Autore Topic: Palermo-Napoli, chi friddu...  (Letto 2591 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Palermo-Napoli, chi friddu...
« il: 09 Febbraio 2009, 03:04:32 am »
...8 o 9 gradi, il resto d'Italia li desidererebbe per tutto l'inverno, da noi pesano, soprattutto di sera e con un bel maestrale che faceva aggigghiare a dismisura le membra. Meno male che in campo c'era il Palermo a riscaldare un pò la serata.

Partenza sprint: Miccoli assist, Migliaccio gol, Miccoli magia, Cannavaro a terra, assist e Simplicio gol. 2-0, gran Palermo per mezz'ora, il Napoli a capire cosa fare in campo, poi i rosa si fermano un pò, lasciano il pallino in mano ai partenopei, che non creano tantissimo, ma segnano con il solito puntualissimo Hamsick, col Palermo che becca il solito puntualissimo gol nei minuti finali della frazione. Non importa se primo o secondo tempo, ma questa squadra in zona cesarini é un mezzo disastro.

Poi si ricomincia, il Napoli si spegne, il Palermo punge in contropiede e sfiora il gol a ripetizione. Non ricordo una parata una di Amelia in tutta la partita, alla fine vittoria meritatissima, l'ennesima di una squadra che in casa é un orologio svizzero.

Spazio ai singoli. Kjaer uber alles, Lavezzi non pervenuto e dopo Milito siamo al secondo grande botto per il baby rosa che é costato quattro milioni di euro e ne vale già parecchi in più. Seconda piazza ideale per Migliaccio, che ha fatto probabilmente la migliore partita di quest'anno, arricchita anche dal gol, il primo in maglia rosanero. A seguire Cassani, ma non é più una novità e Miccoli, tanto statico quanto mortifero con i suoi due assist. Bene anche Bresciano e Simplicio, soprattutto nel primo tempo il brasiliano.

Un pò più giù del solito Cavani, che per correre ha corso come sempre, ma ha anche sbagliato un gol clamoroso svirgolando solo davanti al portiere. In fotocopia la palla gol capitata (e sprecata) da Succi. Mi ha convinto poco il primo tempo di Nocerino, evidentemente oggi ha sofferto il ruolo ereditato per necessità da Liverani molto di più rispetto a quanto era successo nella partita con il Chievo.

Il Napoli? Era probabilmente stanco per la battaglia in coppa Italia di mercoledì, ma alla fin fine mi é sembrato molto meno squadra del Palermo, con delle belle e preziose individualità (Lavezzi, Hamsick, Maggio) in grado di accendere la luce in qualunque minuto, con tutte le controindicazioni del caso.

La classifica dice per ora settimo posto, abbiamo superato Napoli e Cagliari e distanziato la Lazio di quattro punti. Qualcuno in casa rosa parla di 40 punti da raggiungere al più presto, la storia ed i numeri dicono che il Palermo dell'era Zamparini non ha mai giocato una sola partita in chiave retrocessione. Direi che la classifica al momento é la cosa meno importante cui guardare. Trovo interessantissime invece le parole di metà settimana rilasciate dal DS dalla faccia sporca, a proposito della nuova linea seguita dal Palermo ed improntata alla ricerca e all'acquisto di ragazzi poco più che adolescenti, ma già con un buon curriculum, parole confermate ed incoraggiate stasera da Ballardini, il quale ha dichiarato di aspettare con interesse Hernandez e di non vedere nei suoi diciotto anni un problema, visto lo spazio che hanno trovato Kjaer, Cavani e Mchedlidze.

Notizie confortanti quindi, almeno per me, al di là della vittoria e del bel salto in classifica. Godiamoci il momento. A Reggio sarà battaglia e mancheranno tre centrocampisti titolari su quattro (Liverani e gli squalificati Nocerino e Bresciano). Un cambio di modulo mi sembra inevitabile, ma questa é storia della prossima settimana.


Vedremo.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #1 il: 09 Febbraio 2009, 01:53:24 pm »
La classifica dice per ora settimo posto, abbiamo superato Napoli e Cagliari e distanziato la Lazio di quattro punti. Qualcuno in casa rosa parla di 40 punti da raggiungere al più presto, la storia ed i numeri dicono che il Palermo dell'era Zamparini non ha mai giocato una sola partita in chiave retrocessione. Direi che la classifica al momento é la cosa meno importante cui guardare. Trovo interessantissime invece le parole di metà settimana rilasciate dal DS dalla faccia sporca, a proposito della nuova linea seguita dal Palermo ed improntata alla ricerca e all'acquisto di ragazzi poco più che adolescenti, ma già con un buon curriculum, parole confermate ed incoraggiate stasera da Ballardini, il quale ha dichiarato di aspettare con interesse Hernandez e di non vedere nei suoi diciotto anni un problema, visto lo spazio che hanno trovato Kjaer, Cavani e Mchedlidze.

Notizie confortanti quindi, almeno per me, al di là della vittoria e del bel salto in classifica. Godiamoci il momento. A Reggio sarà battaglia e mancheranno tre centrocampisti titolari su quattro (Liverani e gli squalificati Nocerino e Bresciano). Un cambio di modulo mi sembra inevitabile, ma questa é storia della prossima settimana.


Vedremo.

Già!!! pensa che avevo previsto in caso di doppia sconfitta con Roma e Genoa che saremmo rimasti fuori dalla lotta Uefa, ed invece guarda il calcio com'è fatto!!!!!!!!

Credo, comunque, che al momento attuale la classifica rispecchia i veri valori delle squadre, infatti oltre alle prime quattro, Genoa e Fiorentina hanno qualcosa in più di noi, anche se mi aspetto da loro un calo da un momento all'altro.

Peccato per le squalifiche ed infortuni, perchè penso che un PALERMO al completo avrebbe potuto ottenere la piena posta a Reggio, ma le assenze saranno troppo pesanti per poter pensare di andare a vincere.

Sulla partita di ieri sera, non ho altro da aggiungere se non la mia idea che il modo di giocare del PALERMO sia nato subito dopo la partita di coppa italia contro la Juve, perchè mi è sembrata evidente che più andava avanti la partita e più i calciatori napoletani non avevano più le gambe e questo Ballardini credo lo avesse preventivato.

Godiamoci questo settimo posto e vedremo.........
Se son rose fioriranno!!!!!!!!!!!!!!!!

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline beppe

  • Utente
  • ***
  • Post: 209
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #2 il: 09 Febbraio 2009, 07:32:35 pm »
No Enzo non sono d'accordo.Genoa e Fiorentina quest'anno alla lunga hanno solo 5 punti in più di noi.Niente di più.E' vero noi siamo un mezzo disastro in trasferta ma ricordiamoci che numerose sconfitte (tutte con un solo gol di scarto e senza clamore) sono maturate al termine di prestazioni maiuscole (vedi Napoli all'andata o a Roma di recente) o per mancanza di attributi (Torino,Cagliari con un tiro e gol in fuori gioco e Lazio idem con gol regolare...).Noi dobbiamo sperare che sulla scia dell'attuale entusiasmo riusciamo a trovare proprio gli attributi o quel furore come dice il Balla e la determinazione per fare punti anche in trasferta.la Fiorentina di quest'anno è abulica e discontinua per nulla spettacolare (vedi ieri con la Lazio),e dove solo i singoli fanno la differenza.Il Genoa fa la differenza solo in casa ed ieri a Roma si è visto che è meno squadra di noi...Con questo Miccoli anche solo per un tempo non credo che a Roma avremmo perso.Quando il Palermo scende in campo con il piglio dei primi 20 minuti di ieri è davvero un piacere a vederlo,ti tramortisce.Ho rivisto il Palermo che ha battuto il Milan.Qualcuno spero mi spieghi solo perchè abbiamo questo black out fisiologico ed attendista che consente puntualmente agli avversari di rientrare in gara.Anzi ne approfitto per chiedere a tutti voi il vostro parere riguardo la partita di ieri.Ballardini ha lasciato intendere ai suoi di arrivare all'intervallo con i due gol di scarto oppure abbiamo finito subito la benzina dopo la partenza sprint??In questo caso tornerebbe d'attualità il dilemma della condizione fisica dei nostri.Un saluto a tutti.

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #3 il: 10 Febbraio 2009, 10:20:56 am »
No Enzo non sono d'accordo.Genoa e Fiorentina quest'anno alla lunga hanno solo 5 punti in più di noi.Niente di più.E' vero noi siamo un mezzo disastro in trasferta ma ricordiamoci che numerose sconfitte (tutte con un solo gol di scarto e senza clamore) sono maturate al termine di prestazioni maiuscole (vedi Napoli all'andata o a Roma di recente) o per mancanza di attributi (Torino,Cagliari con un tiro e gol in fuori gioco e Lazio idem con gol regolare...).Noi dobbiamo sperare che sulla scia dell'attuale entusiasmo riusciamo a trovare proprio gli attributi o quel furore come dice il Balla e la determinazione per fare punti anche in trasferta.la Fiorentina di quest'anno è abulica e discontinua per nulla spettacolare (vedi ieri con la Lazio),e dove solo i singoli fanno la differenza.Il Genoa fa la differenza solo in casa ed ieri a Roma si è visto che è meno squadra di noi...Con questo Miccoli anche solo per un tempo non credo che a Roma avremmo perso.Quando il Palermo scende in campo con il piglio dei primi 20 minuti di ieri è davvero un piacere a vederlo,ti tramortisce.Ho rivisto il Palermo che ha battuto il Milan.Qualcuno spero mi spieghi solo perchè abbiamo questo black out fisiologico ed attendista che consente puntualmente agli avversari di rientrare in gara.Anzi ne approfitto per chiedere a tutti voi il vostro parere riguardo la partita di ieri.Ballardini ha lasciato intendere ai suoi di arrivare all'intervallo con i due gol di scarto oppure abbiamo finito subito la benzina dopo la partenza sprint??In questo caso tornerebbe d'attualità il dilemma della condizione fisica dei nostri.Un saluto a tutti.

