Autore Topic: Zamparini, Zamparini...  (Letto 1901 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8807
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Zamparini, Zamparini...
« il: 27 Gennaio 2008, 09:04:53 am »
...ecco i risultati dell'esonero di inizio dicembre: “Palermo è una piazza difficile, difficilissima. Pur avendo un altro anno di contratto, non so se a fine stagione rimarrò”. Fare come Giampaolo, ammuccarsi lo stipendio fino al richiamo e poi dare onorevoli dimissioni no, vero Mr. Zoncolan?

Una squadra allo sbando con un allenatore sulla stessa linea di Diana, Bresciano, Simplicio, Barzagli e del suo inattaccabile pupillo, Zaccardo: a tutti non pare l'ora che finisca la stagione per andare via. Palermo in soli due mesi é diventata la solita piazza difficile, che strano, non mi aspettavo di sentire queste parole.

Ci fossero almeno i risultati, uno si farebbe una ragione di tanta mediocrità caratteriale, reiterata negli anni aggiungerei, ma quando sei costretto a vedere quattro centrali disposti in difesa, con Zaccardo nuovamente ed orribilmente a sinistra ed il portiere avversario che non ha fatto una sola parata in novantaquattro minuti di gioco e poi ascolti anche queste dolci parole uscire dalla bocca del tecnico, ti poni il dubbio di essere su scherzi a parte.

Zamparini: hai fatto la m i n c h i a t a di mettere alla porta l'allenatore piuttosto che sbattere fuori rosa tre-quattro lavativi e sia, hai fatto l'ulteriore enorme m i n c h i a t a di richiamare l'unico allenatore che non dovevi assolutamente richiamare e sia, mi chiedo quale potrà essere la m i n c h i a t a prossima ventura, la "big one" direbbero in California, quella veramente a coronamento di un anno buttato alle ortiche. Aspetto con trepidazione...


p.s. sulla non partita di ieri c'é poco da dire. 5-0 sbracando a Torino o 1-0 nel fortino a Roma cambia poco, sempre 0 punti sono. L'arbitro? Espulsione di Rinaudo a grande richiesta, Cassetti ammonito ha fatto quello che voleva, ma faccio presente che il gol é venuto su calcio d'angolo a gioco fermo, con Barzagli e Fontana a guardare Mancini colpire solo di testa, un film già visto. E che il Palermo di prima di Natale non tira in porta nemmeno in vantaggio di due uomini, per cui non attacchiamoci all'arbitro e al numero di giocatori in campo, please. Almeno questo.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2349
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #1 il: 30 Gennaio 2008, 01:33:57 am »
Io invece caro Templare purtroppo avevo già presvisto tutto questo.
Occorre rinnovare la squadra, mandare via quei 4-5 elementi da te citati, prendere un gruppo di giovani volenterosi e di belle speranze, magari anche valorizzando i talenti di casa, e chiamando qualche palermitano che verrebbe di corsa( Aronica è da prendere subito e magari fare rientrare anche Accardi), trattenere assolutamente Rinaudo, e prendere un buon allenatore; infine ma non meno importante considerazione, non lanciare proclami mirabolanti, ma solo la certezza del massimo impegno e la volontà di disputare un buon campionato.
Questa è la strada da percorrere Templare, non c ne sono altre.
salutamu.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #2 il: 30 Gennaio 2008, 09:30:15 am »
infine ma non meno importante considerazione, non lanciare proclami mirabolanti, ma solo la certezza del massimo impegno e la volontà di disputare un buon campionato.
Questa è la strada da percorrere Templare, non c ne sono altre.
salutamu.

Turiddu: l’unico punto che non condivido della tua riflessione è quello testè riportato. Non solo la società ma tutti gli addetti ai lavori, dalla stampa locale a quella nazionale fino all’ultimo dei tifosi, leggendo la rosa del Palermo era alquanto lapalissiana la sua collocazione nel gruppo che lotta per la uefa con possibilità di inserirsi anche in quella champions. I nostri obiettivi "europei" li trovavamo in tutti i giornali e in tutte le rubriche televisive che si occupano di calcio. Certo se poi in squadra hai puntualmente 2 o 3  elementi che in campo si passiano a scimia invece di fare il proprio dovere, i risultati sono questi qui. La società del resto non mi sembra si sia esposta più di tanto se in base alla formazione allestita e all’allenatore giovane e innovativo abbia palesato obbiettivi moderatamente ambiziosi. L’unico in squadra che ha parlato in maniera anche avventata di scudetto è stato Cavani ma lui crede ancora che i coccodrilli voraci siano in Amazzonia, non conoscendo ancora i coccodrilli nostrani.
Io vedo una cosa: la Roma dichiara apertamente di voler vincere lo scudetto malgrado l’Inter sembra imprendibile. La stessa Juve parla apertamente di scudetto malgrado si trovi sotto di 10 punti. Lì però non si fanno e non si faranno drammi per i probabilissimi mancati obbiettivi. Perché ci si renderà conto che chi è stato davanti sarà stato più bravo oltre che fortunato. Da noi è diverso: per qualità della rosa possiamo benissimo competere con l’Udinese e la Fiorentina. Abbiamo certamente qualcosa in più di Sampdoria Atalanta, Genoa, Napoli (figuriamoci del Siena che ci ha battuti in casa). La differenza tra noi e loro è che loro giocano ogni domenica in 11. Noi invece scendiamo in campo in 9 o addirittura in 8. Ed a queste condizioni, strada non ne possiamo fare mai. 
Quindi, per conto mio, non è vergogna dire “lotteremo per questo obbiettivo, o per quell’altro”; è vergognoso avere certe cancrene in rosa e non sapervi porre rimedio. Ce ne eravamo accorti anche la scorsa estate di certe teste oramai troppo distratte. Ma si credeva che fosse una malattia curabile, un anno che passasse per loro come soluzione tampone. Oggi invece ci accorgiamo che la necrosi è irreversibile.
E chissà dove andremo a finire. Io sono dell’avviso che ancora non abbiamo visto nulla; e spero sempre di sbagliarmi.
Ciao!
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #3 il: 30 Gennaio 2008, 01:49:41 pm »
E chissà dove andremo a finire. Io sono dell’avviso che ancora non abbiamo visto nulla; e spero sempre di sbagliarmi.Ciao!


SCRAT,  SCRAT,   SCRAT,   SCRAT ...............

Per sicurezza io "MI GRATTO" qualcosa!!!!!!!!!!!
 ::) 8D ::) 8D ::) 8D ::) 8D

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8807
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #4 il: 30 Gennaio 2008, 02:36:53 pm »
Io invece caro Templare purtroppo avevo già presvisto tutto questo.

Ero ironico, Turiddu... Purtroppo temevo anche io una deriva di questo tipo. Chi non la pensava come noi era purtroppo il più importante di tutti, ovvero Zamparini.

Citazione
Occorre rinnovare la squadra, mandare via quei 4-5 elementi da te citati, prendere un gruppo di giovani volenterosi e di belle speranze, magari anche valorizzando i talenti di casa, e chiamando qualche palermitano che verrebbe di corsa( Aronica è da prendere subito e magari fare rientrare anche Accardi), trattenere assolutamente Rinaudo, e prendere un buon allenatore; infine ma non meno importante considerazione, non lanciare proclami mirabolanti, ma solo la certezza del massimo impegno e la volontà di disputare un buon campionato.
Questa è la strada da percorrere Templare, non c ne sono altre.
salutamu.

Occorrerebbe innanzitutto una persona cui delegare le scelte tecniche che abbia un pò di polso. Foschi aveva scelto Colantuono, viveva giornalmente lo spogliatoio, doveva andare da Zamparini e riferire come stavano le cose, fare presente come il problema fosse nella testa dei giocatori e non nelle qualità del tecnico, su cui si era investito parecchio solo pochi mesi prima e che doveva finire l'anno a Palermo. Foschi invece ha interpretato lo yes man nel migliore dei modi e già il giorno dopo l'esonero dichiarava che Colantuono non era pronto per il Palermo. Uno che era stato non so quanti anni con Gaucci non era pronto per il Palermo...

Sui proclami mirabolanti sono in parte in disaccordo. Ti invito a chiudere per un attimo gli occhi e ad immaginare il Palermo dello scorso girone d'andata con un Miccoli, un Migliaccio ed un Rinaudo in più. Dimmi tu se non sarebbe una squadra in grado di stare dietro a Udinese e Fiorentina. Lo sai che cosa si é fatto? Un'operazione simile a quella del biennio 1981-82 1982-83. Si prese allora il miglior allenatore disponibile, quel Mimmo Renna che qualche anno prima con l'Ascoli aveva fatto 61 punti in B, si costruì una squadra spettacolare scoprendo quel Gianni De Rosa che fece 19 gol in un girone e poco più, si arrivò sesti il primo anno ed il successivo si puntellò la squadra con acquisti importanti, il duo genoano di A Gorin e Odorizzi, Venturi dal Milan, etc. Tutti ci davano fra i sicuri promossi ed invece ci salvammo alla penultima giornata...

Barzagli, Zaccardo, Bresciano, Simplicio, Miccoli per motivi diversi stanno rendendo nemmeno la metà di quello che potrebbero dare. Credo che al di là di qualche errore nella costruzione della squadra, che c'é pure stato come sottolineato in passato, la mancanza di rendimento di quei giocatori che dovevano fare la differenza abbia influito più di ogni altra cosa.

Speriamo quindi di iniziare a fare punti, allontanare cattivi pensieri e vediamo poi se Zamparini vorrà fare la rivoluzione per davvero, partendo, come dicevo all'inizio, proprio da un nuovo DS.

Ciao!
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2349
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #5 il: 30 Gennaio 2008, 11:47:03 pm »
Confermo il mio discorso circa i proclami "mirabolanti", precisando che si dovrebbe usare più prudenza con le parole, e questo vale sempre, durante e dopo;  Zamparini e Foschi purtroppo spesso parlano troppo ed a sproposito, questo è deleterio, crea malumori, sfiducia ed "autorizza" qualcuno ad uscire fuori dal seminato.
In poche parole occorre più umiltà, meno parole e più cuore.
Parafrasando vecchie ma attuali parole: "vince chi più crede, chi più sa soffrire..." io aggiungo possibilmente in silenzio...
salutamu

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8807
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Zamparini, Zamparini...
« Risposta #6 il: 31 Gennaio 2008, 01:31:37 am »
Zamparini e Foschi purtroppo spesso parlano troppo ed a sproposito, questo è deleterio, crea malumori, sfiducia ed "autorizza" qualcuno ad uscire fuori dal seminato.

Questo é vero, ma ripeto, se tanti giocatori avessero fatto il loro dovere, oggi avremmo ancora Colantuono, una classifica e delle aspettative migliori e i proclami di tentare di inizio stagione non sarebbero forse così stridenti con la realtà. Fermo restando, lo ripeto ancora, che questa società, encomiabile sotto tanti punti di vista, difetta invece su altri ed in maniera ormai troppo ripetitiva per poter essere un caso.

Andando al presente oggi é stata una giornata positiva sul fronte del mercato. Pisano e Diana, che non si sono mai inseriti nella realtà palermitana, sono stati ceduti al Torino e ritrovano Novellino. Comotto non vuole venire a Palermo, preferisce la Fiorentina ed ora come ora non posso dargli torto. Apprezzo comunque più le parole di Zamparini, che dice che di giocatori che non vogliono venire a Palermo non sa che farne, rispetto a quelle di Foschi, che dichiara che Comotto é un giocatore che il Palermo non tratta. Peccato che insieme a lui ed al suo procuratore abbia passato gran parte della giornata di oggi a Milano...

Comotto rinuncia ad un super contratto a Palermo per andare a Firenze, dunque. Meglio così, già abbiamo in squadra scoglionati cronici come Zaccardo, Barzagli e Bresciano, se ci mettiamo a comprarne altri a gennaio siamo messi davvero male. Poi magari domani cambia tutto e Comotto venerdì dichiara di avere sempre sognato la baia di Mondello...

Mah...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.