Autore Topic: Paganese Catania  (Letto 757 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1495
Re:Paganese Catania
« Risposta #15 il: 20 Marzo 2017, 10:33:07 pm »

A mio avviso, perdonatemi se ripeto sempre le stesse cose, il problema, negli ultimi anni è stato che non si è riuscita a costruire una squadra. In primis usl piano squisitamente tecnico, con equivoci e lacune corrette in corsa e non del tutto. Pi sul piano della compattezza squadra-società, per non parlare del rapporto malato con la stampa e le istituzioni(ricordo il Comune che prima annuncia di volersi costtuire parte civile nel processo per i tereni del gol, poi sposa in pieno il piano di rilancio firmato Lo Monaco, infine annuncia "normali azioni legali" per le pendenze relative all'uso del "Massimino" vantate nei confronti del Catania).
I mali nascono fuori dal campo, come è sempre stato. La tattica dei cavalli di ritorno non ha dato frutti, gli allenatori sono stati sbagliati. Ancora una volta ci fermiamo nel momento della stagione in cui mi sarei aspettato avremmo cominciato a correre. Segno di errori anche in materia di preparazione atletica.
Non mi sento di infierire sulla società, nonstante lo abbia fatto in passato per le scelte assurde post-Gasparin, perché non è facile gestire il Catania in tempi normali, figuriamoci adesso che mancano i capitali e la credibilità.
Penso che più passeranno gli anni più il budget si ridurrà e quindi sarà difficile essere competitivi e tirarsi su.
Sono certo però che non rimpiangerò questa squadra, né quella dello scorso anno, per il semplice fatto che i componenti stanno dimostrando sul campo scarsa professionalità. L'alibi dei pessimi rapporti di spogliatoio fatto trapelare dagli stessi giocatori lo giudico un'aggravante, perché evidentemente non si è messo il bene del Catania davanti alle beghe personali, con buona pace delle dichiarazioni d'amore dei vari Marchese/Biagianti.
Come se ne esce? Non ne ho idea. Lo Monaco dovrebbe lavorare per unire e non per dividere, e dovrebbe evitare di parlare di squadra fortissima perché quest'anno ha fallito e farebbe bene ad ammetterlo. Altrimenti pure gli allenatori gli vanno dietro e pensano che possiamo accettare dichiarazioni seocndo le quali ieri avremmo dominato fino al gol subito, quando chiunque si è accorto che abbiamo giocato si e no 15' nel secondo tempo.

Condivido e aggiungo anche il mio parere.

Non sono d'accordo con chi nota solo le prestazioni dei singoli e il risultato finale delle partite. Questi giocatori sono tecnicamente adeguati per raggiungere il quinto o il quarto posto. Certo, alla luce dei risultati considerarla fortissima sarebbe esilarante.  Non è la qualità dei singoli a fare una squadra. Qui manca proprio il concetto di squadra ed è evidente a tutti.

Ieri nei primi 20-25 minuti del secondo tempo la Paganese non ha visto palla. Non è né una metafora né un modo di dire, il Catania ha avuto possesso palla, ha ottenuto il pareggio con un autogol propiziato da una bella giocata individuale e con molta facilità ha creato le occasioni per rimontare. Poi ha subito un gol balordo, che non mi va nemmeno di commentare. Per quello che abbiamo visto in quei 20-25 minuti, non possiamo parlare di giocatori scarsi. Inoltre, qui non è nemmeno il caso di parlare di impegno. Alcuni dimostrano molta voglia di fare, ma solo per un obiettivo personale. Manca la squadra, praticamente manca tutto.

Infine, capisco il sarcasmo nei confronti di Lo Monaco, perché se parli di mosche e cannoni è inevitabile sorridere (amaramente) per i risultati ottenuti. Ma vorrei ricodare che la sfiducia nei suoi confronti è stata manifestata anche negli anni della serie A, in cui la piazza aveva ben poco da rimproverargli. La storia dice che non eravamo abituati alla massima serie, quindi non dico che bisogna essere ad ogni costo riconoscenti, ma certa liscìa mi pare fuori luogo. Inoltre, ridurre il monte ingaggi rispetto allo scorso anno, ottenendo risultati non inferiori, è già un passo avanti. Ridurre i tanti debiti è un altro passo avanti (o un passo indietro in meno). Non vedo quale sia l'appetibile alternativa. Non so dove sarebbe arrivato il Catania dieci anni fa se non ci fosse stato Lo Monaco. E non so quale sarebbe la situazione economica del club se non ci fosse lui. E questo non significa essere un estimatore, significa semplicemente essere consapevoli della situazione economica del club.
Diese Spieler waren schwach wie eine Flasche leer (Trap)

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1064
Re:Paganese Catania
« Risposta #16 il: 21 Marzo 2017, 07:28:00 am »

A mio avviso, perdonatemi se ripeto sempre le stesse cose, il problema, negli ultimi anni è stato che non si è riuscita a costruire una squadra. In primis usl piano squisitamente tecnico, con equivoci e lacune corrette in corsa e non del tutto. Pi sul piano della compattezza squadra-società, per non parlare del rapporto malato con la stampa e le istituzioni(ricordo il Comune che prima annuncia di volersi costtuire parte civile nel processo per i tereni del gol, poi sposa in pieno il piano di rilancio firmato Lo Monaco, infine annuncia "normali azioni legali" per le pendenze relative all'uso del "Massimino" vantate nei confronti del Catania).
I mali nascono fuori dal campo, come è sempre stato. La tattica dei cavalli di ritorno non ha dato frutti, gli allenatori sono stati sbagliati. Ancora una volta ci fermiamo nel momento della stagione in cui mi sarei aspettato avremmo cominciato a correre. Segno di errori anche in materia di preparazione atletica.
Non mi sento di infierire sulla società, nonstante lo abbia fatto in passato per le scelte assurde post-Gasparin, perché non è facile gestire il Catania in tempi normali, figuriamoci adesso che mancano i capitali e la credibilità.
Penso che più passeranno gli anni più il budget si ridurrà e quindi sarà difficile essere competitivi e tirarsi su.
Sono certo però che non rimpiangerò questa squadra, né quella dello scorso anno, per il semplice fatto che i componenti stanno dimostrando sul campo scarsa professionalità. L'alibi dei pessimi rapporti di spogliatoio fatto trapelare dagli stessi giocatori lo giudico un'aggravante, perché evidentemente non si è messo il bene del Catania davanti alle beghe personali, con buona pace delle dichiarazioni d'amore dei vari Marchese/Biagianti.
Come se ne esce? Non ne ho idea. Lo Monaco dovrebbe lavorare per unire e non per dividere, e dovrebbe evitare di parlare di squadra fortissima perché quest'anno ha fallito e farebbe bene ad ammetterlo. Altrimenti pure gli allenatori gli vanno dietro e pensano che possiamo accettare dichiarazioni seocndo le quali ieri avremmo dominato fino al gol subito, quando chiunque si è accorto che abbiamo giocato si e no 15' nel secondo tempo.

Condivido e aggiungo anche il mio parere.

Non sono d'accordo con chi nota solo le prestazioni dei singoli e il risultato finale delle partite. Questi giocatori sono tecnicamente adeguati per raggiungere il quinto o il quarto posto. Certo, alla luce dei risultati considerarla fortissima sarebbe esilarante.  Non è la qualità dei singoli a fare una squadra. Qui manca proprio il concetto di squadra ed è evidente a tutti.

Ieri nei primi 20-25 minuti del secondo tempo la Paganese non ha visto palla. Non è né una metafora né un modo di dire, il Catania ha avuto possesso palla, ha ottenuto il pareggio con un autogol propiziato da una bella giocata individuale e con molta facilità ha creato le occasioni per rimontare. Poi ha subito un gol balordo, che non mi va nemmeno di commentare. Per quello che abbiamo visto in quei 20-25 minuti, non possiamo parlare di giocatori scarsi. Inoltre, qui non è nemmeno il caso di parlare di impegno. Alcuni dimostrano molta voglia di fare, ma solo per un obiettivo personale. Manca la squadra, praticamente manca tutto.