Il PALERMO visto nei primi 20 minuti (io dico nel 1° tempo) con Liverani in più in campo è da primi posti in classifica!!!!
Ma sappiamo bene che nel calcio non sempre si riesce a esprimersi a meglio, vuoi per gli avversari, vuoi per errori e/o infortuni, pertanto alla luce di questo ho detto che Genoa e Fiorentina mi sembrano un tantino sopra di noi.
Comunque come ho detto nel post, non ho dato per scontato che questa cosa possa durare fino alla fine, perchè ho la sensazione che la nostra squadra atleticamente sembra messa bene e che possa tenere questa condizione fino alla fine, mentre il Napoli, colpa Intertoto, già comincia a sentire le gambe, lo stesso mi aspetto dal Genoa che si è lanciata all'inizio, mentre per la Fiorentina siamo sulla buona strada.
Non dimentichiamoci il Cagliari, che sembra in crescita.

Sulla partita di ieri ribadisco il mio parere, che si è giocato tenuto conto dei 120 minuti di partita giocati in coppa Italia dal Napoli e sono convinto che se in campo ci fosse stato Liverani avremmo fatto una goleada.

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #4 il: 10 Febbraio 2009, 01:22:58 pm »

ho detto che Genoa e Fiorentina mi sembrano un tantino sopra di noi.
E sai perchè SONO un tantino sopra di noi? Perchè il loro progetto è cominciato molto prima. Quello del Genoa dallo scorso anno, quello della Fiorentina ancora prima. Mentre loro gettavano le basi per costruire quello che adesso stanno raccogliendo, il Palermo era alla ricerca di un gioco e di una identità di squadra che nessuno dei due allenatori precedenti seppe dare. Siamo usciti dal tunnel da manco sei mesi e per questo sembriamo denotare qualcosa in meno rispetto alle altre due ma è solo questione di crescita e di tempo. Male che ci vada, quest'anno chiuderemo non meno del decimo posto. Ma sono certo che dal prossimo anno ci saremo anche noi tra le sette sorelle. ;-)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #5 il: 10 Febbraio 2009, 01:45:34 pm »

ho detto che Genoa e Fiorentina mi sembrano un tantino sopra di noi.
E sai perchè SONO un tantino sopra di noi? Perchè il loro progetto è cominciato molto prima. Quello del Genoa dallo scorso anno, quello della Fiorentina ancora prima. Mentre loro gettavano le basi per costruire quello che adesso stanno raccogliendo, il Palermo era alla ricerca di un gioco e di una identità di squadra che nessuno dei due allenatori precedenti seppe dare. Siamo usciti dal tunnel da manco sei mesi e per questo sembriamo denotare qualcosa in meno rispetto alle altre due ma è solo questione di crescita e di tempo. Male che ci vada, quest'anno chiuderemo non meno del decimo posto. Ma sono certo che dal prossimo anno ci saremo anche noi tra le sette sorelle. ;-)

Per essere precisi il Genoa é al terzo anno con Gasperini, ha iniziato in B vincendo il campionato ed ora é al secondo anno di serie A.

Ad occhio e croce Ballardini ci ha messo... una partita, la prima con la Roma, per dare gioco ed anima a questa squadra, segno che già c'erano i giocatori per fare bene, bisognava soltanto mettere quanta più gente possibile al posto giusto e dare serenità all'ambiente.

A inizio anno, nel defunto blog di Alessandro Amato, mi sono preso gli insulti e gli sfottò più variopinti nel momento in cui sostenevo che l'addio di Amauri sarebbe passato inosservato se soltanto il Palermo fosse stata una vera squadra. In questo momento i dati mi stanno dando ragione, il Palermo gioca, diverte e segna a ripetizione, non solo con gli attaccanti (19 reti in tutto, 16 in coppia gli stratitolari Miccoli e Cavani), ma anche con i centrocampisti ed i difensori.

Noi non abbiamo più Amauri, il Genoa ha Milito, la Fiorentina Mutu e Gilardino, ma mi chiedo se queste squadre possano vantare nei loro organici centrocampisti che corrono, pressano, recuperano, fanno gioco, assist e gol come i nostri Simplicio e Bresciano.

E questo, come diceva Sergio, dopo soli sei mesi di gestione Ballardini, che, tra parentesi, dalle vacanze di natale ad oggi mi sembra anche lui parecchio migliorato in certi aspetti che abbiamo tutti sempre criticato.

