Autore Topic: Nonostante tutto... Forza Acireale  (Letto 234422 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 611
Nonostante tutto... Forza Acireale
« il: 27 Giugno 2006, 08:17:19 pm »
Non so se mentre scrivo sarà già stata posta la pietra tombale sul glorioso Acireale 1946, unica squadra siciliana delle serie professionistiche a non essere mai stata esclusa dai campionati di competenza.
Viene forse meno (la speranza è l'ultima a morire) una formazione che ha militato con onore per almeno quarant'anni nei campionati di B, C, C1 e C2, segnalandosi per correttezza e signorilità dei propri tifosi, per organizzazione del tifo e partecipazione nelle trasferte. Come dimenticare gli anni della B, i 6.000 di Salerno, i 5.000 di Foggia, i 3.000 di Ancona e gli 8.000 in casa con la Fiorentina, in una partita che i granata meritavano di vincere. Era un tempo in cui alle finestre dei paesi vicini appariva la nostra bandiera, che il ct schiumava rabbia nell'eccellenza e l'Atletico Catania aveva raccolto il tifo della maggioranza dei tifosi catanesi (che ora negano dei essere stati atletisti).
Poi sono venuti i tempi bui, e si sono presentati gli avventurieri: gente che non amava la nostra città e la nostra bandiera ed era interessata solo a speculare o a farsi pubblicità: sono venuti i pulvirenti, i cecchi gori, i di grazia, i mauro, e l'Acireale ha iniziato a declinare, di pari passo, non a caso, con l'imprevedibile ascesa del ct.
In questo momento il Catania è vincitore, e molti sono saliti sul suo carro, ma non gli acesi. Resteremo sconfitti forse, ma non schiavi, perché non è mai schiavo chi ha avuto il coraggio di ribellarsi alla prepotenza, al malaffare, all'improntitudine. Forse è già una vittoria l'odio dei catanesi, che non riescono a simulare l'indifferenza. E forse avremo lasciato un seme, di cui qualcuno potrà ricordarsi con la testa alta e, in questo solco, riuscire a liberare Acireale da catania e a fare risorgere la squadra granata. FORZA ACIREALE. :!:  :!:

Offline sulujaci

  • Newbie
  • Post: 16
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #1 il: 27 Giugno 2006, 08:49:40 pm »
Citazione da: "Testa Dura"
Non so se mentre scrivo sarà già stata posta la pietra tombale sul glorioso Acireale 1946, unica squadra siciliana delle serie professionistiche a non essere mai stata esclusa dai campionati di competenza.
Viene forse meno (la speranza è l'ultima a morire) una formazione che ha militato con onore per almeno quarant'anni nei campionati di B, C, C1 e C2, segnalandosi per correttezza e signorilità dei propri tifosi, per organizzazione del tifo e partecipazione nelle trasferte. Come dimenticare gli anni della B, i 6.000 di Salerno, i 5.000 di Foggia, i 3.000 di Ancona e gli 8.000 in casa con la Fiorentina, in una partita che i granata meritavano di vincere. Era un tempo in cui alle finestre dei paesi vicini appariva la nostra bandiera, che il ct schiumava rabbia nell'eccellenza e l'Atletico Catania aveva raccolto il tifo della maggioranza dei tifosi catanesi (che ora negano dei essere stati atletisti).
Poi sono venuti i tempi bui, e si sono presentati gli avventurieri: gente che non amava la nostra città e la nostra bandiera ed era interessata solo a speculare o a farsi pubblicità: sono venuti i pulvirenti, i cecchi gori, i di grazia, i mauro, e l'Acireale ha iniziato a declinare, di pari passo, non a caso, con l'imprevedibile ascesa del ct.
In questo momento il catania è vincitore, e molti sono saliti sul suo carro, ma non gli acesi. Resteremo sconfitti forse, ma non schiavi, perché non è mai schiavo chi ha avuto il coraggio di ribellarsi alla prepotenza, al malaffare, all'improntitudine. Forse è già una vittoria l'odio dei catanesi, che non riescono a simulare l'indifferenza. E forse avremo lasciato un seme, di cui qualcuno potrà ricordarsi con la testa alta e, in questo solco, riuscire a liberare Acireale da catania e a fare risorgere la squadra granata. FORZA ACIREALE. :!:  :!:

"Caro" Testa dura, purtroppo mi ritrovo in disaccordo con te... non lo faccio apposta!!!
Concordo con i Bei tempi, abbiamo dimostrato in tutta Italia il nostro valore, quindi come tifoseria nulla da dire.
Le "note dolenti": come ti scrivevo in un altro post, la nostra discesa non è colpa di altre tifoserie e di altre città (ognuno tifa x chi vuole), non ci sono giochi per far scendere l'Acireale per poi avvantaggiarsene altre (ma a che pro? per riempire altri stadi?... non scherziamo, o perché diamo fastidio a qualcuno? (a chi? e se pure fosse vero, il fallimento dell'Acireale non recherebbe beghe legali ai suoi ex presidenti???).
Ritorniamo sulla terra, da ieri sera l'Acireale è in vendita GRATIS (vendita?regalata), non ci sono i vecchi presidenti, è tutto alla luce del sole (il tribunale ha in mano l'Acireale) c'e' qualche imprenditore acese (o cordata) che vuole prendersela questa gloriosa società??? Io spero proprio di sì, anche se fino ad ora non si è fatto avanti nessuno (paura dei catanesi??... non penso proprio), non me ne volere, ma se avviene l'inverosimile (mi toccu e fazzu conna), dimmi di chi sarà la COLPA??
Quindi "Caro Testa dura" fatti un esame di coscienza prima di scrivere certe baggianate, non ci fai una bella figura né tu né altri acesi (se parli al plurale), penserai che sono una spia rossazzura :roll: ...ti rispondo subito che non è così.
ACIREALE UNICO GRANDE AMORE

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5120
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #2 il: 28 Giugno 2006, 09:26:10 am »
Caro Testa dura, mi dispiace per l'Acireale, anche se hai dimenticato la stagione dei punti di penalizzazione in D per l'illecito sportivo firmato Aleppo, almeno fra i tempi duri.
Ad ogni modo ci sarà occasione di rinascere, ma adesso penso che le profetiche parole di Pulvirenti, quando lo avete cacciato, dovrebbero risuonarvi nelle orecchie "col tempo capirete quanto ho fatto per l'Acireale".
Si può comunque ricominciare di nuovo dai dilettanti e risalire, ma ti consiglio di guardare in casa tua e di smetterla di confrontarti con realtà troppo diverse in modo tanto ostile. Purtroppo è evidente che in questo momento la ridente e bellissima cittadina (lo dico senza ironia ma con convinzione) di Acireale non esprime una realtà economica interessata al calcio, il che nulla ha a che fare con questioni etiche e morali relative alle cittadinanze vicine.

Non come si siano inculcate le tue idee così estremiste (quasi da talebano), ma ti assicuro che se vivi con questi complessi così pesanti, sperando sempre nelle disgrazie altrui, sarai sempre frustrato e  non potrai mai godere a pieno delle vittorie della tua squadra e della bellezza dello sport.

Io sono catanese e non odio affatto gli acesi, e credo che nessuno si ponga di questi problemi, a Catania, ma naturalmente posso parlare solo a nome mio. Penso che dovresti farlo anche tu, invece di parlare come se fossi portavoce di un'intera città, perché rischieresti (se fossimo ad esempio nella stessa categoria) di alimentare quelle tensioni che rendono quello che ruota intorno al calcio così brutto.
Spero che la situazione si sblocchi per l'Acireale,
in bocca al lupo.

Offline Esiliato al nord

  • Newbie
  • Post: 12
    • http://www.calciocatania.com
Senza parole
« Risposta #3 il: 28 Giugno 2006, 02:28:42 pm »
:mrgreen:

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 611
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #4 il: 06 Luglio 2006, 09:28:20 pm »
Non se ne può più di questa telenovela... Si chiude.. non si chiude... e così via... La cosa ha dell'incredibile. D'accordo che si tratta di ripianare i debiit contratti dai precedenti disastrosi proprietari, e originati dalla spoliazione relaizata impunemente da pulvirenti col passagio a ct, ma ora è troppo!
FORZA ACIREALE e forza Italia.!

