Autore Topic: Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata  (Letto 414 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8847
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata
« il: 26 Novembre 2023, 02:19:26 am »
Apro in anticipo. Corini in conferenza stampa se la prende con chi fa critiche pretestuose. Il termine "pretestuoso" lo usava spesso Gianfranco Fini, che inizio' il suo percorso (termine questo tanto caro al nostro allenatore) iscrivendosi al FdG perche' i kompagni non lo fecero entrare al cinema a vedere "I Berretti Verdi" (sigh) e lo termino' sposandosi la ex di Gaucci, perche' si sa che tira piu' un pelo di Biga (faccio pizza, me ne intendo) che un carro di Fuoi. Speriamo che al nostro Eugenio, ex-genio, il termine porti piu' fortuna.

Lui, ad ogni modo, nella stessa conferenza stampa si e' dato un gran da fare e ha ammesso che, forse, per certi versi, nel computo delle due frazioni di gioco, tenuto conto della luna calante con la gobba a levante, il Palermo contro il Cittadella aveva probabilmente tirato meno del solito (zero tiri in 90 minuti piu' recupero, nota del pizzaiolo statistico), ma dopo essersi guardato negli occhi con i giocatori per due settimane (ed avere scoperto che Coulibaly ce li ha azzurri) e' sicuro che domani (ancora per 5 minuti qui da me, da voi domani e' lunedi, invece) la squadra fara' la prestazione. Non ha detto pero' quanto si fara' pagare per codesta prestazione, Merlin permettendo.

Intanto il prefabbricato provvisorio del centro sportivo di Torretta, costruito evidentemente usando gli stessi calcoli della copertura del tetto del Palasport di Fondo Patti, e' volato via col vento, senza la sua Rossella O'Hara. Ci hanno provato inutilmente Marwood e Henderson, unici madrelingua inglesi nei paraggi (oddio, Henderson, essendo scozzese, madrelingua magari no, eh) a spacciarsi per Vivien Leigh, ma pare che il prefabbricato non ne abbia voluto sapere niente (sara' mica transfobico? Orroreeeeeh) ed ha seguito il suo maestrale. I nuovi campi, invece, sono rimasti ben saldi per terra e con loro la schiena di Insigne e l'adduttore di Soleri, ennesime vittime di infortuni le cui cause rimangono sconosciute. Corini accusa i campi, i campi accusano Corini, mentre il mondo sta girando senza fretta. Si parla anche di un'antica maledizione scagliata dal demone assiro Pazuzu, ma l'interessato si e' chiamato fuori dichiarando testualmente: eru a casa assira (ero a casa ieri sera, nota del pizzaiolo traduttore).

Nel frattempo, fra una cazzata e l'altra (che sembro quasi la sinistra italiana in cerca di un qualunque appiglio per togliere il camerierato a Giorgina e ritornare a fare i maggiordomi prediletti di Bruxelles), si e' fatta domenica anche qui e fra una diciassettina di ore sapremo come e' andata la partita.

Fara' il Palermo il Terni al lotto? Chissa'. Ma questa e' un'altra storia.
« Ultima modifica: 26 Novembre 2023, 02:29:20 am da Templare »
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2378
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata
« Risposta #1 il: 26 Novembre 2023, 07:35:06 pm »
Divertente il commento Templare, mi hai fatto davvero sorridere.
A Terni però mi è tornato subito il magone,  ancora una volta abbiamo assistito ad un Palermo inguardabile.
Anche questi avversari non sono sembrati un gran che, però loro sono in fondo alla classifica e non hanno dichiarato obiettivi di promozione.
Abbiamo giocato per 20 minuti in superiorità numerica eppure non siamo riusciti a fare nemmeno un tiro in porta.
Adesso mi toccherà pure ascoltare Corini che parlerà di partita sporca e di una squadra che ha fatto quello che doveva.
Che altro dire? Dalla prossima sarà meglio cominciare a guardarsi le spalle, non siamo cosa di arrivare nemmeno in zona playoff, non "giocando" così.

