ::)
 


Riflessioni in buona parte condivisibili...non quoto invece la critica a chi si compra i vestiti costosi e non va allo stadio. MAstru, ognuno i soldi li spende come vuole....seguendoti, ti si potrebbe rispondere "perchè, invece di spendere i soldi allo stadio, i ragazzi non comprano un buon libro o si fanno un buon corso d'inglese o di computer o risparmiamo per i momenti veramente importanti della vita"...o...insomma, invece di attaccare catania e i catanesi, io direi, senza attaccare nessuno, che la società, avendo un responsabile marketing, dovrebbe lavorare di più e meglio su questo tasto.

ciao.

umastru

  • Visitatore
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #4 il: 05 Settembre 2010, 10:58:12 pm »
Ciao a tutti, ammugghiata la prima, e finito il mercato, mi è venuta voglia di dire la mia.
A me personalmente, il mercato del Catania non mi ha deluso ne esaltato. Come al solito il Vate ha fatto i suoi movimenti lasciando che gli altri parlassero a vanvera. Secondo me, sperava di sfoltire di più la rosa: Non c'è riuscito, pacienza, ci riproverà a Gennaio.
Ma  in linea di massima ha centrato i suoi obbiettivi: una plusvalenza coi fiocchi, che serve a mettere a posto il bilancio e continuare nella crescita del centro, e degli aquisti mirati. Certo non sono i nomi di Milan e Roma,ma noi siamo il Catania, e questa è la nostra forza, o debolezza, possiamo puntare solo su scommesse.
Ma ricordiamoci che questa politica ha permesso nel momento del bisogno a Lo Monaco di andare a prendere Maxi Lopez con i soldi in bocca.
Passiamo ai tifosi; Per me Catania e i Catanesi non si meritano la serie A. Crisi o non crisi un bacino di utenza che ad essere scarsi è di 700.000 persone non può dare solo 8.000 abbonamenti, non esiste.
Ma si sa u catanisi è spertu,
E non parlatemi di prezzi in una  provincia dove per apparire si spendono migliaia di euro in capi di vestiario.
Di sicuro la società non è amata ne dalla politica, ne da una certa imprenditoria, che vede la programmazione e i relativi risultati di questa come fumo negli occhi. Perchè non fà che evidenziare giorno dopo giorno la loro mediocrità e inadeguatezza. Sono tutti lì come avvoltoi ad aspettare un passo falso. Vedi alla voce consigliere l'anno scorso
Tornando al calcio, devo dire che la rosa tecnicamente (per la fascia di appartenza) mi sembra più che valida, certo si aspetta sempre di vincere qualche scommessa, ma con questi incassi, e questo appeal televisivo, questa è l'unica strada percorribile.
Abbiamo il solito handicap dell'allenatore nuovo, ma torniamo al discorso di prima, arrivano dei signor nessuno, si valorizzano, e poi scappano. Questo oltretutto gioca in maniera pure diversa, onde per cui un minimo di tempo bisogna darlo a lui e alla squadra.
Ma voglio ribadire un mio preciso pensiero: Spero che il Catania quest'anno mi regali il sogno di vederlo nella colonna sinistra della classifica, e secondo me ne ha le potenzialità. Ma datosi che la palla è tonda e capricciosa, nella malagurata ipotesi "nzama u signuri" di una retrocessione, io a questa società che mi ha regalato tanti anni di serie A non potro che dire grazie. Anche perche con le solide fondamenta create da il duo Pulvi e Vate penso che non ci metterebbe molto a risalire.
Ariciao.
"U Mastru"
P.S. dopo aver visto Montolivo e Pepe in Nazionale, mi domando come si fà a non prendere in considerazione gente come Biagianti e il vecchietto Mascara. Ah ma giocano a catania. ::) ::)
 


Riflessioni in buona parte condivisibili...non quoto invece la critica a chi si compra i vestiti costosi e non va allo stadio. MAstru, ognuno i soldi li spende come vuole....seguendoti, ti si potrebbe rispondere "perchè, invece di spendere i soldi allo stadio, i ragazzi non comprano un buon libro o si fanno un buon corso d'inglese o di computer o risparmiamo per i momenti veramente importanti della vita"...o...insomma, invece di attaccare catania e i catanesi, io direi, senza attaccare nessuno, che la società, avendo un responsabile marketing, dovrebbe lavorare di più e meglio su questo tasto.

