Autore Topic: Serie C 2020/21: XV giornata Palermo-Casertana  (Letto 1678 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8881
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Serie C 2020/21: XV giornata Palermo-Casertana
« il: 06 Dicembre 2020, 11:37:50 pm »
Apro il topic subito invece che a metà settimana. Il perché sono un po’ cazzetti miei.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2400
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Serie C 2020/21: XV giornata Palermo-Casertana
« Risposta #1 il: 13 Dicembre 2020, 11:03:45 pm »
Oggi vincere era il minimo sindacale, qualsiasi altro risultato sarebbe stato un fallimento. A gennaio se prenderanno un paio di giocatori in grado di fare la differenza allora il campionato potrebbe avere un senso, diversamente sarà solo un anno di allenamento per il prossimo ( Cosa che credo sarà)
« Ultima modifica: 13 Dicembre 2020, 11:07:59 pm da turiddu »

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Serie C 2020/21: XV giornata Palermo-Casertana
« Risposta #2 il: 14 Dicembre 2020, 12:50:31 pm »
Una vittoria che ci esalta poco o quasi nulla. Se avessimo meno problemi in avanti, in fatto di concretezza, sono certo che ne gioverebbe tutta la squadra. A tal proposito ieri Lucca mi è parso un giocatore molto lento, compassato, macchinoso. Ma se arrivano i cross in area lui in C li sa trasformare in gol. Uno valido, l’altro glielo ha fatto annullare Kanoutè (trovo ingenuo uno che sa di essere in fuori gioco, tenti di giocare il pallone). Peccato perché quello annullato era davvero bello.
Lucca, giocatore di sicuro non bello a vedersi, senza fronzoli, senza colpi di tacco o giocate di fino, ha dalla sua la concretezza, per me più efficace di Saraniti che spesse volte tenta di dimostrare ciò che non è e finisce spesso per strafare. Ma a gennaio bisognerà che ci si interroghi su dove si vuole arrivare. Se davvero si vuole tentare l'impresa di giocarsi seriamente i playoff occorrerà aggiungere molto più peso in avanti. Forse coprire di più la difesa, infoltire maggiormente il centrocampo togliendo un trequarista e lasciando anche Rauti a giocarsi un posto con Lucca e Saraniti in un attacco a due punte.
Credo che di tutto questo non si farà nulla, che è tutto rinviato all'anno prossimo e che quello corrente servirà a Boscaglia per inculcare il suo credo e la sua visione di gioco a quei giocatori che oggi ha a disposizione e parecchi dei quali saranno ancora qui anche l'anno prossimo dove si dovrà partire da favoriti avendo tutti i ruoli coperti, tutti dovranno farsi trovare pronti e con piena contezza di cosa viene loro richiesto.

8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO