Autore Topic: PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!  (Letto 57626 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« il: 03 Febbraio 2007, 11:53:06 am »
Carissimo Nino Pulvirenti, ho ascoltato il tuo sfogo in tv, col quale ci hai comunicato la tua intenzione di mollare.

Bene, speriamo che non sia solo un intenzione, ma diventi realtà. Questa città non ti merita, questi tifosi, seppur la minoranza, non meritano gente come te e il tuo staff che da poco più di tre anni hanno lavorato con serietà, dedizione e alta competenza per far ritornare Catania nel calcio che conta e quindi rifare un immagine positiva di questa città.

Non ti merita quest'Amministrazione così brava a parole, ma nulla nei fatti, non ti meritano queste norme federali inutili ed ipocrite che lasciano in balia di un manipolo di minorenni, MINORENNI, senza cultura, dignità e soprattutto senza valori,  Te e un intera tifoseria. E se noi, la parte maggiore del tifo catanese, quello perbene, siamo ancora una volta costretti a pagare per tutti, allora che sia davvero una punizione severa.

Paghiamo si, ma muoia Sansone con tutti i Filistei: BASTA CALCIO A CATANIA... lo sto scrivendo con le lacrime agli occhi, le lacrime di un tifoso appasionato pazzo per la sua e la tua squadra, Presidente, LASCIA CATANIA...LASCIACCI AL NOSTRO DESTINO!

Se proprio questa voglia di far calcio non riesce a passarti, allora che sia qualche altra città a beneficiare del tuo apporto...MA CATANIA NO!

Ciao Nino e grazie per tutto quello che hai fatto per noi.


UN ABBRACCIO ALLA FAMIGLIA DELL'ISPETTORE RACITI...SENTITE CONDOGLIANZE!!
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline masterbox

  • Utente
  • ***
  • Post: 108
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #1 il: 03 Febbraio 2007, 12:00:07 pm »
Lo aveva già preannunciato ieri sera ai microfoni di Sky.
Credo che tu abbia scritto ciò che la maggior parte di noi non osa dire a Pulvirenti perchè un presidente così presente, cauto e sereno nelle scelte (tutte vincenti, finora) non credo lo troveremo presto.
Ma se così vuole allora anch'io gli porgo il mio saluto ed il mio GRAZIE, scritto nella aniera più grande che posso, per i sogni che ci ha fatto vivere fino ad oggi.
GRAZIE anche a Lo Monaco, perchè ha ribadito le stesse intenzioni.
GRAZIE anche ai giocatori, perchè con questo futuro che si avvicina difficilmente resteanno con noi.
GRAZIE a tutti.
"Guardando sempre in alto, solo tu penserai di non aver raggiunto la cima." (Seneca)

Offline NOISIAMOILCAPOLUOGO

  • Utente
  • ****
  • Post: 520
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #2 il: 03 Febbraio 2007, 12:03:20 pm »
COMPLIMENTI GASPARE, DI CUORE.
SO QUANTO SIA DIFFICILE SCRIVERE TALI COSE DELLA PROPRIA SQUDRA.
COMPLIMENTI AMICO ALLORA,DAVVERO.
CI DIVIDE IL GIUDIZIO SU PULVIRENTI,GRANDE IMPRENDITORE E DALLE SPLENDIDE INTUIZIONI CALCISTICHE,MA CHE ,A MIO MODO DI VEDERE ,ANCHE IERI HA SBAGLIATO.
SE VUOI SPIEGO QUESTO MIO PENSIERO IN ALTRO POST.
MA NON IMPORTA.NON è QUESTA LA COSA IMPORTANTE.
MI UNISCO ALLE TUE PAROLE.
PAROLE DI UN VERO TIFOSO, E PROPRIO PERCHè VERO TRADITO,OFFESO,INDIGNATO,STANCO DI TUTTO QUESTO,STANCO DI NON VEDERE PIU VERO CALCIO,VERO SPORT.
COMPLIMENTI .

Offline ivan

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #3 il: 03 Febbraio 2007, 12:29:02 pm »
Mi dispiace ma non sono d'accordo con voi, così la si darebbe solo vinta
ai violenti, invece bisogna prima creare i presupposti affinchè questi si possano rendere innocui, e poi ricominciare, e ripeto non si puo' colpevolizzare e punire solo una squadra, quando avviene di tutto e di più in tutte le città d' Italia, se il morto ci scappava a Roma quando hanno accoltellato 4 tifosi catanesi, con la cosa passata praticamente inosservata, che fa si puniva solo la Roma, qua il problema è generale
e non solo di una squadra o di una tifoseria e come ho già scritto va ben oltre il fenomemeno calcio, quindi mi sentirei d'accordo se tutti i presidenti di tutte le squadre abbondanassero il calcio ambiente in cui si sfoga una parte della violenza annidata nei ns. giovani, e non solo quello di una sola squadra la cui tifoseria non è più colpevole nè meno colpevole di altre, non basta fermare il calcio ma si devono creare i presupposti affinchè si inculchi in tutte generazioni presenti e future la cultura del rispetto delle regole e degli altri individui anche se diversi da noi, ma questo sicuramente non si potrà mai fare indebolendo, come si cerca di fare, il nucleo principale di ogni società che è e resterà sempre la famiglia.

Offline katane81

  • Utente
  • *
  • Post: 38
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
no!
« Risposta #4 il: 03 Febbraio 2007, 12:45:52 pm »
io sono d'accordo con Ivan.
A caldo anche io, ieri sera, dopo il grande turbamento seguito a tali, drammatici avvenimenti, andavo ripetendendo che no, questa città non merita nulla, non merita sogni di Champions, la serie A nè tantomeno una gestione impeccabile come quella di Pulvirenti, probabilmente la migliore da tanti anni a questa parte, auspicando un annuncio del nostro Presidente con cui fosse chiaro e definitivo che era finita, che il calcio a Catania era morto in via definitiva.
Ora, però, mi chiedo: è davvero la soluzione più giusta? O mollando tutto, abbandonando quello che con tanti sacrifici e umiliazioni è stato raggiunto, non la si dà forse vinta alla parte marcia di questa pur bella città?
Non sarebbe meglio cominciare invece a pensare seriamente ad una rinascita, anzichè accettare a testa bassa di sprofondare nuovamente nel baratro (non solo calcistico), non sarebbe forse il caso di tenerci questa bella società di cui andare orgogliosi preservandola da tutto lo schifo da cui fino ad ora è stata guastata adottando misure drastiche, definitive (io mi accollo anche partite a porte chiuse a oltranza), non sarebbe ora che, invece di fare l'ennesimo mea culpa e di cospargerci il capo di cenere, cominciamo a prenderci cura SERIAMENTE delle cose belle che abbiamo e a LOTTARE per tenercele, per rialzare la testa, per riacquistare la dignità perduta?
Non sarebbe ora, dico, di cominciare a guardarci dentro e ripulire la nostra Catania da tutto lo schifo di cui è miseramente ricoperta?
Siamo sicuri che mandare tutto in fumo è la soluzione migliore, o non sarebbe meglio dire "NO, NON PUO' E NON DEVE FINIRE COSI', IL CALCIO CATANIA NON DEVE MORIRE E NON DEVE MORIRE LA NOSTRA CITTA', BISOGNA FARE DI TUTTO PER TOGLIERLA DI MANO A QUESTA GENTAGLIA MISERA E VIOLENTA!"
Io dico PROVIAMOCI. La dolorosa morte di Filippo può ancora servire a qualcosa: a guardarci dentro, a riconoscere i nostri errori, a riflettere. Il dolce ricordo di Filippo può aiutarci a scoprire la nostra assurdità e a lavorare perchè Catania diventi la città bella e vivibile che tutti noi desideriamo.

