Autore Topic: Nuovo stadio a Palermo  (Letto 44016 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Nuovo stadio a Palermo
« il: 14 Maggio 2008, 08:03:19 pm »
Col campionato che da un mese abbondante é ormai preistoria, almeno in casa rosanero e con un ultima giornata che proprio non mi dice nulla, meglio spostare le attenzioni sul futuro.

E' notizia di oggi l'uscita di Zamparini e Sagramola a proposito del nuovo stadio da costruire allo Zen. Per il primo si potrebbero iniziare i lavori entro la fine dell'anno, il secondo sollecita maggiore celerità nell'iter amministrativo.

Da parte sua l'assessore comunale Ceraulo replica dicendo che l'iter burocratico purtroppo é quello che é, ma che in ogni caso il comune aspetta soltanto il progetto definitivo dal Palermo per potere avviare la macchina burocratica.

Sembra comunque che in brevissimo tempo dovrebbe esserci la presentazione ufficiale del progetto, dopo di chè la palla passerà agli uffici competenti, primi di tutto quelli dell'urbanistica, visto che sarà necessaria una variante.

Nell'attesa ecco un paio di rendering, uno dei quali apparso pure un paio di settimane fa sul Corriere dello Sport:

http://item.slide.com/r/1/6/i/qM0nGwhT3T83CiiCgQxmlbAvjNnWDbQH/
http://item.slide.com/r/1/111/i/fOVkl-J02D9uH-2UgHeIHch7LYDxrYjF/
http://item.slide.com/r/1/57/i/HsGDFITl6T_zbeanbK0dmTNtt9zuc66M/

Ed ancora un paio di link a forum in cui si seguono gli sviluppi:

http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=464882
http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2008/04/12/ricapitoliamo-lo-stadio/

In particolare mi piace segnalare www.mobilitapalermo.org in cui si parla dettagliatamente e seguendo attivamente (i creatori del sito hanno creato un vero e proprio comitato pro-mobilità) sul campo tutti i grandi cantieri in città (aperti o appaltati o in attesa di appalto), dalle tre linee di tram al passante ferroviario, dalla metropolitana leggera di superfice all'anello ferroviario, passando per i grandi centri commerciali in costruzione (Forum Palermo, viale Campania, etc.) e tanto altro ancora. Un modo intelligente e si spera utile per vigilare "sul campo" l'andamento di queste grandi opere infrastrutturali.


Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4895
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #1 il: 15 Maggio 2008, 11:04:11 am »
Lo stadio nuovo serve forse a Zamparini per i suoi affari. Serve forse alla squadra se corredato da palestre ed altri impianti e/o attrezzature per gli allenamenti. Ma non serve certo ai palermitani. Ristoranti, cinema, centri commerciali, il museo 8|, spazi per esposizioni, mi sembra che tutto ciò ci sia in tante altre parti della città.
E del Barbera? Che ne sarà del nostro mitico stadio a cui sono particolarmente legato (per non dire morbosamente), teatro di  mille battaglie, di gioie (poche) e lacrime (tantissime), luogo dove ho visto crescere e coltivato con cura la mia passione per la mia squadra, condivise da oltre quarant’anni con quegli spalti, con quelle mura che oramai li ritengo come la mia seconda casa?
L’idea che l’inevitabile incuria in cui sicuramente cadrebbe in caso di nuovo stadio lo riduca in un vecchio rudere diroccato, cove di rettili e uccellacci vari, mi fa venire il magone dentro. Forse non è certo il massimo per una squadra di calcio in tempi moderni; però è comodo, facile da raggiungere in autobus, un po’ meno in auto a causa dei mancanti parcheggi, ottima la visuale anche in curva, perfetta dalle tribune, l’unico inconveniente è la ridotta copertura (meno del 25%). Se mi dessero un Barbera interamente coperto, con tabellone luminoso e impianto audio perfettamente efficiente, nuove poltroncine e servizi rammodernati, del nuovo stadio, anche se fosse tale e quale al Josè Alvalade (a cui nei progetti dovrebbe ispirarsi), ne farei anche a meno.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #2 il: 15 Maggio 2008, 12:46:18 pm »
Lo stadio nuovo serve forse a Zamparini per i suoi affari. Serve forse alla squadra se corredato da palestre ed altri impianti e/o attrezzature per gli allenamenti. Ma non serve certo ai palermitani. Ristoranti, cinema, centri commerciali, il museo 8|, spazi per esposizioni, mi sembra che tutto ciò ci sia in tante altre parti della città.