Infine, capisco il sarcasmo nei confronti di Lo Monaco, perché se parli di mosche e cannoni è inevitabile sorridere (amaramente) per i risultati ottenuti. Ma vorrei ricodare che la sfiducia nei suoi confronti è stata manifestata anche negli anni della serie A, in cui la piazza aveva ben poco da rimproverargli. La storia dice che non eravamo abituati alla massima serie, quindi non dico che bisogna essere ad ogni costo riconoscenti, ma certa liscìa mi pare fuori luogo. Inoltre, ridurre il monte ingaggi rispetto allo scorso anno, ottenendo risultati non inferiori, è già un passo avanti. Ridurre i tanti debiti è un altro passo avanti (o un passo indietro in meno). Non vedo quale sia l'appetibile alternativa. Non so dove sarebbe arrivato il Catania dieci anni fa se non ci fosse stato Lo Monaco. E non so quale sarebbe la situazione economica del club se non ci fosse lui. E questo non significa essere un estimatore, significa semplicemente essere consapevoli della situazione economica del club.
Condivido anche le virgole, tutto tranne che simpatico mi sta il guappo e quest'anno di errori ne ha pure commessi tanti, ma penso che sia merito suo se siamo ancora vivi.
"U Mastru"

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5105
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Paganese Catania
« Risposta #17 il: 21 Marzo 2017, 10:54:24 am »
Naturalmente chi mangia fa molliche, per questo ho premesso che il lavoro di gestione della società, specie questa società, è difficile e non voglio infierire. Però sul piano tecnico LM quest'anno ha fallito, anche se i giocatori che ha preso non sono pippe. Il campo ha dimostrato però che ci sono lacune tecniche e mancano quegli ingredienti che ci hanno permesso, negli anni di A, di fare meglio di squadre più attrezzate. Come ho detto non siamo abbastanza squadra, il che non ha nulla a che vedere col valore dei singoli. E anche sul piano della gestione dello spogliatoio e dell'ambiente il direttore non è riuscito a fare la differenza. Dovrebbe ammetterlo e invocare compateezza, piuttosto che bacchettare stampa e tifosi. Ripeto, ha fatto del suo meglio e non mi sogno di contestrglielo, ma è evidente che non è bastato per renderci competititvi come avremmo potuto essere.
Sul piano della gestione economica non ho molto le idee chiare, per quello mi astengo dal giudicare, sebbene abbia ammesso che sono stupefatto dal constatare che siamo riusciti a completare la scorsa stagione e avviare questa con una squadra, sulla carta, competitiva. Anche lo scorso anno si è applaudita la triade per averci liberato di alcuni contratti assurdi, ma poi si sono scoperti anche grossolani errori, tradotti oggi in quel fastidioso -7. Quest'anno, ancora una volta, abbiamo solo le informazioni che vengono dal diretto interessato, ma anche tanti messaggi contraddittori. Si parla di progetto per tornare in A e poi si dice che se Finaria non mette i soldi si avranno difficoltà ad iscriversi in Lega Pro. Immagino che si stia facendo quello che si deve fare, ma un po' di chiarezza non guasterebbe.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 1991
Re:Paganese Catania
« Risposta #18 il: 21 Marzo 2017, 12:16:58 pm »

Infine, capisco il sarcasmo nei confronti di Lo Monaco, perché se parli di mosche e cannoni è inevitabile sorridere (amaramente) per i risultati ottenuti. Ma vorrei ricodare che la sfiducia nei suoi confronti è stata manifestata anche negli anni della serie A, in cui la piazza aveva ben poco da rimproverargli. La storia dice che non eravamo abituati alla massima serie, quindi non dico che bisogna essere ad ogni costo riconoscenti, ma certa liscìa mi pare fuori luogo. Inoltre, ridurre il monte ingaggi rispetto allo scorso anno, ottenendo risultati non inferiori, è già un passo avanti. Ridurre i tanti debiti è un altro passo avanti (o un passo indietro in meno). Non vedo quale sia l'appetibile alternativa. Non so dove sarebbe arrivato il Catania dieci anni fa se non ci fosse stato Lo Monaco. E non so quale sarebbe la situazione economica del club se non ci fosse lui. E questo non significa essere un estimatore, significa semplicemente essere consapevoli della situazione economica del club.

Condivido pienamente queste considerazioni. Con Lo Monaco il livello dirigenziale e salito di livello anche se non stiamo parlando di infallibilità, e Lo Monaco i suoi errori li ha commessi considerato però che è più facile sbagliare quando non si hanno molte scelte perchè i mezzi economici sono ridotti . Senza il risanamento del disastro lasciato da Cosentino e capostazione, bisogna solo accontentarsi. La stagione non è del tutto negativa, e senza i 7 punti di penalizzazione il Catania sarebbe molto più avanti in classifica. La squadra è fatta dai singoli, e se in tanti non sono all'altezza (anche solo di correre), non ci sarà mai squadra. Giovanni Pulvirenti sta impostando un lavoro per far giocare il Catania da squadra, ma bisogna avere il coraggio di mettere ai margini chi non ci sta, cbi non riesce o non vuole stare dentro la squadra. Speriamo che questo lavoro dia a breve i suoi frutti.