Offline Fein

  • Utente
  • ***
  • Post: 144
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #5 il: 03 Febbraio 2007, 12:59:42 pm »
Ciao Gaspare.
Mi sento come quel bambino che si è raccolto le monetine per anni,aspettando di comprarsi la bicicletta nuova vista in vetrina,e poi arrivato in negozio scopre che quella bicletta l'hanno appena venduta ad uno che ha intenzione di buttarla.
Mi sento una testa di scroto ad avere discusso con Mauro Spina se fosse giusto criticare o meno certi aspetti della società e della campagna acquisti.
Quale presidente dovrebbe investire i suoi soldi in una città che,al primo anno di A dopo 23 anni di assenza,provoca due giornate di squalifica,centinaia di migliaia di euro di multe e l'assassionio di una padre di famiglia?Quale?
Io al posto di Pulvirenti consegnerei la squadra al sindaco e non mi farei più vedere,altro che campagna acquisti.
Se torneremo nell'anonimato,ce lo saremo meritato.
Anzi sarà meglio fratello,cosi queste porcate resteranno fra i confini della provincia e non si infangherà ulteriormente il nome della città di Catania.
BASTA.

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #6 il: 03 Febbraio 2007, 01:10:31 pm »
Citazione da: "Fein"
Ciao Gaspare.
Mi sento come quel bambino che si è raccolto le monetine per anni,aspettando di comprarsi la bicicletta nuova vista in vetrina,e poi arrivato in negozio scopre che quella bicletta l'hanno appena venduta ad uno che ha intenzione di buttarla.
Mi sento una testa di scroto ad avere discusso con Mauro Spina se fosse giusto criticare o meno certi aspetti della società e della campagna acquisti.
Quale presidente dovrebbe investire i suoi soldi in una città che,al primo anno di A dopo 23 anni di assenza,provoca due giornate di squalifica,centinaia di migliaia di euro di multe e l'assassionio di una padre di famiglia?Quale?
Io al posto di Pulvirenti consegnerei la squadra al sindaco e non mi farei più vedere,altro che campagna acquisti.
Se torneremo nell'anonimato,ce lo saremo meritato.
Anzi sarà meglio fratello,cosi queste porcate resteranno fra i confini della provincia e non si infangherà ulteriormente il nome della città di Catania.
BASTA.



Ti straquoto FEIN

Offline drum

  • Utente
  • ***
  • Post: 474
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #7 il: 03 Febbraio 2007, 01:16:26 pm »
a caldo mi viene di quotare gaspare, fein, diegos...ecc. Ma sono sicuro che tra qualche giorno la penserò diversamente, nel caso in cui lo Stato, le società e la città decidessero seriamente di estirpare con forza il cancro ultras

Mauro Spina

  • Visitatore
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #8 il: 03 Febbraio 2007, 01:18:36 pm »
Citazione da: "Fein"
Ciao Gaspare.
Mi sento come quel bambino che si è raccolto le monetine per anni,aspettando di comprarsi la bicicletta nuova vista in vetrina,e poi arrivato in negozio scopre che quella bicletta l'hanno appena venduta ad uno che ha intenzione di buttarla.
Mi sento una testa di scroto ad avere discusso con Mauro Spina se fosse giusto criticare o meno certi aspetti della società e della campagna acquisti.
Quale presidente dovrebbe investire i suoi soldi in una città che,al primo anno di A dopo 23 anni di assenza,provoca due giornate di squalifica,centinaia di migliaia di euro di multe e l'assassionio di una padre di famiglia?Quale?
Io al posto di Pulvirenti consegnerei la squadra al sindaco e non mi farei più vedere,altro che campagna acquisti.
Se torneremo nell'anonimato,ce lo saremo meritato.
Anzi sarà meglio fratello,cosi queste porcate resteranno fra i confini della provincia e non si infangherà ulteriormente il nome della città di Catania.
BASTA.



No caro Fein, la testa di scroto ce l'ho anch'io. Ti chiedo scusa per quei post e quelle cose che ho scritto. Davanti all'orrore a cui ho assistito ieri, entro il quale stavo per essere coinvolto, mi sono sentito una me.rda.

Sono solidale con Gaspare. Presidente non ci meriti!

Scusa Fein, scusate tutti, tutti quelli che ho offeso coi miei comportamenti. Scusatemi tutti Palermitani, Acesi, Messinesi.
Adesso stacco perchè non mi riesce di scrivere più nulla. Mi sento solo una ...

CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA RACITI!

Condoglianze al

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #9 il: 03 Febbraio 2007, 01:18:45 pm »
Mi dissocio dal punto di vista di Gaspare:  non credo sia giusto che una città intera paghi per le colpe di poche centinaia di decerebrati, a cui non si potrà chiedere neppure un momento di riflessione, dato che hanno il cervello bacato.
LE LEGGI CI SONO PER QUESTO. APPLICHIAMOLE.
La città sta vivendo in questo momento uno dei momenti più brutti e non solo calcisticamente parlando.
Sono stato fuori per circa un'ora e sono appena rientrato:  fuori regna il caos sovrano:  traffico da impazzire, vetture sui marciapiedi e sulle strisce, gente maleducata che urla ed urta, ecc. ecc. ecc.
Tutto fa parte di una sottocultura, di una volontà di sopraffazione. Siamo la città più invivibile d'Italia, come riportato nella recente classifica del Sole 24 ore.
Tutto ciò dovrebbe far riflettere i nostri governanti su quali metodi adottare per un reale cambiamento.  Non credo che tutto ciò potrà realizzarsi semplicemente gettando la spugna o nascondendo la testa sotto la sabbia.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #10 il: 03 Febbraio 2007, 05:39:47 pm »
BASTA CALCIO A CATANIA... lo sto scrivendo con le lacrime agli occhi, le lacrime di un tifoso appasionato pazzo per la sua e la tua squadra, Presidente, LASCIA CATANIA... LASCIACI AL NOSTRO DESTINO!

Gaspare, fratello eravamo assieme in tribuna B.
Ragionavamo di argomenti diversi, ricordi?

Poi abbiamo avuto la ventura di passare per P.zza Spedini.
Dio... Ho visto Beirut. Ed era casa mia. Mia moglie mi ha accolto
con le lacrime agli occhi. Ho acceso la TV... E mi sono goduto
in poltrona la valanga di escrementi che ci seppelliva senza scampo
e senza distinzioni, TUTTI.

Pulvirenti vuole andare via. Fa bene, benissimo.
Lo scrivo col groppo in gola. Lo scrivo disgustato e affranto fratello.
Lo scrivo perche' questo cancro non e' calcio. Non e' poltica. Non e' nulla.

E' il nulla, il vuoto che cerca una ragione per dimostrare la sua esistenza.
Catania e' una citta malata. Forte coi deboli, sottomessa coi potenti.
Adesso che ne sara' del "movimento"?

Trovera' ancora angeli custodi Gaspare?
Amaro constatare che ancora una volta siamo davanti ad un morto, stavolta Catanese. Qualcuno ha dubbi stavolta? No non credo.
L'autocritica avremmo dovuto farla con Curro'. Adesso Gaspare e' tardi.

Vi voglio con la salute.

Offline drum

  • Utente
  • ***
  • Post: 474
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
PULVIRENTI LASCIA CATANIA!!
« Risposta #11 il: 03 Febbraio 2007, 05:51:40 pm »
Citazione da: "tomsriver"
LE LEGGI CI SONO PER QUESTO. APPLICHIAMOLE.
.


Tomsriver anche le leggi fanno schifo....

gli idranti sono vietati (poverini i manifestanti, potrebbero prendersi qualche raffreddore), le pallottole di gomma pure, il codice penale per i reati "da stadio" prevede pene ridicole, la possibilità di mandare ultras la domenica in questura a firmare é così remota che qualsiasi buon avvocato sarebbe capace di smontare "l'obbligo".

Intanto partiamo dalla repressione, poi, subito dopo, proviamo ad inculcare una sana cultura dello sport, togliendo la parola ai giornalisti "mediaticamente" violenti, incitando le squadre a tagliare i ponti con gli ultras... ecc