Stavolta sono assolutamente in disaccordo. In Inghilterra i club proprietari di stadio recuperano quasi un terzo degli introiti annuali proprio da questa fonte, in Spagna ed in altre parti d'Europa pur non arrivando a cifre simili, i ricavi derivanti dall'avere la struttura di proprietà sono rilevanti.

Lo stadio va visto come struttura realmente polifunzionale, vivibile sette giorni alla settimana, possibilmente 24h, perchè giocare solo la domenica e poi abbandonarlo gli altri sette giorni serve solo a perdere soldi, come avviene oggi in quasi tutte le città italiane, a danno della pubblica amministrazione che ne é proprietaria.

Citazione
E del Barbera? Che ne sarà del nostro mitico stadio a cui sono particolarmente legato (per non dire morbosamente), teatro di  mille battaglie, di gioie (poche) e lacrime (tantissime), luogo dove ho visto crescere e coltivato con cura la mia passione per la mia squadra, condivise da oltre quarant’anni con quegli spalti, con quelle mura che oramai li ritengo come la mia seconda casa?
L’idea che l’inevitabile incuria in cui sicuramente cadrebbe in caso di nuovo stadio lo riduca in un vecchio rudere diroccato, cove di rettili e uccellacci vari, mi fa venire il magone dentro.

Toccherà a noi fare in modo che ciò non accada, ma considerato che il nuovo stadio sorgerà al posto del mai utilizzato velodromo, mi sembra verosimile che attività giovanile, rugby, football americano ed il resto delle attività attualmente ospitate al San Gabriele saranno trasferite alla Favorita.

Per quanto riguarda i ricordi, quelli rimarranno sempre, ma non si può rimanere bloccati dalla memoria, bisogna evolversi, Sergio.

Citazione
Forse non è certo il massimo per una squadra di calcio in tempi moderni; però è comodo, facile da raggiungere in autobus, un po’ meno in auto a causa dei mancanti parcheggi, ottima la visuale anche in curva, perfetta dalle tribune, l’unico inconveniente è la ridotta copertura (meno del 25%). Se mi dessero un Barbera interamente coperto, con tabellone luminoso e impianto audio perfettamente efficiente, nuove poltroncine e servizi rammodernati, del nuovo stadio, anche se fosse tale e quale al Josè Alvalade (a cui nei progetti dovrebbe ispirarsi), ne farei anche a meno.

La Favorita tutto é tranne che comoda. Il problema dei parcheggi é enorme, chiaramente noi Palermitani risolviamo a nostro modo, posteggiando in mezzo a piazza Leoni oppure occupando, anche con quattro ruote, i marciapiedi delle strade circostanti.

Trasformare la Favorita in uno stadio più comodo e moderno é impossibile per ragioni strutturali, di spazio, di vincolo naturalistico e, per finire, economico. Verrebbe a costare più che costruirne uno di sana pianta.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #3 il: 15 Maggio 2008, 01:44:18 pm »
La cosa triste è che, essendo il Comune di Palermo praticamente al dissesto, non ci sono i soldi per gestire al meglio il Velodromo......risultato? Si evita di sforzarsi più di tanto per cercare una altra area, sempre zona Zen ovviamente, e si preferisce abbattere una struttura realizzata con i soldi dei contribuenti.

Questa è l'Italia!!

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #4 il: 15 Maggio 2008, 02:00:57 pm »
La cosa triste è che, essendo il Comune di Palermo praticamente al dissesto, non ci sono i soldi per gestire al meglio il Velodromo......risultato? Si evita di sforzarsi più di tanto per cercare una altra area, sempre zona Zen ovviamente, e si preferisce abbattere una struttura realizzata con i soldi dei contribuenti.
Questa è l'Italia!!

