Autore Topic: Bye bye Lucarelli  (Letto 1252 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1562
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #15 il: 21 Febbraio 2018, 07:15:40 pm »
PLM afferma che il Catania ha il miglior organico del girone C della serie C.
Bene...siamo secondi a 7 punti dalla prima e veniamo da una sonora e storica (nel punteggio) sconfitta in quel di Monopoli...si lo ripeto...Monopoli.
Quindi o questo non è vero oppure ha messo la sua Mercedes F1 nella mani di un pilota incapace...e io vorrei tanto sapere quale delle due pensa il nostro caro Direttore.
Personalmente mi aspettavo e aggiungo anche auspicavo il cambio di allenatore, certo con uno possibilmente migliore...era il momento perfetto per alcune situazioni che convergevano tutte in questo punto nodale.
E' chiaro che questo non accadrà a meno di sorprese clamorose durante la conferenza stampa che ha indetto per domani e che devo dire sono curioso di ascoltare per capire se risponderà circa la questione bravura del pilota.
Spero nel frattempo che per il ritorno in campo ci possano essere dei recuperi dall'infermeria in modo da avere più possibilità a disposizione...a disposizione di chi lo sapremo meglio domani.

Fozza Catania

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3314
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #16 il: 22 Febbraio 2018, 01:36:05 am »
Nonostante gli alti e bassi, i punti persi per strada, le partite più o meno brutte (ricordiamoci che manca un certo Russotto che in questa serie ha fatto e farà la differenza) l'umiliazione di Monopoli che rimarra indelebile e ci debbono spiegare perchè, io sono contento che sia rimasto Lucarelli perchè mancano solo 12 partite che secondo me non servirebbero neanche ad un demiurgo a cambiare le cose. Ricordiamoci che il lavoro di un allenatore si considera generalmente in 10 incontri
Peccato che lo scenario che è andato delineandosi nelle ultime ore è senza dubbio il peggiore ipotizzabile: ovverosia un allenatore del tutto delegittimato nella sostanza (visto che la dirigenza, è notorio, ha cercato un altro allenatore, poi non trovandolo), costretto, nella forma, a rimanere al suo posto, ma immaginate con quale stato d'animo; suo e dello spogliatoio.
Francamente, non riesco ad immaginare un prossimo futuro colmo di vittorie. Davvero non ci riesco.
Concordo Garreccio, pur avendo sempre difeso Lucarelli perché, fino a qualche settimana fa, al di là di qualche errore, i fatti gli davano ragione, a questo punto ritengo che andasse sostituito, proprio per la tua motivazione, che futuro prossimo ci aspetta con questa situazione kafkiana di dover tenere un allenatore delegittimato dagli stessi comportamenti societari?

Che gli Dei del calcio volgano il loro occhio benevolo verso noi, poveri tifosi del Catania.
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2071
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #17 il: 23 Febbraio 2018, 02:24:39 am »
Premetto che, come ho più volte scritto, non sono entusiasta del tecnico Lucarelli. Tuttavia, giunti a questo punto, ritengo che la scelta di confermarlo e di ribadire con chiarezza la posizione del Catania tutto rispetto alla guida tecnica, sia stata quella più saggia. Per tanti motivi. In primo luogo, qualora ci fosse stata una fronda, in tal modo si metterebbe il cuore in pace e anzi avrebbe tutto da rimetterci nel continuare. Inoltre un cambio a 12 giornate dalla fine è quanto mai rischioso, perchè trovare un tecnico all'altezza ( disposti sedersi in panchina per giocarsi 12 giornate di campionato, avendo tutto da perdere) è quanto mai difficile se non impossibile. Infine per un segnale di serietà: disunirsi alla prima vera difficoltà non sarebbe stato proprio degno di una piazza che vuol dimostrare di essere di categoria superiore. Il Catania in fondo ha quasi gli stessi punti delle capoliste degli altri gironi, e se recupera la necessaria serenità, può mantenere la sua posizione fino alla fine e giocarsi i play off da una buona posizione. Ecco questo è il punto: recuperare la serenità nel lavoro. Di tutti. A partire da Lucarelli, che deve provare a migliorarsi, dare qualcosa in più, attingendo alle esperienze importanti che ha vissuto da giocatore. Ormai il Catania tutto si è messo completamente nelle sue mani, deve dimostrare di esserselo meritato.

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1637
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #18 il: 21 Marzo 2018, 10:07:42 pm »
Il titolo del post rispecchia il mio pensiero in questo momento, dopo ciò a cui ho assistito a Bisceglie...

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1637
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #19 il: 27 Giugno 2018, 10:18:33 am »
E alla fine se n'è andato.
Gli riconosco un'ottima capacità di fare gruppo, motivazionale...gli dico grazie perché 10 partite in trasferta il Catania non le vinceva dai tempi della promozione in A e perché con 70 punti avrebbe vinto gli altri due gironi della C. Ma non gli perdono di non saper leggere le partite in corsa, di averne perse un paio per evidenti carenze tattiche e per aver fallito le due occasioni più importanti del campionato per poterlo vincere (Juve Stabia e Trapani).
Un addio senza rimpianti e un grazie per il lavoro svolto con la ns. maglia.
Avanti un altro... ;-)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2071
Re:Bye bye Lucarelli
« Risposta #20 il: 27 Giugno 2018, 12:18:22 pm »
Lucarelli è stato l'allenatore del Catania, insieme ai giocatori artefice di felicità e dispiaceri. Gli auguro buona fortuna (i ringraziamenti li lasciamo alla Società, e  alla formula di cortesia consueta).

Non so se la coesione e la motivazione del gruppo sia solo merito suo o anche di una dirigenza solida e presente. Fatto sta che i numeri del Catania di quest'anno sono importanti e ciò è anche merito suo. Purtroppo Lucarelli non è stato un allenatore fortunato, e questo ha segnato in negativo il campionato del Catania. E soprattutto non è stato neanche il condottiero capace di dare dalla panchina un'impronta decisiva nelle partite che contavano, tutte regolarmente sbagliate.
Lo ricorderemo certamente per la sua assurda teoria della "paura del Massimino"; e per questa stagione, dolorosa nell'epilogo, ma che dopo gli anni bui delle penalizzazioni, ha segnato il ritorno del Catania nuovamente protagonista del campionato