Post recenti

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10
21
Calcio siciliano / Re:Catania Trapani
« Ultimo post da garreccio il 16 Ottobre 2018, 11:28:07 pm »
Apro io il topico.
Tre a zero e non ne parliamo più
"U Mastru"

Ci 'nzirtasti (quasi...).
22
Calcio siciliano / Re:Catania Trapani
« Ultimo post da U mastru il 16 Ottobre 2018, 10:21:11 pm »
domanda per chi ha sportube...riuscite  vedere qualcosa?
Si, ma era meglio non vederlo. ::)
23
Calcio siciliano / Re:Catania Trapani
« Ultimo post da Giovanni (Roma) il 16 Ottobre 2018, 10:01:45 pm »
domanda per chi ha sportube...riuscite  vedere qualcosa?
24
Calcio siciliano / Re:Nonostante tutto... Forza Acireale
« Ultimo post da Testa Dura il 16 Ottobre 2018, 08:59:21 pm »
Tutti allo stadio domenica. L'Acireale non muore mai.
Forza Acireale!!!
25
Calcio siciliano / Catania Trapani
« Ultimo post da U mastru il 15 Ottobre 2018, 09:12:51 pm »
Apro io il topico.
Tre a zero e non ne parliamo più
"U Mastru"
26
Calcio siciliano / Re:Messina-Acireale
« Ultimo post da Caprarupens il 15 Ottobre 2018, 02:13:08 am »
Casorezzo (MI), 14 Ottobre 2018
Carissimi,
meno mal che c'è l'Acireale di Catania che è andato a passeggiare allo "Scoglio" di Messina: ma dove sono finiti i Messinesi? Ce ne erano alcuni boriosi nei primi anni duemila: chi era quello che scriveva sempre "Gadania" come se fosse il massimo dell'umorismo? Sto cercando di ricordarmi il nome. Tutto è successo nel secondo tempo: dopo che al '51 Arcidiacono ha sbagliato un rigore, mancando così il vantaggio per il Messina, la compagine catanese ha dilagato (68', 78' Manfrellotti, 73' Campanaro). Ora l'AciCatania è al secondo posto a tre punti dal nuovo Bari, che ha inopinatamente impattato in casa con la Turris. Peccato per il pari di domenica scorsa con il Roccella, altrimenti il distacco sarebbe di appena un punto. Tuttavia riconforta il pensiero che il paraculatissimo Bari non è poi tutto questo sfracello che si temeva. Si segnala il pestaggio di due poveri mentecatti provenienti da Acireale ad opera di alcuni sostenitori di casa: i due infelici avevano tentato di instaurare un improbabile gemellaggio con i Messinesi in nome di un preteso comune antagonismo con il Catania. I due miserelli sono stati immediatamente presi a schiaffazzi da una decina di tifosi messinesi, i quali hanno chiarito il loro punto di vista: "Per quanto ci riguarda, siete Catanesi anche voi". Forza Acireale di Catania, siamo tutti con te. A presto,
Marco Tullio

ma quanto puoi essere perfido professore!  :-D
27
Calcio siciliano / Re:Messina-Acireale
« Ultimo post da Marco Tullio il 14 Ottobre 2018, 09:31:59 pm »
Casorezzo (MI), 14 Ottobre 2018
Carissimi,
meno mal che c'è l'Acireale di Catania che è andato a passeggiare allo "Scoglio" di Messina: ma dove sono finiti i Messinesi? Ce ne erano alcuni boriosi nei primi anni duemila: chi era quello che scriveva sempre "Gadania" come se fosse il massimo dell'umorismo? Sto cercando di ricordarmi il nome. Tutto è successo nel secondo tempo: dopo che al '51 Arcidiacono ha sbagliato un rigore, mancando così il vantaggio per il Messina, la compagine catanese ha dilagato (68', 78' Manfrellotti, 73' Campanaro). Ora l'AciCatania è al secondo posto a tre punti dal nuovo Bari, che ha inopinatamente impattato in casa con la Turris. Peccato per il pari di domenica scorsa con il Roccella, altrimenti il distacco sarebbe di appena un punto. Tuttavia riconforta il pensiero che il paraculatissimo Bari non è poi tutto questo sfracello che si temeva. Si segnala il pestaggio di due poveri mentecatti provenienti da Acireale ad opera di alcuni sostenitori di casa: i due infelici avevano tentato di instaurare un improbabile gemellaggio con i Messinesi in nome di un preteso comune antagonismo con il Catania. I due miserelli sono stati immediatamente presi a schiaffazzi da una decina di tifosi messinesi, i quali hanno chiarito il loro punto di vista: "Per quanto ci riguarda, siete Catanesi anche voi". Forza Acireale di Catania, siamo tutti con te. A presto,
Marco Tullio
28
Calcio siciliano / Re:Casertana-Catania
« Ultimo post da vasco il 14 Ottobre 2018, 08:39:22 pm »
Che il pareggio in casa di una diretta concorrente, rodata da più partite, sia un buon risultato, non è in discussione. Ciò che è in discussione è la mancata vittoria, maturata in un secondo tempo in cui il Catania ha lasciato il centrocampo totalmente all'avversario che ha avuto anche altre occasioni per segnare (e bravo l'arbitro a rilevare tutta una serie di fuorigioco). La sostituzione di Lodi con Bucolo a mio parere, è degna del miglior Lucarelli; una mossa che non ha apportato nessun beneficio alla squadra ne sul piano del contenimiento e del palleggio a centro campo, dal momento che Bucolo non ha praticamente toccato palla, ne impensierito in nessun modo l'avversario, visto che non ripartivamo mai in contropiede: nell'unica azione Marotta (encomiabile per tutta la partita) ha divorato quel goal praticamente fatto, tradito da una zolla da campo di patate. Comunque diventa preoccupante a mio avviso che il Catania segni prevalentemente su palla inattiva; spero che dipenda solo dalla fase di avvio del campionato che, da che mondo è mondo, è necessariamente "impallato" per una squadra che vuole arrivare in fondo bene. Andiamo avanti, perché per ora anche così va bene.

29
Calcio siciliano / Re:Casertana-Catania
« Ultimo post da Aldo il 14 Ottobre 2018, 04:54:16 pm »
Comunque, mettano tutti i divieti che vogliono, ma qualcuno di noi ci sarà sempre. Ieri a Caserta nel settore ospiti dai 9 agli 11 presenti! Bravi ragazzi! N.S.S.S.!
30
Calcio siciliano / Re:Done Deal
« Ultimo post da Sergio il 14 Ottobre 2018, 03:30:07 pm »
da Repubblica.it del 14/10/2018

Adesso c’è anche un preliminare d’accordo. Un documento sottoscritto da Maurizio Zamparini e Raffaello Follieri con cui le parti ratificano una intesa per l’acquisto della società rosanero da parte del finanziere pugliese. L’accordo è stato firmato la settimana scorsa in un faccia a faccia tra Zamparini e Follieri che erano accompagnati dai rispettivi legali e dai consulenti. Un preliminare con il quale il patron rosanero si impegna ad accettare l’offerta di acquisto presentata da Follieri e, al contempo, sospende tutte le eventuali trattative che poteva avere in corso per la cessione della società. Insomma, un documento che impegna le parti e che è propedeutico alla chiusura vera e propria della trattativa per un prezzo che si aggira sui 50 milioni. Follieri ha quindi spazzato via la concorrenza, a dire il vero mai troppo supportata dai fatti e dagli impegni economici, di Antonio Ponte. Lo stesso Follieri adesso ha la strada spianata verso l’acquisto del cento per cento del Palermo. L’ultimo passaggio è adesso quello relativo alla sottoscrizione del contratto vero e proprio, dopo che Zamparini verificherà le ultime garanzie presentate da Follieri, che sarà poi suggellato dalle firme e dal passaggio delle quote azionarie della società rosanero.

Un contratto che sta preparando l’avvocato Anania che, per conto dello studio Whiters, ha avuto mandato da parte di Zamparini di chiudere la trattativa. Sarà lo stesso Anania a inviare la copia a Zamparini e a Follieri per le firme in calce al documento che a questo punto diventa storico per la vita del Palermo e che, a meno di clamorose novità dell’ultima ora, dopo sedici anni di gestione Zamparini segnerà il passaggio della società dall’imprenditore friulano al finanziere pugliese. Proprio Follieri, negli ultimi giorni è stato impegnato nella lettura dei documenti contabili che Zamparini, immediatamente dopo la firma dell’accordo preliminare, ha messo a disposizione del finanziere e dei suoi più stretti collaboratori. Una lettura dei conti della società rosanero che in un primo momento sembra avere ”spaventato” Follieri che poi, prima di tornare a New York venerdì pomeriggio, ha deciso di andare avanti e ha dato mandato ai suoi collaboratori di chiudere la trattativa.

I tempi adesso sono molto ridotti: Follieri e Zamparini si sarebbero dati come scadenza ultima per la chiusura dell’affare il 24 ottobre prossimo. Giusto il tempo per arrivare al completamento della trattativa alla vigilia del cda fissato per il 26. Quel cda che avrebbe dovuto portare Ponte alla presidenza del Palermo e che invece segnerà l’inizio dell’era Follieri. Manca poco anche se la prudenza in questi casi non è mai troppa. L’affare Baccaglini, in questo senso, docet. Ma questa volta sembra che tutto sia già definito e l’accordo firmato a Vergiate la settimana scorsa è vincolante per le parti. Al punto che, se una delle due dovesse fare marcia indietro, lo potrebbe fare solo con un bagno di sangue a livello economico per la penali che ci sarebbero da pagare. Ma ormai i giochi sono fatti.


Massimo Norrito
Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10