Dai Occasionale, la campagna elettorale é finita.  :-)) ;-)

Il velodromo é stata la più inutile delle spese pubbliche, visto che al di là di una sola occasione (i mondiali di ciclismo) é stato usato esclusivamente per qualche partita del Palermo di C (il campo non é omologabile per partite di campionati superiori), per un campionato della Panormus in D, per la Primavera del Palermo e qualche partita di football americano.

Dimmi tu che senso ha costruire un velodromo in una regione, non solo una città, che ha una scarsa tradizione ciclistica, tradizione che diventa inesistente se si parla poi di attività su pista. Senza volere cadere anche io in superate contrapposizioni elettorali permettimi di dire che probabilmente il peccato é stato in origine.

L'unica area dello Zen dove costruire il nuovo stadio credo sia proprio quella dove sorge parzialemente il velodromo, che rappresenta solo una parte cui andrà aggiunta il resto dell'area che per ora ospita quasi esclusivamente campi coltivati e che arriva fino alla via Casino Grande. Per il resto non vedo dove altro costruire, visto che il rimanente territorio é coperto da Zen 1, Zen 2 e centinaia di ville residenziali. A meno di abbattere il palazzo dello sport di Fondo Patti e qualche decina di abitazioni fra via Olimpo ed il Castelforte...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #5 il: 15 Maggio 2008, 04:26:09 pm »
Templare io non faccio alcuna campagna elettorale ....se l'avessi voluta fare avrei chiaramente detto che Cammarata e Scapagnini, due Uomini di fiducia di Silvio Berlusconi, hanno amministrato dal punto di vista meramente contabile da schifo i rispettivi comuni!!! ;-)....considera che il comune di Pa non ha 7000 € per bandire una gara!!

Fermo restando che Il Velodromo è stato fatto un c a g a ta è comunque una struttura utilizzabile per concerti estivi, per allenamenti...insomma....non siamo a Monaco di baviera...le strutture di questo tipo a Palermo non raggiungono le dita della mano destra.

Ad ogni modo io con la mia testa avrei cercato un altra area sempre in zona.........certo tra abbattere il Velodromo e farlo allo Sperone meglio la prima soluzione.


Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #6 il: 15 Maggio 2008, 05:43:58 pm »
Templare io non faccio alcuna campagna elettorale ....se l'avessi voluta fare avrei chiaramente detto che Cammarata e Scapagnini, due Uomini di fiducia di Silvio berlusconi, hanno amministrato dal punto di vista meramente contabile da schifo i rispettivi comuni!!! ;-)....considera che il comune di Pa non ha 7000 € per bandire una gara!!

Diciamo anche che da cinque-sei anni a questa parte il governo nazionale ha chiuso i cordoni della borsa e un bel pò di amministrazioni pubbliche hanno dovuto fare le nozze coi fichi secchi, ma non mi sembra che a Palermo siamo ridotti così male come stai dicendo. Sul fatto che manchino 7000 euro per bandire una gara d'appalto, immagino che sia qualcosa che abbia a che fare con la tua attività. Però la cosa mi fa pensare che manchi più la volontà che il denaro, visto che 7000 euro per un bilancio come quello di un Comune di quasi un milione di abitanti é una cifra ridicola.


Citazione
Fermo restando che Il Velodromo è stato fatto un c a g a ta è comunque una struttura utilizzabile per concerti estivi, per allenamenti...insomma....non siamo a Monaco di baviera...le strutture di questo tipo a Palermo non raggiungono le dita della mano destra.

Per un campo di allenamento si spendono due lire di manutenzione in confronto ad una struttura da dodicimila posti con quella tettoia in legno (peraltro bellissima). Un pò troppo dispendioso come campo di allenamento. I concerti, che non farei mai negli stadi, al limite si potrebbero tornare a fare alla Favorita.