ciao.
Scusate, non mi sono spiegato bene, non ho niente su chi veste firmato, anche se preferisco un buon libro o un computer aggiornato. Quello che volevo dire è che su un potenziale bacino di 700.000 persone solo 8.000/10.000 sono disposti a spendere per il Catania calcio. Queste persone se ne fottono della categoria, ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Non credo neppure che riducendo i prezzi la società risolverebbe il problema, l'unica speranza è un piazzamento uefa. E qui il cane si morde la coda, perchè la società (giustamente) non vuole fare il passo più lungo della gamba. Si sono viste squadre retrocedere per non avere avuto la forza finanziaria di supportare campionato e coppa. O peggio mi sento, fallire per aver speso più di quello che potevano senza ottenere nessun risultato.
Logico che io come tifoso vorrei il meglio. Tanto per dire domenica scorsa ho pasteggiato a Malox dopo la partita. ::) ::) ::)
Ma questa è la zita, non bellissima, ma pragmatica al massimo. ::)
"U Mastru"
P.S.
E di Montolivo non dite niente? ::)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #5 il: 06 Settembre 2010, 11:47:08 am »
Forse in merito all'argomento abbonamenti/vestiti griffati...U Mastu si è spiegato male!

Effettivamente è vero...ognuno coi propri soldi è libero di fare quello che vuole, del resto l'abbonamento alla propria squadra non è la TARSU che se non la paghi ti fanno il pignoramento...il problema è che a Catania c'è il chiagni e fot.ti...ovvero lamentati e stai bbonu 8D ...

A Catania, a parte che come ricorda Aldo c'è la ritrosia ad abbonarsi al Catania qualunque prezzo venga praticato (tranne se te lo regalano ::) ), si scopre spessissimo che quelli che si lamentano del caro abbonamenti ed inveiscono contro l'attuale società...sono quelli che potrebbro farsene anche tre di abbonamenti...mentre coloro che davvero hanno seri problemi economici stanno zitti o usano la finanziaria...e guardate che parlo con cognizione di causa e non a livello teorico o peggio per luoghi comuni...anche se non ho la presunzione di conoscere tutta Catania...

Un piccolo esempio tipico della natura di certi catanesi vissuto dal sottoscritto proprio appena un mese fa circa: dei conoscenti, guarda la combinazione senza alcun problema economico, si lamentavano con me per il caro abbonamenti...a loro dire nemmeno lo sconto-fedeltà per i vecchi abbonati era buono...finendo la discussione con due classici del repertorio di questa gente: "fino a quannu ci sù i fissa comu a tia i cosi a Catania vanu mali" e "Soddi a Lo Monaco non cinni rugnu!" ...qualche giorno dopo vengo a sapere che questi, invece, "spetti" se ne erano andati a Cosenza per seguire la Juventus in amichevole 8| 8D ...così quando li ho rivisti gli ho chiesto di farsi due conti fra viaggio, benzina, permanenza con vitto e biglietto...e poi gli ho chiesto di raccontarmi di nuovo la stora de "u fissa" e "i spetti"  ::) ;-)

Con questo, comunque, non voglio dare alcun alibi alla Società che in merito potrebbe fare molto meglio. A cominciare dalle amichevoli di quest'estate, che io, ad esempio, ho disertato perchè mi sono sembrate troppo ed ingiustificatamente care (e ripeto, come ebbi a dire allora, non me ne frega nulla che siano venuti i pulcini del Villareal, io allo stadio ci vado per il Catania!), fino ad arrivare a dare la possibilità ai vecchi abbonati usufruire ugualmente dello sconto-fedeltà anche nel passaggio da un settore più caro ad uno più economico (per esempio, gente che dalla tribuna A, voleva tornare in B o andare in Curva...ha dovuto pagare l'abbonamento come un nuovo abbonato!)

Invece sono assolutamente d'accordo con la Società quando dice che la loggistica del Massimino non permette promozioni o sconti di settore...vorrei ricordare che il Catania utilizza lo stadio in regime di nulla osta della Prefettura per avere la massima capienza che non supera le 19 mila unità  8| che per un capoluogo di provincia così grande (ricordando che ci sono richieste pure dalle provincie limitrofe!) sono cifre ridicole ed insostenibili...