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4393
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #5 il: 06 Luglio 2006, 09:45:40 pm »
Mi stavo chiedendo se fosse il caso di fare dell’Acireale una società satellite del Palermo dove mettere a svezzare giovani interessanti (ne transitano a dozzine da via Del Fante) per poi riportare in prima squadra tutti quelli che riusciranno ad emergere e a consacrarsi definitivamente. Sempre meglio di darli in prestito a squadre del nord.
E con Zamparini presidente l’Acireale sarebbe probabilmente in pianta stabile in serie B. Certo se poi gli acesi pretendessero anche la A…..
PRIMA SEDES CORONA REGIS ET REGNI CAPUT -  https://www.youtube.com/watch?v=Bnh2jfes7AU

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 611
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #6 il: 06 Luglio 2006, 11:27:24 pm »
Non sarebbe una pessima idea. Diventare un satellite del Palermo, e solo di esso, non sarebbe umiliante: nessuno pone in discussione la supremazia in Sicilia della capitale e della sua squadra. Sono i parvenu arroganti e presuntuosi (indovinate chi) ad essere insopportabili.
FORZA ACIREALE E FORZA ITALIA. Scusate per il post precedente, che ho scritto di fretta: la grammatica  sembrava quella di un catanese!

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2540
Satelliti.....
« Risposta #7 il: 07 Luglio 2006, 10:05:43 am »
Un satellite rosa in provincia di Catania...... :wink:

Sarebbe bellissimo. Il fuoco dell'Etna e l'azzurro del mare (o del cielo) ingentiliti dal purpureo fiore di Aci....

Che tenerezza :oops:

Certo ad alcune distinzioni ci tengo.
La collina di Vampolieri (bassa), Scillichenti, Capomulini devono essere una zona franca. Per Acicatena faremo un referendum popolare.

Acicastello resta Rossazzurra... A costo di coinvolgere il consiglio di sicurezza dell'ONU.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5120
    • http://cccatania46.altervista.org/
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #8 il: 07 Luglio 2006, 03:08:23 pm »
Citazione da: "Testa Dura"
[CUT] si tratta di ripianare i debiit contratti dai precedenti disastrosi proprietari, e originati dalla spoliazione relaizata impunemente da pulvirenti col passagio a ct, ma ora è troppo!
FORZA ACIREALE e forza Italia.!


Per la cronaca, il gruppo Pulvirenti ha gentilmente messo una quota per tentare la salvezza della società granata (a parte che quando ha passato la mano non c'erano debiti). Certo che la gratitudine è cosa rara...

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 611
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #9 il: 07 Luglio 2006, 09:03:52 pm »
Caro Bua, il fatto di essere più corretto degli altri catanesi non ti concede la possibilità di dire cose assurde. Nei confronti di pulvirenti non abbiamo alcun debito di gratitudine: ci ha preso in C1 e dopo averci fatto subito  retrocedere ci ha lasciato nella stessa serie, portando a ct squadra, vivai, medico sociale e lasciandoci un cumulo di crediti inesigibili: probaiblmente, inoltre, non ha mai cessato di essere il padrone dietro le quinte, impedendo che l'Acireale si riprendesse societariamente (come mai non cedette due anni fa alla cordata Marino?). Se sta partecipando al salvataggio dell'Acireale è verosimilmente solo per evitare di essere coinvolto in un fallimento, non certo per amore di una maglia che ha mostrato di disprezzare e che ha abbandonato nel bel mezzo di una cavalcata per la promozione in B per abbracciare la causa del rivale diretto (ve lo immaginate, ad esempio, il presidente della Lazio che lascia i biancazzurri in mutande per comprare la Roma? credete che i laziali gli sarebbero ricononoscenti?).
Il progetto di pulvirenti sarebbe stato, certo, in fondo favorevole all'Acireale. Far diventare i granata satellite del ct, il che con il ct in A significherebbe interesse a portare l'Acireale in C1 o in B, ma questo può essere accettabile nei confronti del Palermo, MAI nei confronti del ct, con cui non è accettabile nemmeno fare affari, anche convenienti.

Offline Elephant Catania

  • Utente
  • ***
  • Post: 300
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #10 il: 08 Luglio 2006, 11:12:49 am »
Citazione da: "Testa Dura"
Caro Bua, il fatto di essere più corretto degli altri catanesi non ti concede la possibilità di dire cose assurde. Nei confronti di pulvirenti non abbiamo alcun debito di gratitudine: ci ha preso in C1 e dopo averci fatto subito  retrocedere ci ha lasciato nella stessa serie, portando a ct squadra, vivai, medico sociale e lasciandoci un cumulo di crediti inesigibili: probaiblmente, inoltre, non ha mai cessato di essere il padrone dietro le quinte, impedendo che l'Acireale si riprendesse societariamente (come mai non cedette due anni fa alla cordata Marino?). Se sta partecipando al salvataggio dell'Acireale è verosimilmente solo per evitare di essere coinvolto in un fallimento, non certo per amore di una maglia che ha mostrato di disprezzare e che ha abbandonato nel bel mezzo di una cavalcata per la promozione in B per abbracciare la causa del rivale diretto (ve lo immaginate, ad esempio, il presidente della Lazio che lascia i biancazzurri in mutande per comprare la Roma? credete che i laziali gli sarebbero ricononoscenti?).
Il progetto di pulvirenti sarebbe stato, certo, in fondo favorevole all'Acireale. Far diventare i granata satellite del ct, il che con il ct in A significherebbe interesse a portare l'Acireale in C1 o in B, ma questo può essere accettabile nei confronti del Palermo, MAI nei confronti del ct, con cui non è accettabile nemmeno fare affari, anche convenienti.


Forse non sei un imprenditore x esternare inesattezze: gli affari si fanno sempre in 2. Colui che vende è d'accordo con chi compra, quindi, in generale, la non accettazione di un affare conveniente solo xché si tratta del CT è sintomo di una bieca ottusità che con gli affari non c'entrano niente!

Poi, se gettassi meno fango del solito su Pulvirenti e su tutta Catania, probabilmente avresti + credito da parte di tutti!
Non dimostri di essere tifoso acitano ma ossessionato dalla città di Catania!

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
Mah!!
« Risposta #11 il: 08 Luglio 2006, 01:36:57 pm »
Carusi :shock: ... ma la volete finire o no di andare appresso a un simile malato di mente!? :shock:

Ma ce l'avete un minimo di dignità e di amor proprio!? Scusate!

Ca lassatici ittari sangu cu l'Acireale caput mundi... il satellite del Palermo, la parabolica do Catania... la nobiltà :lol:  :lol:

Non è che ci voglia molto a capire che scrive da una clinica per malati mentali! Avaia!!  8)
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4044
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #12 il: 08 Luglio 2006, 02:11:30 pm »
Negli anni, bazzicando la rete, frequentando molte comunita' anche avverse (solo per il piacere di confrontarsi), posso dire con assoluta certezza di non aver mai letto un cretino simile :shock: . Invece di prendersela con i suoi nobili concittadini che seguivano in 1000  :shock:  :shock: la cavalcata per la B :shock: sputa veleno. Fortunatamente la maggior parte degli acesi tifa da sempre Catania e non si farebbe nessun tipo di problema a essere satellite di Catania (d'altronde la provincia e' sempre la stessa, la piu' operosa e considerata di Sicilia).

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 611
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #13 il: 08 Luglio 2006, 05:12:49 pm »
Vabbé, sono pazzo, cretino, scrivo da un manicomio... qualcos'altro, please?
E' così difficile dire cose, anche scomode, restando nei binari della buona educazione e non limitandosi agli insulti? Forse è solo perché si hanno poche cose da dire.
Solo qualche precisazione:
1) faccio parte di quei pochi, ormai in estinzione in questa "democrazia", che non credono solo agli affari, ma anche ai valori. Conseguentemente ritengo che rinunciare all'identità acese (inevitabilmente in contrasto con ct) e  patteggiare con chi ci ha rovinato (pulvirenti) solo per elemosinare qualche favore o fare qualche affare sia un ragionamento forse da imprenditore, ma non da uomo (penso che Templare mi segua in questo ragionamento). Un acese può accettare - anche se un po' a denti stretti - che l'Acireale diventi satellite del Palermo, non certo del ct, per di più proprietà del malpassotu.
2) ad Acireale nessuno tifa ct, tranne qualche immigrato da ct. Il giorno della promozione nessun acese ha festeggiato o esposto bandiere e ben poco si è festeggiato nei dintorni. Sono dovuti venire alcuni catanesi a provocare, e mi sembra anche che le abbiano prese (sia comunque chiaro che non giustifico la violenza, del tutto estranea al modo di essere acese).

Mauro Spina

  • Visitatore
Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #14 il: 08 Luglio 2006, 05:13:10 pm »
Santo, effettivamente la carità non si rifiuta a nessuno. Pulvirenti per pena potrebbe anche gettare loro un salvagente, ma intelligentemente vorrebbe farlo a Gela, città che coraggiosamente tenta anche attraverso il calcio di darsi un'altra immagine!

Ha ragione Gaspare, la colpa è pure nostra che gli rispondiamo, perché una persona normale non riuscirebbe a concepire tante bestialità tutte in una volta. 8)