Il Palermo é la squadra che ha più segnato e raccolto punti in casa, il giorno in cui riuscirà a raccogliere punti e non soltanto consensi come a Napoli, Cagliari, Bologna e Roma, ci sarà da divertirsi...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2409
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #6 il: 10 Febbraio 2009, 04:36:53 pm »
 
Citazione
Il Palermo é la squadra che ha più segnato e raccolto punti in casa, il giorno in cui riuscirà a raccogliere punti e non soltanto consensi come a Napoli, Cagliari, Bologna e Roma, ci sarà da divertirsi...
Si sono d'accordo Templare, tutto giusto quello che avete detto fin qui, il Palermo stà facendo benissimo e vanta un centrocampo che le squadre da voi citate non hanno; Tuttavia sono convinto del fatto che, fermo restando il tempo che occorre per gettare le basi e creare quel gioco e gruppo necessario a tutti per far bene, sia necessario per fare il salto di qualità e per puntare alla Champios, una punta di razza.
Non dimentichiamo che quest'anno ci siamo concentrati solo sul campionato e il gioco del Palermo è bello ma dispendioso, sarebbe impensabile che Cavani, ad esempio, reggesse sempre questi ritmi o che il centrocampo faccia il diavolo a 4 ogni partita.
Sarà necessario qualche volta fare calare il ritmo senza per questo rinunciare totalmente alla pericolosità offensiva: non vedo altra soluzione che una punta di razza.
In ogni caso sono entusiasta di questo Palermo e credo anche io alla possibilità di toglierci delle belle soddisfazioni.
Salutamu a tutti picciotti.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo-Napoli, chi friddu...
« Risposta #7 il: 11 Febbraio 2009, 10:21:34 pm »
Napoli Palermo vista dai napoletani.

Molto interessante perché il canto parte dal mercoledì precedente con la gara di coppa Italia con la juve, con tanto di rimprovero al padre eterno per questa rinnovata catarsi. L’ho messa per intero proprio perché la juve per adesso è attualità (a breve i gobbi saranno anche qui a Palermo) anche se per fortuna non ci sono giornate bianconere autolesionistiche e almeno tre quarti di stadio sarà nostro; da notare comunque la differenza di considerazione che ha la vecchia signora in una città seria come Napoli e nella nostra intera Regione.
Chapeau ai tifosi partenopei.





Né, Patatè: ma che t’avimmo fatto?
E’ comm’a nu peccato originale:
ogne vota, a giucà cu st’animale,
amma pavà nu pizzo: nu riscatto.

Sulo accussì me pozzo fa capace:
‘a Juventus, ormai distrutta e stanca,
ca steva p’aizà bannera janca,
c’o mette a quel servizio. E andate in pace.

Suffrette ‘o pate, e mò soffren’e figli.
So sissant’anne ca pavamm’o prezzo.
Patatè, tu ‘e prutiegge, a stì munnezze:
te dice ‘e Messe, né, Cobolli Gigli??

Gargano ‘a spara ‘ncielo, ed è la fine.
Di nuovo perd’o Bene, e vence ‘o Male.
Vabbuò, ci andate voi, in semifinale:
ma ne facite tutte medicine!

Screvimmo dalla curva d’o Barbera
(‘o stadio è dedicato a Sconsolata?)
Sperammo ch’è passata, la nuttata:
ce serve la vittoria, cà, stasera.

Assettato in tribuna, Zamparini,
‘o presidente magna-allenatori.
Pe’ chi perde, a Palermo, so dolori.
Pe mò te sì salvato, Ballardini,

però cu chillu là nun se sa maje.
Si ‘a riuscessem’a vencere, ‘a partita
ncopp’a stu campo (l’ex Favorita)
te mettessem dint’a certi guaje…

Nun se puteva accummencià chiù peggio.
Aronica s’addorme cu Migliaccio
(comm’ha signato, ancora nunn’o saccio):
loro corrono, nuje iamm’a passeggio.

Miccoli va sguscianne ‘a tutt’e parte
comm’a na saponetta, o un dentifricio:
mette na palla al centro pe’ Simplicio,
ed è gol. Doje a zero, se riparte.

Guagliò, c’amma scetà immediatamente,
e la cosa riguarda a tuttequante.
Denis è svelto comm’a n’elefante,
e pur’o Pocho nun combina niente.

Fa un grande gol, ‘o nuosto Marekiaro,
che al finale del tempo, a noi c’illude.
Ma nel siconno niente se conclude,
e chest’è stato n’atu juorno amaro.

P’a soluzione, amma aspettà domani,
cu l’argentino ca c’ann accattato:
“Datolo” è l’anagramma di “lodato”,
ma nun ve pare uno d’e sette nani?

8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO