Post recenti

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10
11
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Redazione il 19 Giugno 2018, 12:21:57 pm »
Votato Biagianti !
Ringrazio la redazione per il lavoro e il mantenimento di questo forum anche se certamente sceso come numero di presenze e mancante del sano confronto con gli "amici" Palermitani !!!

Ciao Giovanni, grazie.
Il forum, come sapete bene, è aperto a tutti: catanesi, palermitani e tifosi di ogni altra squadra.
Tutte le persone civili, brillanti e di buon senso sono benvenute. Noi ci onoriamo di averne tante.
Ci sono momenti di maggiore entusiasmo e altri di delusione, è normale, ma il forum resta una casa sempre pronta ad accogliere chi voglia visitarla.
In questo spazio sin dal primo giorno abbiamo privilegiato la qualità alla quantità e possiamo dire, grazie a voi, di essere stati ripagati.
Limitiamo al minimo i nostri post per lasciare spazio al vostro confronto e non "alterarne" gli equilibri, ma ovviamente restiamo a vostra disposizione per qualsiasi richiesta (domanda, proposta, critica che sia).
12
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Giovanni (Roma) il 19 Giugno 2018, 12:03:44 pm »
Votato Biagianti !
Ringrazio la redazione per il lavoro e il mantenimento di questo forum anche se certamente sceso come numero di presenze e mancante del sano confronto con gli "amici" Palermitani !!!
13
Calcio siciliano / Re:“Questo cadavere...
« Ultimo post da turiddu il 18 Giugno 2018, 12:53:15 pm »
Ciao Templare, come ben sai anche per me il Palermo non esiste più, da tempo ormai. Questa è solo una società che indossa i nostri colori e porta il nome Palermo. Nei fatti però questa è la zamparinese.
Per quanto riguarda il ricominciare, per me lo si può fare anche subito, lo si poteva fare già da agosto scorso con la fondazione di una nuova società, in contrapposizione a quella capeggiata da questo tizio che gestisce passando sopra la testa e la passione di chiunque.
Una nuova società che rappresenti il sentire di tutti quei tifosi che non ne possono più di questo individuo, una nuova società analogamente come in altre città in cui nacquero la Sampdoria, L'inter, il Torino ecc..
Questo Palermo se lo seguano i "tifosi veri", io ho chiuso, non ne voglio più sentir parlare e non mi ritengo più un tifoso di questa squadra, almeno fin quando ci sarà questa proprietà.
Il calcio è una minkiata, non vale più la pena perderci tempo dietro e io me ne sono accorto fin troppo tardi.-
14
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Redazione il 18 Giugno 2018, 12:32:26 pm »
Se vi va, visto che siamo in tema di bilanci, potete partecipare al sondaggio

http://sport.lasiciliaweb.it/2018/06/18/catania-chi-e-stato-il-migliore/
15
Calcio siciliano / “Questo cadavere...
« Ultimo post da Templare il 18 Giugno 2018, 10:47:56 am »
...è un dono del Signore!” - Piero Peluria, Omicidio all’Italiana 2017.

Il cadavere, ovviamente, è l’ex Palermo rimasto in serie B, fortunatissima circostanza che accelera di almeno due anni i tempi della svolta. Circostanza fortunatissima perché una squadra scarsissima padroneggiata da un uomo convinto di essere il dio del calcio, si era ritrovata per ben 42 partite della fase regolare e 4 dei playoff, a confrontarsi con un lotto di altrettanto scarse ed inguardabili (Empoli parzialmente escluso) compagini, riuscendo quasi a farcela, a coronare il capolavoro tecnico e aziendale partorito da Zamparini, ovvero la promozione malgrado: i reietti della scorsa stagione, più Coronado spacciato per campione (giocatore che vorrebbero tutti come compagno il giovedì sera a calcetto) e un misconosciuto panzone in panchina ad Agosto, cessione di Cionek ed arrivo di ulteriori carneadi (Moreo e tale Corentin Fiore) a Gennaio, esonero finale, mezzo esonero a inizio playoff, continue ingerenze sulla formazione (slavi uber alles, Lagumina in panchina per far posto a uno scarsissimo Nestoroski), tagli e stipendi spalmati, lotta ai cattivi della Procura.

Invece giustizia ha voluto che i pecorari lanciapalloniincampo ciociari (nuovo Benevento del prossimo campionato di A) azzeccassero i due tiri della vita e Zamparini se la pigliasse nel c.u.l.o, almeno una volta in questa c.a.z.z.o di vita, e ci appizzasse 45 milioni di diritti televisivi e sportivi, che gli avrebbero garantito un altro anno di serie A e di acrobazie di bilancio come solo lui sa fare.

Oggi è uscito allo scoperto sul Corriere dello Sport: https://www.forzapalermo.it/news/zampini-corriere-frosinone-futuro.html nulla di inaspettato, tutto ampiamente previsto. Il prossimo passo sarà la serie C e la non iscrizione della società ex Palermo al campionato 2019/20, poi si potrà davvero ripartire, dal bassissimo, ma, si spera, con dignità.
16
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Nelson il 17 Giugno 2018, 01:14:10 pm »
Se si parla di numeri, parlerò di numeri, e lo farò brevemente.

Il Catania ha perso 9 partite, otto nella stagione regolare e una nei Play Off.

Sono troppe. Poco importa avere vinto alcune partite 6-1, 5-2 e 4-0. La costanza e la solidità sono fondamentali per vincere e al Catania sono mancate.

17
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Giovanni (Roma) il 17 Giugno 2018, 01:12:20 pm »
Caro Vasco condivido tutto quello che dici e vorrei aggiungere una considerazione che non è proprio ben esplicitata in quello che hai scritto, sicuramente dalle statistiche difficilmente emerge l'informazione sulla capacità del nostro allenatore di leggere le partite in corso d'opera...io credo che questo sia stato uno dei sui limiti maggiori...e vale sia in termini di cambiare tatticamente il volto della squadra...sia nel fare le sostituzioni.
18
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da vasco il 17 Giugno 2018, 10:43:10 am »
L'analisi proposta da Aldo (complimenti per il lavoro) ci riporta alla constatazione, del "paradosso dei numeri" . I numeri ci dicono di una stagione strepitosa del Catania ed è incontestabile che sia così. Tuttavia non ci dicono il "perchè" il Catania non abbia raggiunto l'obiettivo della promozione. Accade la stessa cosa con la statistica del "pollo": i polli sono sul tavolo, sfornati e caldi e sciaurusi, ma uno dei commensali ne ha mangiati due e l'altro ha fatto la fame. E si potrebbe continuare all'infinito coi dati ad esempio della disoccupazione che "sta diminuendo", o coi reati (omicidi e furti), in "netto calo" o il P.I.L. che "cresce": ma poi perchè si perdono le elezioni? Per il semplice motivo che i numeri danno sempre una rappresentazione parziale della realtà.

Tornando al caso del Catania, i numeri ci dicono di un campionato da protagonista di una squadra forte come non vedevamo da anni. Non ci danno però il dato qualitativo: il Catania ha perso tutte le partite decisive del campionato. Nei numeri delle "poche" sconfitte, infatti, non c'è l'importanza della partita persa; e non c'è neanche il fattore C (fortuna...) che nel calcio è sempre determinante. Il neopromosso Cosenza (auguri ai calabresi) avrà sicuramente numeri più scarsi del Catania, ma nelle partite importanti non ci sono vuoti e, soprattutto, la fortuna nei momenti decisivi ha arriso ai calabresi.

Questo per dire che su Lucarelli si può disquisire all'infinito, ma i numeri stanno dalla sua parte e la scelta di sostituirlo si poteva basare su due criteri fra loro alternativi ed entrambi razionali: o sulla quantità numerica (com'é poi avvenuto, e non voglio qui parlare di possibili  altri motivi di questa scelta) o su una analisi qualitativa delle partite e delle "sconfitte". Si è scelto il criterio numerico e sarebbe bastato un pò di fattore C, per premiare la scelta  coi risultati. Così non è stato. Sportivamente bisogna prenderne atto e guardare avanti. E augurarsi, chiedere, pretendere che il Catania sia sempre protagonista.
19
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da Giovanni (Roma) il 17 Giugno 2018, 01:27:13 am »
In conclusione della sfortunata stagione rossazzurra, per chi può essere interessato, sciorino alcuni dati. Sono solo numeri è vero, ma a volte leggendo con attenzione i numeri si scoprono delle curiosità, delle particolarità, cui non avevamo fatto caso o che nemmeno immaginavamo. Molte delle mie personali convinzioni su questa stagione nascono da questi dati che in alcuni casi sono tanto costanti da non poter essere definiti casuali. Analogamente altri potrebbero trovarvi conferma o smentita delle loro sensazioni.

Il Catania ha chiuso la stagione regolare al secondo posto con 70 punti, distanziato dal Lecce di 4 punti, frutto di 21 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte, con 65 gol fatti, miglior attacco del  girone, e 31 subiti, seconda difesa del girone. La media punti è stata di 1,94 per giornata.

In casa i punti conquistati sono stati 37,  le vittorie 11, 4 i pareggi, 3 le sconfitte. I gol fatti 35, i gol subiti 13. La media punti 2,05.
Fuori casa i punti sono stati 33, 10 le vittorie, 3 i pareggi e 5 le sconfitte. I gol fatti 30, i gol subiti 18. La media punti  1,83.

Aggiungendo le quattro partite dei play off il bilancio complessivo diventa di 23 vittorie, 8 pareggi e 9 sconfitte, con 70 gol fatti e 34 subiti. Analogamente quello delle partite in casa diventa di 13 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte, con 39 gol fatti e 14 subiti, mentre quello delle partite in trasferta diventa di 10 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte, con 31 gol fatti e 20 subiti.

Nell’arco delle complessive 40 partite disputate, la squadra ha utilizzato dall’inizio due tipi di schieramenti, il 3-5-2 ed il 4-3-3.

Il 3-5-2 è stato usato 24 volte, 11 in casa e 13 fuori, con questi risultati complessivi 14 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte, per una media di 1,91 punti a partita. In casa è stato usato  11 volte ed ha fruttato 7 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, con una media punti di 2,09. Fuori casa 13 volte, con 7 vittorie, 2 pareggi e quattro sconfitte. Media punti  1,76.

Il  4-3-3, 16 volte, 7 in casa e 9 fuori, con questi risultati complessivi  9 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte, per una media punti di 1,93. In casa è stato utilizzato 7 volte, con 5 vittorie, 1 pari ed 1 sconfitta, per una media punti di 2,28. In trasferta 9 volte per 4 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte ed una media punti di 1,66.

Le due serie di vittorie consecutive, la prima di sei, la seconda di cinque entrambe nel girone di andata, sono state ottenute nel primo caso schierando sempre il 3-5-2 iniziale, nel secondo caso, schierando per la prima partita il 3-5-2 e per le altre quattro il 4-3-3.

I marcatori sono stati: Curiale 16, Lodi 8, Mazzarani e Ripa 7, Barisic e Russotto 6, Di Grazia 4, Biagianti, Bogdan, Brodic e Fornito 2, Aya, Djordievic, Manneh, Marchese, Porcino, Rizzo e Tedeschi 1.

Dei 70 gol realizzati, 24 sono stati realizzati nel primo tempo e 46 nella ripresa.  Più in particolare 7 dal 1’al 15’, 8 dal 16’ al 30’, 9 dal 31’ alla fine del primo tempo, 15 dal 46’ al 60’, 13 dal 60’ al 75’ e 18 dal 76’ alla fine della partita.

Dei 34 gol subiti, 14  sono stati subiti nel primo tempo e 20 nella ripresa. Con le seguenti sezioni temporali, 2 dal 1’al 15’, 4 dal 16’ al 30’, 8 dal 31’ alla fine del primo tempo, 7 dal 46’ al 60’, 3 dal 60’ al 75’ e 10 dal 76’ alla fine della partita.

Due sono le partite conclusesi senza gol, il pareggio esterno a Lentini e la partita casalinga con la Juve Stabia. Nelle altre occasioni si è sempre segnato.

Nelle 14 volte che hanno segnato per primi gli avversari, il Catania ha perso ben 9 volte, pareggiato 3, a Matera, in casa con il Cosenza ed a Salò, e rimontato 2 sole volte, a Pagani e nella sfortunatissima partita di ritorno con il Siena. Di converso, nelle 24 volte che è passato in vantaggio non ha mai perso, pareggiato solo 3 volte, Racing Fondi e Matera in casa, Lecce in trasferta, vincendo tutte le 21 rimanenti.

P.S. Per i dati delle classifiche sono stati utilizzati quelli del sito della Lega Pro, per  quelli del modulo di schieramento iniziale e del minutaggio dei gol sono stati utilizzati quelli risultanti  dai tabellini o dalla cronaca web degli incontri pubblicati sul sito ufficiale della società. Sempre dal sito della società sono stati tratti i dati sui marcatori.
Però non ci racconti quali sono queste tue personali convinzioni...sei stato spesso uno strenuo difensore di Lucarelli...ma poi in fondo non mi pare tu abbia mostrato questa reale convinzione...
Intanto come dice Katane...il cosenza va in B...questa squadra ha trovato la condizione ideale per questo finale di stagione...sospetto che oggi avrebbe battuto pure noi...se ci fossimo arrivati...ma questa è solo una illazione e in quanto tale non verificabile.
...certo...questo risultato ci toglie di mezzo un'altra potenziale rivale per il prossimo campionato.

Fozza Catania
20
Calcio siciliano / Re:Numeri finali.
« Ultimo post da katane64 il 17 Giugno 2018, 01:23:46 am »
Solo per la cronaca, va in serie b una squadra finita dietro di 16 punti. Noi avremo i limiti che abbiamo, però... questa è la serie c
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10