Citazione
Ad ogni modo io con la mia testa avrei cercato un altra area sempre in zona.........certo tra abbattere il Velodromo e farlo allo Sperone meglio la prima soluzione.

E dove Occasionale? Il Velodromo é ubicato ad hoc su via Lanza di Scalea, arteria molto ampia che permette di essere in autostrada in cinque minuti dallo svincolo di Sferracavallo. Non credo ci siano altre zone disponibili. Mi avevi accennato che Orlando aveva un'idea alternativa sempre in zona, può sempre proporla e a quel punto si potrà valutare quale delle due soluzioni é più idonea allo scopo.

Ciao!
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #7 il: 15 Maggio 2008, 05:45:01 pm »
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #8 il: 10 Giugno 2008, 12:50:22 pm »
Riprendo il topic sul nuovo stadio per sottolineare le dichiarazioni rilasciate ieri a TGS da Zamparini, secondo cui passate le vacanze estive ci sarà la stretta finale con tutta una serie di incontri già programmati, in modo da fare partire l'opera nel 2009.

Una cosa nuova, almeno per me, é che già Zamparini ha opzionato l'acquisto dei terreni circostanti la zona in cui dovrà sorgere lo stadio, quella dove a detta del presidente dovranno sorgere le infrastrutture ed in particolare i parcheggi.

Aspettiamo l'autunno e vediamo cosa succede. Ripeto, uno stadio di proprietà che produca reddito e non debiti é il presupposto fondamentale per aumentare il fatturato e crescere come società.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #9 il: 03 Luglio 2008, 07:08:47 pm »
Ogni tanto "riappo" questo post, perchè ritengo fondamentale la costruzione del nuovo stadio e possibilmente in tempi ragionevoli, per potere essere almeno in una cosa un tantino avanti a club più titolati nel dotarsi di uno stadio di proprietà, che porterà denaro e nuova solidità alla società.

Ho scritto in un altro post delle dichiarazioni odierne di Zamparini sull'intenzione di presentare entro il prossimo autunno il progetto definitivo. Oggi al business meeting organizzato dal Palermo erano presenti le massime autorità politiche cittadine e della provincia.

Riporto questa news di Stadionews.

“Con la mia presenza oggi al Business Meeting voglio testimoniare, ancora una volta, quanto l’Amministrazione comunale sia vicina alla società Us Città di Palermo, guidata con passione e competenza dal cittadino onorario Maurizio Zamparini, al quale sono personalmente legato da amicizia sincera e stima reciproca”. È quanto ha dichiarato il sindaco Diego Cammarata, intervenuto questa mattina, allo stadio Renzo Barbera, alla presentazione di Infront Italy, che dalla stagione 2008-2009 si occuperà della regia del business dell’Us Città di Palermo. “La fattiva collaborazione fra il Comune e la società rosanero – ha proseguito il Sindaco – ha accompagnato e facilitato i recenti successi sportivi della Palermo Calcio, dal ritorno in serie A, atteso per circa trent’anni, all’esordio assoluto nelle coppe europee”. “Successi sportivi indelebili – ha puntualizzato Diego Cammarata – conseguiti principalmente sul campo dello stadio Renzo Barbera, che in questi anni è stato ristrutturato per volontà dell’Amministrazione comunale e della società rosanero e che è risultato il primo in Italia in regola con le ultime disposizioni sulla sicurezza, dai tornelli alle telecamere, e con i dettami del decreto Pisanu e della Uefa”. “Questo glorioso impianto però – ha affermato il Sindaco – è destinato a diventare una struttura di supporto. Assieme a Maurizio Zamparini ed alla società rosanero, edificheremo, infatti, un nuovo stadio, funzionale, moderno ed aperto alla città. Palermo, i tifosi, gli appassionati e tutti i cittadini, al pari della moderna ed ambiziosa società guidata da Maurizio Zamparini, necessitano di un nuovo impianto”. “In questi ultimi sette anni – ha concluso Diego Cammarata – da sindaco di Palermo ho visto realizzarsi tutti i sogni sportivi che facevo, più di trent’anni addietro, da giovane tifoso ed appassionato di calcio. Nella speranza di raggiungere presto altri traguardi, sempre più ambiziosi, rivolgo i migliori auguri a Maurizio Zamparini, alla Palermo Calcio e a tutti i tifosi rosanero”. Alla presentazione di Infront Italy hanno partecipato anche il vicesindaco Mario Milone, l’assessore alle Attività produttive Felice Bruscia, l’assessore al Patrimonio Pippo Enea, il presidente della Provincia Giovanni Avanti e l’assessore regionale Francesco Scoma.


Importanti queste dichiarazioni del Sindaco. Ora ci si segga al famoso tavolo e si inizi a lavorare sulla concessione dell'area da destinare alla costruzione del nuovo stadio. Se si inaugurasse il cantiere entro il 2009 sarebbe una cosa eccezionale, perchè a quel punto il più sarebbe fatto.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #10 il: 14 Gennaio 2009, 01:12:33 pm »
Riprendo questo thread considerate le novità di oggi sul GdS.

Gli uffici comunali hanno terminato lo studio di fattibilità da cui escono fuori tre possibilità:

1) Costruire il nuovo stadio partendo dal Velodromo già esistente.
2) Abbattere il Velodromo e costruire tutto ex-novo.
3) Costruire la nuova struttura alla Bandita.

Zamparini ha già fatto sapere, sempre nell'articolo di oggi, che l'opzione 1) é assolutamente improponibile per un problema di costi e che lui proporrà la 2).

Senza pretesa di infallibilità, ma solo per interesse "amatoriale" che mi ha spinto a documentarmi in questi ultimi tempi, posso dire che in effetti la soluzione scelta da Zamparini mi sembra la più indicata per svariati motivi.

Innanzitutto di tipo logistico, perchè il nuovo stadio sorgerebbe ad un paio di km dalla Pa-Tp e quindi in posizione privilegiata per quanto riguarda il collegamento con l'aeroporto. Inoltre nell'ambito del raddoppio del passante ferroviario attualmente in costruzione, che in città fornirà un vero e proprio servizio di metropolitana, sono previste due fermate in zona, quella in via La Malfa all'altezza dell'ex E.M.S. e quella di Cardillo. La viabilità della zona é comunque buona già al momento, almeno nel perimetro Lanza di Scalea - Zen (con la recente circonvallazione) - via Venere, mentre da ripensare totalmente sarebbe il segmento Fondo Patti - via Casino Grande, che rischierebbe di diventare veramente un... enorme casino!

Il discorso Velodromo da abbattere, da alcuni considerata cosa immonda, in realtà mi sembra sostenibile. A Torino si é abbattuto il vecchio comunale e si é ricostruito sopra le macerie il nuovo Olimpico e stessa sorte sta seguendo l'immenso Delle Alpi. A Palermo il Velodromo é stato utilizzato realmente soltanto in occasione dei mondiali di ciclismo degli anni novanta e per le Universiadi, per il resto é servito ora come campo in sostituzione della Favorita per il Palermo di C e la Primavera, ora per la Panormus o per le squadre di football americano. La realtà é che abbiamo un impianto recente, ma obsoleto, la cui pista non rispetta più gli attuali requisiti richiesti dalla federazione internazionale di ciclismo e non può quindi ospitare alcuna manifestazione ufficiale. Non vedo dunque l'abbattimento dell'impianto come un ostacolo etico insormontabile.

Per finire, almeno io, lo stadio in cui gioca il Palermo riesco ad immaginarlo solo nella zona Nord della città. Non sarebbe più ai piedi Monte Pellegrino, ma questo non sarebbe nemmeno tanto lontano e dagli spalti riusciremmo a vederlo lo stesso...

Credo che questo primo documento sia quello tanto atteso da Zamparini, senza il quale era impossibile presentare invece un progetto che ormai giace nei cassetti della società da almeno un paio d'anni. Adesso la prossima mossa spetta al Palermo e poi vedremo se il nuovo stadio potrà andarsi ad affiancare alle altre importanti opere infrastrutturali che stanno nascendo in città o meno.