Non per nulla dopo il Centro Sportivo...Pulvirenti punta ad un nuovo stadio che, come lui stesso ha ribadito in più di un'intervista, gli permetterà di uniformare prezzi e promozioni al resto della serie A...magarì sarà lì che bisognerà incalzarlo ricordandogli le promesse... ;-)
Peraltro, sarò forse "fissa" davvero o solo il "solito filosocietario", ma io al mito che, tanto per cambiare  ;-) 8D , vede le le altre società essere più filantropiche nei confronti dei propri tifosi non ci credo tanto...e difficilmente, questi aspiranti esperti di marketing, riusciranno a convincermi del contrario...almeno fino a quando il calcio sarà costituito da società A FINE DI LUCRO, alias S.p.A. 8D     

Avvolte sento portare a paragone prezzi di abbonamenti con quelli del Catania di piazze in cui con tutte le galline e le pecore allo stadio ci vanno in 5 mila massimo...e quando va bene...o altre in cui si scopre che il Presidente quello che perde dai prezzi degli abbonamenti lo guadagna in affari extracalcistici(leciti e non!  ;-) )...altre più importanti, tipo Milan, Inter, Roma, che praticano prezzi stracciati per i loro abbonamenti...salvo scoprire che si tratta di settori di quegli stadi (tre volte il Massimino!) che ci credo bene li danno a quei prezzi visto che la partita la devi vedere con il telescopio dell'Osservatorio di geofisica  :-D  ...

Infine concordo assolutamente con U Mastru sull'immaturità di parte del tifo catanese alla serie A...l'ho già scritto in un altro post: Pulvirenti e Lo Monaco hanno interessi evidentemente molto forti a Catania per fare quello che fanno...non c'è altro...perchè quale persona saggia investirebbe per una città che ama distruggere?

Ciao
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #6 il: 06 Settembre 2010, 12:20:55 pm »
Forse in merito all'argomento abbonamenti/vestiti griffati...U Mastu si è spiegato male!

Effettivamente è vero...ognuno coi propri soldi è libero di fare quello che vuole, del resto l'abbonamento alla propria squadra non è la TARSU che se non la paghi ti fanno il pignoramento...il problema è che a Catania c'è il chiagni e fot.ti...ovvero lamentati e stai bbonu 8D ...

...
Un piccolo esempio tipico della natura di certi catanesi vissuto dal sottoscritto proprio appena un mese fa circa: dei conoscenti, guarda la
Invece sono assolutamente d'accordo con la Società quando dice che la loggistica del Massimino non permette promozioni o sconti di settore...vorrei ricordare che il Catania utilizza lo stadio in regime di nulla osta della Prefettura per avere la massima capienza che non supera le 19 mila unità  8| che per un capoluogo di provincia così grande (ricordando che ci sono richieste pure dalle provincie limitrofe!) sono cifre ridicole ed insostenibili...

Non per nulla dopo il Centro Sportivo...Pulvirenti punta ad un nuovo stadio che, come lui stesso ha ribadito in più di un'intervista, gli permetterà di uniformare prezzi e promozioni al resto della serie A...magarì sarà lì che bisognerà incalzarlo ricordandogli le promesse... ;-)
Peraltro, sarò forse "fissa" davvero o solo il "solito filosocietario", ma io al mito che, tanto per cambiare  ;-) 8D , vede le le altre società essere più filantropiche nei confronti dei propri tifosi non ci credo tanto...e difficilmente, questi aspiranti esperti di marketing, riusciranno a convincermi del contrario...almeno fino a quando il calcio sarà costituito da società A FINE DI LUCRO, alias S.p.A. 8D     

Avvolte sento portare a paragone prezzi di abbonamenti con quelli del Catania di piazze in cui con tutte le galline e le pecore allo stadio ci vanno in 5 mila massimo...e quando va bene...o altre in cui si scopre che il Presidente quello che perde dai prezzi degli abbonamenti lo guadagna in affari extracalcistici(leciti e non!  ;-) )...altre più importanti, tipo Milan, Inter, Roma, che praticano prezzi stracciati per i loro abbonamenti...salvo scoprire che si tratta di settori di quegli stadi (tre volte il Massimino!) che ci credo bene li danno a quei prezzi visto che la partita la devi vedere con il telescopio dell'Osservatorio di geofisica  :-D  ...


Coem non essere d'accordo sulla critica delle lamentele di chi va poi a spendere 150 euro per un'amichevole a Cosenza. Diverso però è il discorso che fai sui 19 mila post...avresti ragione se ci sfosse il pienone quasi sempre, invece,dato che oramai lo stadio si riempie 3-4 volte l'anno, il discorso dei 19 mila posti non regge.
D'altronde se vendi a 10, vendi 2, se magari vendi a 8, vendi 3...24 é meglio che 20! Il posto, PURTROPPO, c'è.

umastru

  • Visitatore
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #7 il: 06 Settembre 2010, 01:40:54 pm »
Forse in merito all'argomento abbonamenti/vestiti griffati...U Mastu si è spiegato male!

Effettivamente è vero...ognuno coi propri soldi è libero di fare quello che vuole, del resto l'abbonamento alla propria squadra non è la TARSU che se non la paghi ti fanno il pignoramento...il problema è che a Catania c'è il chiagni e fot.ti...ovvero lamentati e stai bbonu 8D ...

...
Un piccolo esempio tipico della natura di certi catanesi vissuto dal sottoscritto proprio appena un mese fa circa: dei conoscenti, guarda la
Invece sono assolutamente d'accordo con la Società quando dice che la loggistica del Massimino non permette promozioni o sconti di settore...vorrei ricordare che il Catania utilizza lo stadio in regime di nulla osta della Prefettura per avere la massima capienza che non supera le 19 mila unità  8| che per un capoluogo di provincia così grande (ricordando che ci sono richieste pure dalle provincie limitrofe!) sono cifre ridicole ed insostenibili...

Non per nulla dopo il Centro Sportivo...Pulvirenti punta ad un nuovo stadio che, come lui stesso ha ribadito in più di un'intervista, gli permetterà di uniformare prezzi e promozioni al resto della serie A...magarì sarà lì che bisognerà incalzarlo ricordandogli le promesse... ;-)
Peraltro, sarò forse "fissa" davvero o solo il "solito filosocietario", ma io al mito che, tanto per cambiare  ;-) 8D , vede le le altre società essere più filantropiche nei confronti dei propri tifosi non ci credo tanto...e difficilmente, questi aspiranti esperti di marketing, riusciranno a convincermi del contrario...almeno fino a quando il calcio sarà costituito da società A FINE DI LUCRO, alias S.p.A. 8D     

Avvolte sento portare a paragone prezzi di abbonamenti con quelli del Catania di piazze in cui con tutte le galline e le pecore allo stadio ci vanno in 5 mila massimo...e quando va bene...o altre in cui si scopre che il Presidente quello che perde dai prezzi degli abbonamenti lo guadagna in affari extracalcistici(leciti e non!  ;-) )...altre più importanti, tipo Milan, Inter, Roma, che praticano prezzi stracciati per i loro abbonamenti...salvo scoprire che si tratta di settori di quegli stadi (tre volte il Massimino!) che ci credo bene li danno a quei prezzi visto che la partita la devi vedere con il telescopio dell'Osservatorio di geofisica  :-D  ...


Coem non essere d'accordo sulla critica delle lamentele di chi va poi a spendere 150 euro per un'amichevole a Cosenza. Diverso però è il discorso che fai sui 19 mila post...avresti ragione se ci sfosse il pienone quasi sempre, invece,dato che oramai lo stadio si riempie 3-4 volte l'anno, il discorso dei 19 mila posti non regge.
D'altronde se vendi a 10, vendi 2, se magari vendi a 8, vendi 3...24 é meglio che 20! Il posto, PURTROPPO, c'è.
Ma dai!
C'è gente che non ha rifatto l'abbonamento con il 30% di sconto!
Tutti licenziati?
Magari come dice Gaspare, con uno stadio nuovo e moderno, con in più una coppa europea da disputare si può arrivare a  15/20.000 abbonati. Ma ci vorra tempo, molto tempo, ma per me non è un problema, ho aspettato più di vent'anni per rivedere il Catania in A, cosa vuoi che siano 5 o 6 anni per appoggiare i glutei in un nuovo stadio. 8D Anche perchè il gatto e la volpe quello che promettono mantengono. Tranne che la nostra beneamata classe politica locale non riesca nel capolavoro di farli scappare. ::) ::) ::) ::)
"U mastru"

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #8 il: 06 Settembre 2010, 01:59:33 pm »
Forse in merito all'argomento abbonamenti/vestiti griffati...U Mastu si è spiegato male!

Effettivamente è vero...ognuno coi propri soldi è libero di fare quello che vuole, del resto l'abbonamento alla propria squadra non è la TARSU che se non la paghi ti fanno il pignoramento...il problema è che a Catania c'è il chiagni e fot.ti...ovvero lamentati e stai bbonu 8D ...

...
Un piccolo esempio tipico della natura di certi catanesi vissuto dal sottoscritto proprio appena un mese fa circa: dei conoscenti, guarda la
Invece sono assolutamente d'accordo con la Società quando dice che la loggistica del Massimino non permette promozioni o sconti di settore...vorrei ricordare che il Catania utilizza lo stadio in regime di nulla osta della Prefettura per avere la massima capienza che non supera le 19 mila unità  8| che per un capoluogo di provincia così grande (ricordando che ci sono richieste pure dalle provincie limitrofe!) sono cifre ridicole ed insostenibili...

Non per nulla dopo il Centro Sportivo...Pulvirenti punta ad un nuovo stadio che, come lui stesso ha ribadito in più di un'intervista, gli permetterà di uniformare prezzi e promozioni al resto della serie A...magarì sarà lì che bisognerà incalzarlo ricordandogli le promesse... ;-)
Peraltro, sarò forse "fissa" davvero o solo il "solito filosocietario", ma io al mito che, tanto per cambiare  ;-) 8D , vede le le altre società essere più filantropiche nei confronti dei propri tifosi non ci credo tanto...e difficilmente, questi aspiranti esperti di marketing, riusciranno a convincermi del contrario...almeno fino a quando il calcio sarà costituito da società A FINE DI LUCRO, alias S.p.A. 8D     

Avvolte sento portare a paragone prezzi di abbonamenti con quelli del Catania di piazze in cui con tutte le galline e le pecore allo stadio ci vanno in 5 mila massimo...e quando va bene...o altre in cui si scopre che il Presidente quello che perde dai prezzi degli abbonamenti lo guadagna in affari extracalcistici(leciti e non!  ;-) )...altre più importanti, tipo Milan, Inter, Roma, che praticano prezzi stracciati per i loro abbonamenti...salvo scoprire che si tratta di settori di quegli stadi (tre volte il Massimino!) che ci credo bene li danno a quei prezzi visto che la partita la devi vedere con il telescopio dell'Osservatorio di geofisica  :-D  ...


Coem non essere d'accordo sulla critica delle lamentele di chi va poi a spendere 150 euro per un'amichevole a Cosenza. Diverso però è il discorso che fai sui 19 mila post...avresti ragione se ci sfosse il pienone quasi sempre, invece,dato che oramai lo stadio si riempie 3-4 volte l'anno, il discorso dei 19 mila posti non regge.
D'altronde se vendi a 10, vendi 2, se magari vendi a 8, vendi 3...24 é meglio che 20! Il posto, PURTROPPO, c'è.
Ma dai!
C'è gente che non ha rifatto l'abbonamento con il 30% di sconto!
Tutti licenziati?
Magari come dice Gaspare, con uno stadio nuovo e moderno, con in più una coppa europea da disputare si può arrivare a  15/20.000 abbonati. Ma ci vorra tempo, molto tempo, ma per me non è un problema, ho aspettato più di vent'anni per rivedere il Catania in A, cosa vuoi che siano 5 o 6 anni per appoggiare i glutei in un nuovo stadio. 8D Anche perchè il gatto e la volpe quello che promettono mantengono. Tranne che la nostra beneamata classe politica locale non riesca nel capolavoro di farli scappare. ::) ::) ::) ::)
"U mastru"

Mastru, fai una cosa. FAtti un giro nei negozi la prossima volta che vieni a Catania, lascia stare quelli di lusso, vai da quelli della "classe media". Chiedi quanto hanno venduto e come vanno gli affari...e poi chiediti....MA SE LORO HANNO AVUTO CALI PAUROSI, MA PERCHE' MAI IL IL CATANIA CALCIO, CHE VENDE UN PRODOTTO A 300-500-1.000 EURO, NON DOVREBBE SUBIRE NESSUN CALO?

Ecco, l'hai chiesto, te lo sei chiesto...bravo. Mettici poi il boicottaggio di qualche genio ultras...e hai fatto tombola. Per non parlare degli altri argomenti sopracitati...

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4897
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #9 il: 10 Settembre 2010, 08:13:07 am »
Da Il Mattino di Napoli


Di certo, la prevendita della sfida con il Bari non sta andando a vele spiegate anche per la successiva presenza in calendario della partita di Europa League con l’Utrecht, in programma giovedì al San Paolo: in tempi di crisi tocca scegliere, c’è poco da fare, e l’appeal di una notte internazionale è molto più accattivante di una gara non proprio di cartello del campionato. Fatto sta che gli abbonamenti finora sottoscritti sono circa diecimila e i biglietti acquistati per il Bari molti meno. In previsione, per la prima di campionato non dovrebbero esserci più di 25.000 spettatori. Compresi i dissidenti della Tessera del tifoso. Le proteste contro la card richiesta dal Viminale vibrano in tutta Italia, e anche i membri del tifo organizzato azzurro non fanno eccezione: in trasferta non seguiranno la squadra, almeno in campionato, ma in casa aggireranno l’ostacolo acquistando il biglietto.

E meno male che c'è Cavani!! :-D

Insomma, a guardare come vanno le cose in altre piazze ben più prestigiose, non c'è troppo da lamentarsi.
Mal comune, mezzo gaudio!
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #10 il: 10 Settembre 2010, 10:26:00 am »
Da Il Mattino di Napoli


Di certo, la prevendita della sfida con il Bari non sta andando a vele spiegate anche per la successiva presenza in calendario della partita di Europa League con l’Utrecht, in programma giovedì al San Paolo: in tempi di crisi tocca scegliere, c’è poco da fare, e l’appeal di una notte internazionale è molto più accattivante di una gara non proprio di cartello del campionato. Fatto sta che gli abbonamenti finora sottoscritti sono circa diecimila e i biglietti acquistati per il Bari molti meno. In previsione, per la prima di campionato non dovrebbero esserci più di 25.000 spettatori. Compresi i dissidenti della Tessera del tifoso. Le proteste contro la card richiesta dal Viminale vibrano in tutta Italia, e anche i membri del tifo organizzato azzurro non fanno eccezione: in trasferta non seguiranno la squadra, almeno in campionato, ma in casa aggireranno l’ostacolo acquistando il biglietto.

E meno male che c'è Cavani!! :-D

Insomma, a guardare come vanno le cose in altre piazze ben più prestigiose, non c'è troppo da lamentarsi.
Mal comune, mezzo gaudio!
Che si mettano d'accordo:ieri Il corriere dello sport titolava per la partita con il Bari "La carica dei cinquantamila".
Comunque sia,tornando alle cose di casa nostra,domenica sara' il test giusto per misurare l'attaccamento ai colori rosso-azzurro dei tifosi dissidenti.
Vediamo chi ha ragione.
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline jononno

  • Newbie
  • Post: 1
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #11 il: 21 Settembre 2010, 01:28:42 am »
Mi piace quello che scrivi e penso che puoi essere un interlocutore giusto per quello che sto per chiedere : prima di tutto condivido il discorso del basso numero di abbonati ma cio' non vuol dire che i catanesi non meritano la serie A. Hai visto quando si giocano le partite? Di domenica (anche alle 12,30) di sabato (pomeriggio e sera) di domenica (pomeriggio e sera) con qualche venerdì e anche lunedì.Non pensi che bisogna fare dei calcoli per sapere quante partite riuscirai a "PERDERE" con l'abbonamento per effetto di questi orari , anche perchè gli anticipi e i posticipi vengono programmati ogni 10 gare? Ora cambiamo argomento e parliamo di CATANIAGOL sottotitolato "per i tifosi del Catania". Ti sembra giusto premiare un concorrente che ti azzecca Chievo - Catania 2-1 ? Io lo squalificherei come "CUCCA".
Da quando esiste il concorso ho sempre pronosticato vittorie o pareggi per il Catania anche quando si trattava di missioni impossibili, non posso sperare che la mia squadra del cuore perda per vincere 100 euro !!!!!!!
Propongo di premiare solo in caso di pareggio o vittoria del Catania e instituire un jackpot nel caso di una sconfitta per aumentare il montepremi la prossima volta.
Che ne dici ? Ti saluto anche agli altri visitatori del forum e sempre

  FORZA CATANIA       FORZA CATANIA          FORZA CATANIA

Offline jonnyct46

  • Utente
  • *
  • Post: 29
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Tu chiamale se vuoi, riflessioni.
« Risposta #12 il: 21 Settembre 2010, 08:09:38 pm »
Io credo invece che sia un discorso più lungo per i pochi abbonamenti..A Catania manca la cultura del Catania..Ancora oggi ci sono troppi giuventini interisti e milanisti, perchè quando erano ragazzini erano quelle le squadre nominate e famose..i ragazzini di oggi saranno gli abbonati del futuro..quelli che stanno crescendo col Catania in serie A..Io ho un nipote di 25 anni che quest'anno finalmente si è deciso a farsi l'abbonamento con sacrificio, ma sono dovuti passare 5 anni di costanza in serie A per convincerlo..adesso non parla più di milan giuventus o inter a meno che non giochi contro il Catania..ci vuole tempo e costanza e magari un futuro senza più quella gente che infangava Catania con il loro comportamento........