« Ultima modifica: 26 Novembre 2023, 07:50:46 pm da turiddu »

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8847
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata
« Risposta #2 il: 26 Novembre 2023, 10:05:34 pm »
Non partita sporca, Turiddu, ma "primo tempo importante". Sto tornando adesso dai festeggiamenti di questo "primo tempo importante", tutta la comunita' italiana delle Highlands si e' riunita per celebrare questi 45 minuti che resteranno indelebili nella storia del calcio per la loro importanza.

Non c'e' nulla da aggiungere se non un mio ricordo personale di tanti anni fa. Mi misi per una settimana con la sorella di un mio compagno di classe, ma gia' al terzo giorno, storicamente famoso per le resurrezioni dei figli di Dio, mi accorsi che proprio non mi piaceva e che la domenica sera precedente avrei dovuto bere azzusa piuttosto che birra. Dal quarto al sesto giorno provai in ogni maniera a troncare il rapporto, mettendola anche sul campo delle esperienze pre-matrimoniali: io quasi diciottenne e lei quindicenne, non poteva darmi cio' che sentivo di meritare e d'altro canto mi sarei sentito un verme ad approfittare di lei, ancora cosi' immatura e non pronta per certe situazioni. Ma lei niente, mi disse che me l'avrebbe data in estate (eravamo a maggio) ed io non sapevo piu' che inventarmi. Il settimo ed ultimo giorno, era sabato, e c'era in programma di andare alla Fiera del Mediterraneo. Ci sentimmo per telefono dopo la scuola per metterci d'accordo, poi nel pomeriggio feci strada presso la Fiera con lo stesso spirito di Jorginho nella rincorsa per battere il rigore contro l'Ucraina, ma in via Imperatore Federico decisi di tentare il tutto per tutto. La vidi e prima ancora di salutarci le dissi: non e' piu' possibile. E lei, cosa: andare alla Fiera? Ed io: no, proprio noi due, non e' piu' possibile. Lei: in che senso, scusa? Ed io, chiosa finale da grande poeta romantico: Nel senso ca ti nna gghiri uora, ta llivari i ravanzi.

In realta' alla fine me ne andai io, sommerso di parolazze. Meritate, anche. Questo per dire che oggi come oggi l'unica cosa che la dirigenza dovrebbe dire al suo allenatore, e' la frase composta da quelle poche, ma incisive parole del mio commiato a Paola (ho usato il vero nome per rispetto della privacy).

« Ultima modifica: 26 Novembre 2023, 11:41:23 pm da Templare »
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2378
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata
« Risposta #3 il: 26 Novembre 2023, 10:46:10 pm »
Bella storia Templare, ho letto con interesse per vedere come andava a finire . Anche a me successe una cosa simile a quell'età, mi presi qualche parulazza anch'io.
C'è una differenza però col il doverci annacare corini: la tua pazienza in estate sarebbe stata ricambiata,  qui invece possiamo pure aspettare le prossime 3/4 estati, ma non credo che il Palermo giocherà mai un calcio piacevole , tantomeno migliore ,dello scempio visto fin qui.
Oggi la Ternana era davvero messa maluccio, malgrado questo ha giocato e si è resa più pericolosa di noi. Appena incontriamo una squadra più rapida e qualitativa, nni fannu a cafiata.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8847
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (vedo, prevedo e stravedo): XIV Giornata
« Risposta #4 il: 26 Novembre 2023, 11:48:31 pm »
Si' Turiddu, ogni avversario di fondo classifica che ci incontra sembra essere una squadra di alto livello, per organizzazione, determinazione ed efficacia. La Ternana di oggi, Falletti a parte, e' squadra che merita l'ultimo posto, giocatori con piedi da serie C (e si e' visto per come hanno concluso le tante occasioni da gol create), ma ci ha messo cuore e voglia di vincere, anche quando sono stati in inferiorita' numerica.

Il Palermo di Corini, da due anni, prima ancora di non avere un gioco non ha un'anima. Passera' anche questa, ma avremo praticamente buttato due anni dal punto di vista tecnico. E un prefabbricato dal punto di vista strutturale.

Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.