La parola a voi.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

umastru

  • Visitatore
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #11 il: 14 Gennaio 2009, 02:26:56 pm »

Il discorso Velodromo da abbattere, da alcuni considerata cosa immonda, in realtà mi sembra sostenibile. A Torino si é abbattuto il vecchio comunale e si é ricostruito sopra le macerie il nuovo Olimpico e stessa sorte sta seguendo l'immenso Delle Alpi.
Calma o Templare! Il vecchio comunale e stato solo ristrutturato con l'aggiunta di una copertura più idonea a riparare dalla pioggia, i posti sono stati ridotti (in curva si stava in piedi) e dotati di seggiolini.
La parte trutturale ed esterna cmpresa la torre littoria erano e sono coperte da vincolo.
Praticamente e una bomboniera appena sufficiente per il Toro, ma decisamente piccola per una juve che è tornata in europa.
Il delle Alpi da quello che sò anche in questo caso si cercerà ti toccare poco la parte esterna, ma di migliorare l'interno eliminando la pista di atletica e avvicinando i tifosi al campo.
Tanto con la riduzione della capienza da 70.000 a 45.000 resterà tanto di quello spazio per attività commerciali che neanche te lo immagini, il tutto in una zona piena di parcheggi e a due passi dalle autostrade, al contrario del vecchio comunale che anche se ben servito dai mezzi pubblici e comodo alla tangeziale ha nei pochi parcheggi il suo tallone di achille.
Quello che mi sembra strano, è che in italia da un po di tempo a questa parte si sente tanto parlare di stadi di proprietà ma gratta gratta l'unico mi sembra quello della Reggiana e tra un pò quelo della Juve ( che poi è un affitto a 99 anni.
Possibile che tutte le amministrazioni pubbliche sia di destra che di sinistra, al nord come al sud non abbiano altro scopo nella vita che intralciare questi capitani coraggiosi?
In questo vedo confermata la mia teoria su i nostri capitalisti Boscevichi, razza esistente solo in Italia, per i quali  gli investimenti si fanno solo ed esclusivamente con i soldi pubblici facendoci su la cresta, gli utili saranno sempre privati, le perdite sempre pubbliche. ::) ::) ::)
Per esempio vedi caso Alitalia, o per restare nel pallone, la truffa organizzata dai Moratti con la quotazione in borsa della loro raffineria fatta con carte truccate che gli ha reso circa un Miliardo di euro in più. Quotazione poi crollata quando sono stati costretti a presentare i conti giusti, ma intanto quel galantuomo del Moratti con i suoi 500 milioni era rientrato dei soldini spesi per il suo giocatolo.
Ciao.
"U Mastru"

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #12 il: 14 Gennaio 2009, 03:44:18 pm »
Oltre a ribadire la mia posizione ai più nota aggiungo un ideuzza niente male se non fosse che ci amministra uno che passerà alla storia come sindaco delle rotatorie e basta (graziose efficaci e soprattutto piazzate in posti dove hanno migliorato il traffico).

Lo stadio di calcio per i motivi già detti DEVE essere costruito a Palermo Nord ....secondo me su questo altri riscussi su inutili. E' vero anche che perdere una struttura per il ciclismo anche fuori norma che è costata ai contribuenti e per la quale si paga ancora il mutuo è un sacrilegio.

SOLUZIONE PERCORRIBILE: Abbattiamo il velodromo, Zamparini cede alla città una struttura simil Velodromo più piccolina (2500 posti) e gestibile realizzata alla Bandita: La fantastica amministrazione, che ne fratempo paga il mutuo sulla struttura abbattuta, la dà in gestione alle società di ciclismo e fà qualche soldo.

Mi aspetto la considerazione del perchè un privato dovrebbe fare questo regalo alla città........risposta perchè lo stadio allo Zen vale 10 alla bandita vale 2....quindi per tutelare i propri interessi .

Che ve ne pare?
Mi sembra un finale alla Walt Disney...e vissero tutti felici e contenti!! =D> =D>

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #13 il: 14 Gennaio 2009, 04:18:15 pm »
Oltre a ribadire la mia posizione ai più nota aggiungo un ideuzza niente male se non fosse che ci amministra uno che passerà alla storia come sindaco delle rotatorie e basta (graziose efficaci e soprattutto piazzate in posti dove hanno migliorato il traffico).

Dai, non fare l'orlandiano ad oltranza  :-P Questa amministrazione non é esente da difetti, direi anzi che é tutt'altro che perfetta, ma se proprio una cosa buona sta facendo quelle sono le infrastrutture: tre linee di tram (in costruzione), il raddoppio del passante (in costruzione), la chiusura dell'anello ferroviario (da riappaltare a breve dopo lo stop del TAR), la metro leggera (a breve dovrebbe partire la procedura per iniziare a dare l'appalto del primo stralcio). Sorvolo su tanto altro, dal completamento della Zisa a quello di Case Rocca (tutte cose iniziate e lasciate a metà dalla precedente amministrazione), dallo stadio primo in Italia a norma (grazie in un primo momento a Zamparini, ma poi sistemato dal Comune) alle piste ciclabili, passando per il parco archeologico del Castello a mare, il parcheggio del Tribunale, il parco d'Orleans e senza dimenticare che in città, finalmente, stanno nascendo tre centri commerciali da favola tutti in una volta. Consiglio sempre di dare un'occhiata a questo sito: www.mobilitapalermo.org (che é apartitico, ma se proprio qualche voce si leva ogni tanto é proprio anti-Cammarata) per tenere sotto controllo giornaliero, con foto e resoconti sul luogo, ciò che sta nascendo in città.

Certo, ed é qui il mio rammarico più grande, va bene costruire e ammodernare la città, ma serve a poco se poi non si educa la gente, con i fatti (leggasi multe e dove occorre denunce), a rispettare il bene collettivo. Penso alle nuovissime piste ciclabili del mio quartiere (e non solo), usate per posteggiare le macchine su quattro ruote o per fare cacare i cani sul rosso delle mattonelle, che li stimola di più...

Ma quello fa parte del nostro disgraziatissimo DNA e che poi i Vigili Urbani siano un'entità nel migliore dei casi extoplasmatica, ne è una diretta conseguenza. Prima o poi comunque avrò il modo di fare un paio di domande in faccia a Sindaco e Comandante della Polizia Municipale, nell'attesa mi consolo sempre leggendo questi ragazzi del comitato di cui accennavo sopra, che non stanno con le mani in mano nemmeno da questo punto di vista...

Citazione
Lo stadio di calcio per i motivi già detti DEVE essere costruito a Palermo Nord ....secondo me su questo altri riscussi su inutili. E' vero anche che perdere una struttura per il ciclismo anche fuori norma che è costata ai contribuenti e per la quale si paga ancora il mutuo è un sacrilegio.

Probabilmente il vero sacrilegio é stato costruire un velodromo in una città che dal punto di vista sportivo non aveva alcuna tradizione di ciclismo su pista.


Citazione
SOLUZIONE PERCORRIBILE: Abbattiamo il velodromo, Zamparini cede alla città una struttura simil Velodromo più piccolina (2500 posti) e gestibile realizzata alla Bandita: La fantastica amministrazione, che ne fratempo paga il mutuo sulla struttura abbattuta, la dà in gestione alle società di ciclismo e fà qualche soldo.

Mi aspetto la considerazione del perchè un privato dovrebbe fare questo regalo alla città........risposta perchè lo stadio allo Zen vale 10 alla bandita vale 2....quindi per tutelare i propri interessi .

Che ve ne pare?
Mi sembra un finale alla Walt Disney...e vissero tutti felici e contenti!! =D> =D>

La soluzione non é male, rimane solo da capire il motivo per cui Zamparini dovrebbe pagare di tasca sua gli errori del passato. Oltretutto costruire una struttura anche piccola di quel tipo non credo sia come mettere su una villetta prefabbricata. Occorrono sempre tutte le opere di contorno (viabilità, allacciamenti, sottorete dei servizi, etc.) che ne farebbero lievitare il costo. Se poi Zamparini é così filantropo...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #14 il: 14 Gennaio 2009, 04:39:44 pm »

Il discorso Velodromo da abbattere, da alcuni considerata cosa immonda, in realtà mi sembra sostenibile. A Torino si é abbattuto il vecchio comunale e si é ricostruito sopra le macerie il nuovo Olimpico e stessa sorte sta seguendo l'immenso Delle Alpi.
Calma o Templare! Il vecchio comunale e stato solo ristrutturato con l'aggiunta di una copertura più idonea a riparare dalla pioggia, i posti sono stati ridotti (in curva si stava in piedi) e dotati di seggiolini.
La parte trutturale ed esterna cmpresa la torre littoria erano e sono coperte da vincolo.
Praticamente e una bomboniera appena sufficiente per il Toro, ma decisamente piccola per una juve che è tornata in europa.
Il delle Alpi da quello che sò anche in questo caso si cercerà ti toccare poco la parte esterna, ma di migliorare l'interno eliminando la pista di atletica e avvicinando i tifosi al campo.
Tanto con la riduzione della capienza da 70.000 a 45.000 resterà tanto di quello spazio per attività commerciali che neanche te lo immagini, il tutto in una zona piena di parcheggi e a due passi dalle autostrade, al contrario del vecchio comunale che anche se ben servito dai mezzi pubblici e comodo alla tangeziale ha nei pochi parcheggi il suo tallone di achille.
Quello che mi sembra strano, è che in italia da un po di tempo a questa parte si sente tanto parlare di stadi di proprietà ma gratta gratta l'unico mi sembra quello della Reggiana e tra un pò quelo della Juve ( che poi è un affitto a 99 anni.
Possibile che tutte le amministrazioni pubbliche sia di destra che di sinistra, al nord come al sud non abbiano altro scopo nella vita che intralciare questi capitani coraggiosi?
In questo vedo confermata la mia teoria su i nostri capitalisti Boscevichi, razza esistente solo in Italia, per i quali  gli investimenti si fanno solo ed esclusivamente con i soldi pubblici facendoci su la cresta, gli utili saranno sempre privati, le perdite sempre pubbliche. ::) ::) ::)
Per esempio vedi caso Alitalia, o per restare nel pallone, la truffa organizzata dai Moratti con la quotazione in borsa della loro raffineria fatta con carte truccate che gli ha reso circa un Miliardo di euro in più. Quotazione poi crollata quando sono stati costretti a presentare i conti giusti, ma intanto quel galantuomo del Moratti con i suoi 500 milioni era rientrato dei soldini spesi per il suo giocatolo.
Ciao.
"U Mastru"

Mastru, se ricordi il vecchio Comunale e vedi ora quello nuovo, non ci azzeccano niente. Ho visto in passato costruire passo dopo passo (tramite siti internet) la demolizione e la costruzione del nuovo Olimpico e posso garantirti che al di la delle parti di interesse storico che hai citato tu quasi tutto il resto é stato buttato a terra. Si parla di ristrutturazione perchè, se ricordo bene, si sono mantenute integre solo parte delle strutture di base (piloni e travi), ma di veramente uguale é rimasto solo il...luogo. Lo stesso per quanto riguarda il Delle Alpi, che fino ad aprile prossimo sarà soggetto ad opera di demolizione http://www.youtube.com/watch?v=LAY_sLLOUx4

In ogni caso, sia essa parziale o totale non cambia il fatto che lil contribuente abbia speso quasi 100 miliardi meno di vent'anni fa e questi vadano letteralmente in fumo adesso. Fa parte della logica delle cose italiane, Palermo per una volta, può stare al passo col continente...  :-D :-D :-D

Per il resto il privato viene osteggiato nel momento in cui non riesce a trovare i "giusti" equilibri politici, poi la strada si spiana. Capisci a me.  ;-)
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.