Autore Topic: Cosa ci riserva il futuro?  (Letto 985 volte)

umastru

  • Visitatore
Cosa ci riserva il futuro?
« il: 11 Maggio 2009, 12:49:59 pm »
Ciao a tutti, visto che il campionato ormai è andato, le tre giornate rimanenti saranno semplici esibizioni, speriamo non penose, Vorrei spararare qualche cazz... ops, previsione per il prossimo torneo, che per le cucche e i mai contenti ricordo che è il quarto consecutivo in serie A della compagnia della forca.
Fino ad adesso il Vatino ha sempre mantenuto tutte le sue promesse, anzi  sulla promozione in A addiritura  ha anticipato i tempi.
La società è riuscita a non  sfasciarsi dopo il primo anno orribile, e anche nel secondo pur avendo sbagliato allenatore è riuscita a salvare la stagione.
Il terzo ha l'unico difetto che data la scarponaggine di almeno quattro squadre la quota  salvezza è stata così bassa che a sei giornate dalla fine ormai salva la squadra entrava in campo pensando di essere alla Playa, non fà piacere, ma bisogna ammettere per onesta intellettuale che non solo i nostri mercenari si comportano così, basta andare indietro con la memoria per avere esempi di squadre molto più blasonate che nelle ultime giornate lasciavano la voglia di giocare negli spogliatoi.
Ma non divaghiamo, cosa mi aspetto Dallo Monaco? Che mantenga la sua promessa, che dopo tre anni di assestamento si alzi il tiro e si punti alla U.E.F.A.
I presupposti mi sembrano buoni, Dalle giovanili cominciano a venire su dei campioncini che potranno essere buoni sostituti nei momenti di magra, il nocciolo duro della squadra;
Mascara, Martinez, Morimoto, Biagianti, Silvestre, e Stovini, (si, Stovini, io ero quasi sicuro che restava) è una buona amalgama di Massimiliana memoria di Veterani esperti, giocatori nel pieno della maturità e di giovani che non sono solo promesse ma ormai delle certezze. Se Ledesma guarisce in fretta e bene, L' uomo ragno avrà a disposizione una buona base di partenza su cui fare non molti innesti ma di qualità, giocatori con mentalità vincente convinti delle loro qualità, quella che è mancata a parecchi quest'anno. Molte partite fuori casa giocate con il freno a mano tirato con il risultato di perdere negli ultimi minuti.
Adesso credo che tutto si possa dire del vatino; che ha un carattere un pò di Mxxx, che non è portato per le pubbliche relazioni, insomma non è mister simpatia, ma vivaddio di calcio ne capisce come pochi, e non credo che proprio adesso che ha quasi vinto la sua scommessa impossibile farà errori gravi.
Anche perchè andare in U.E.F.A. il prossimo anno vuol dire più soldi, trattenere Zenga per almeno un'altro anno, vuoi che non si giochi la carta europea?
Ma soprattutto sono sicuro se il miracolo si avverasse lo affronterebbe con una squadra competitiva per almeno un paio di turni e soprattutto adeguata per giocare su due fronti, non come la Sampdoria o L'Udinese di quest'anno.
Dite che mi fido troppo del guappo Napoletano? Sarà, io sono abituato a non tenere conto delle apparenze o delle simpatie  personali (Personalmente a me uno con la camicia aperta e la collanazza fà venire l'eritema) ma dai fatti dai risultati, e che piaccia o no per adesso sono tutti dalla sua parte.
Da parte mia chiederei solo una cosa al duo Zenga e vatino, Che diano la possibilità ai tifosi nell'ultima partita al Massimino di salutare adeguatamente quei giocatori che negli ultimi anni hanno fatto la storia del Calcio Catania.
Ariciao.
"U Mastru"