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1064
Re:Paganese Catania
« Risposta #19 il: 21 Marzo 2017, 10:23:19 pm »
Naturalmente chi mangia fa molliche, per questo ho premesso che il lavoro di gestione della società, specie questa società, è difficile e non voglio infierire. Però sul piano tecnico LM quest'anno ha fallito, anche se i giocatori che ha preso non sono pippe. Il campo ha dimostrato però che ci sono lacune tecniche e mancano quegli ingredienti che ci hanno permesso, negli anni di A, di fare meglio di squadre più attrezzate. Come ho detto non siamo abbastanza squadra, il che non ha nulla a che vedere col valore dei singoli. E anche sul piano della gestione dello spogliatoio e dell'ambiente il direttore non è riuscito a fare la differenza. Dovrebbe ammetterlo e invocare compateezza, piuttosto che bacchettare stampa e tifosi. Ripeto, ha fatto del suo meglio e non mi sogno di contestrglielo, ma è evidente che non è bastato per renderci competititvi come avremmo potuto essere.
Sul piano della gestione economica non ho molto le idee chiare, per quello mi astengo dal giudicare, sebbene abbia ammesso che sono stupefatto dal constatare che siamo riusciti a completare la scorsa stagione e avviare questa con una squadra, sulla carta, competitiva. Anche lo scorso anno si è applaudita la triade per averci liberato di alcuni contratti assurdi, ma poi si sono scoperti anche grossolani errori, tradotti oggi in quel fastidioso -7. Quest'anno, ancora una volta, abbiamo solo le informazioni che vengono dal diretto interessato, ma anche tanti messaggi contraddittori. Si parla di progetto per tornare in A e poi si dice che se Finaria non mette i soldi si avranno difficoltà ad iscriversi in Lega Pro. Immagino che si stia facendo quello che si deve fare, ma un po' di chiarezza non guasterebbe.
E Quando mai è stato chiaro il guappo? Per tacerepoi dei suoi rapporti con i giornalisti. Ma aveva ed ha buoni rapporti con i procuratori e moltissimi dirigenti. Ma soprattutto non aveva problemi a mostrare i bilanci della società ai vari esperti....prima. :^(
Adesso, adesso si sopravive, ma temo che la mezza rivoluzione di gennaio sia sstata effettuata perchè lui teme che se non sale quest'anno, il prossimo sarà dura anche iscriversi al campionato"U mastru"
P.S. Appena ho tempo voglio scrivere due miei pensieri sul perchè questa volta non riesce a domare lo spogliatoio.

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1495
Re:Paganese Catania
« Risposta #20 il: 22 Marzo 2017, 12:58:15 am »
Bua, le mie opinioni non sono in antitesi con le tue, semmai sono complementari, almeno nelle mie intenzioni.

Condivido le tue considerazioni. Nonostante tutto, giungo alle conclusioni che ho già spiegato, e suppongo che in buona parte tu sia d’accordo.
Diese Spieler waren schwach wie eine Flasche leer (Trap)

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5105
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Paganese Catania
« Risposta #21 il: 22 Marzo 2017, 04:12:46 pm »
Bua, le mie opinioni non sono in antitesi con le tue, semmai sono complementari, almeno nelle mie intenzioni.

Condivido le tue considerazioni. Nonostante tutto, giungo alle conclusioni che ho già spiegato, e suppongo che in buona parte tu sia d’accordo.

Sì, infatti. Tutto chiaro!

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5105
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Paganese Catania
« Risposta #22 il: 22 Marzo 2017, 05:36:39 pm »
Oggi Lo Monaco ha spiegato meglio la situazione economica: a giugno il peggio dovrebbe essere passato.
E ha spiegato che la squadra è forte ma ha paura.
Ha anche detto che la giornata rossazzurra sarà con il Siracusa.
Infine ah detto ceh per sapere se la società è in vendita bisogna chiedere a Finaria. Cioè bisogna chiedere a Pulvirenti, che finora non mi pare anbbia mai smentito di voler vendere, anche se non era tecnicamente possiile prima del l'approvazioen del piano di risanamento.
Aspettiamo che gli addetti ai lavori chiedano a Pulvirenti conferma. Oppure chiedano a Lo Monaco di chiedere a Pulvirenti :-D